Xbox conferma il proprio impegno a supportare lo sviluppo dei giochi per PC

Fin dalla fondazione di Windows, Microsoft si è sempre impegnata nel cercare di soddisfare le esigenze di giocatori e sviluppatori. Negli ultimi 18 mesi, Microsoft ha rilasciato giochi come Age of Empires II e III, Gears Tactics, Wasteland 3, Minecraft Dungeons e Microsoft Flight Simulator. In attesa dei prossimi titoli come Age of Empires IV, Microsoft, con un articolo su Xbox Wire, ha voluto fare il punto della situazione attuale e futura.

Oggi, Matt Booty, capo degli Xbox Game Studios, ha pubblicato un post su Xbox Wire sui continui investimenti di Microsoft nell’ecosistema di gioco per PC. Nell’articolo si parla inoltre del lavoro che l’azienda ha fatto recentemente per sostenere gli sviluppatori e la community. Tramite un post su LinkedIn, Sarah Bond, Head of Game Creator Experiences and Ecosystem, ha parlato del lavoro che Microsoft sta facendo per permettere agli sviluppatori di realizzare le loro ambizioni creative e di pubblicare incredibili titoli per PC.

I punti chiave dell’articolo riguardano il crossplay che permetterà ai giocatori Xbox e PC di condividere i server nei giochi online. Ciò sarà possibile già con Halo Infinite. Il crossplay si estenderà anche ai salvataggi, consentendo di trasferire i progressi fatti su una piattaforma, in un’altra.

Halo Infinite avrà anche il supporto agli schermi ultrawide e una serie di impostazioni grafiche mirate a rendere l’esperienza coinvolgente e piacevole.

L’articolo prosegue sottolineando l’obiettivo di Microsoft di raggiungere il maggior numero possibile di giocatori. Da Xbox Cloud Gaming che permette di provare i titoli Xbox su PC anche poco prestanti, fino a portare i propri giochi su Steam, Microsoft si impegna per far si che tutti abbiano la possibilità di provare i propri titoli.

Matt Booty dedica un paragrafo anche agli sviluppatori, annunciando le modifiche nei termini di accesso al Microsoft Store. Adesso, gli sviluppatori che pubblicano un gioco sullo store riceveranno una percentuale maggiore dai guadagni dei loro titoli. Oltre al fattore economico, Microsoft mette a disposizione degli sviluppatori anche tutte le proprie tecnologie basate su DirectX 12. Tra queste, il Direct Storage, che abbrevia i tempi di caricamento su Xbox, sarà disponibile anche su PC, con tutti i vantaggi che ne conseguono.

L’articolo si conclude con uno sguardo al futuro di Microsoft e gli obiettivi che l’azienda si prefigge di raggiungere entro il 2021. Potete consultare il testo integrale su Xbox Wire a questo link.

Antonio Rodofile
Già da prima di imparare a scrivere, i miei genitori mi hanno messo un pad tra le mani. Quel pad, nel corso degli anni, ha cambiato forma, dimensioni, peso ma la passione è rimasta invariata. Dopo tanti anni di studi tra media, cinema e videogiochi, sono sbarcato un po' per caso e un po' per destino nella critica videoludica che concilia le mie due più grandi passioni: scrivere e giocare.

Rispondi

Ultimi articoli

Articoli che potrebbero interessarti