Recensione Speedlink Torid

Un “erede spirituale” del controller di Xbox 360.

Chiunque giochi su PC sa benissimo che tastiera e mouse sono probabilmente i dispositivi più comodi da utilizzare, tuttavia sempre più giocatori recentemente stanno passando alla “Master Race” e per coloro forse il miglior modo per avvicinarsi al pc gaming è il classico controller, che ha sicuramente molti meno tasti a disposizione, ma tutti comodamente sotto mano. Per gli amanti dei gamepad o per chi, semplicemente, preferisce giocare determinati titoli con essi, Speedlink ha realizzato il Torid, un controller wireless dal design molto simile a quello di Xbox 360 ma che viene offerto però ad un prezzo leggermente inferiore.

Design

All’interno della confezione c’è solo lo stretto necessario, senza troppi fronzoli: controller, ricevitore wireless, manuale d’istruzioni, cavo USB per la ricarica e CD d’installazione. Lo Speedlink Torid si presenta sin da subito molto solido e resistente, senza scricchiolii sospetti e con plastiche di qualità decente. Il design, come accennato, è molto simile a quello del controller di Xbox 360 e varia solo minimamente per quanto riguarda il tasto centrale di accensione, il Back, lo Start e l’aggiunta della funzionalità Turbo, di cui vi parleremo dopo. 

Il Torid è disponibile in tre diverse colorazioni: bianco, verde e nero/rosso, quest’ultimo con un prezzo di poco superiore (una decina di euro) a causa di una colorazione e di un design più “da gaming”. La scelta, onestamente, appare davvero ingiustificabile in quanto non offre funzionalità aggiuntive. Il gamepad, inoltre, dispone di due inserti laterali in gomma che rendono più salda l’impugnatura, di modo che non scivoli anche nelle sessioni di gioco più frenetiche. Diversamente dal controller di Xbox 360, che richiede delle batterie per funzionare, il Torid possiede un ingresso a cui collegare l’apposito cavo USB per la ricarica (che non è particolarmente lungo, quindi non ci si può allontanare troppo se si gioca mentre si carica il controller): il tempo impiegato per ricaricarlo totalmente è di circa 2-3 ore e a piena carica vi garantirà un’autonomia di circa 9-10 ore, che ovviamente variano anche se la vibrazione è attiva o meno.

Torid-nero 

Caratteristiche e prova

Il controller prevede poi due modalità operative quando lo si utilizza su PC, ovvero XInput e DirectInput. La prima è quella riconosciuta da tutti i giochi attuali nonché quella presente nel controller di Xbox 360, pertanto il Torid viene effettivamente riconosciuto in questo modo; la seconda, invece, è compatibile con i giochi più vecchi ed alcuni titoli recenti. Per intercambiarle, basta semplicemente tenere premuto il tasto centrale per 4 secondi e le si può distinguere dal LED posizionato sotto il tasto Turbo: se è acceso, la modalità è impostata su XInput, se è spento, è attiva la modalità DirectInput. Questa semplicità d’uso permette a chiunque di utilizzare il gamepad senza dovere ogni volta modificare le impostazioni riguardanti i comandi dello stesso. 

Come avete potuto leggere poco più sopra, abbiamo diverse volte fatto riferimento al pulsante Turbo. Questa funzionalità, definita anche come fuoco rapido, permette proprio di eseguire un tasto a scelta in rapida successione come se premessimo ripetutamente con un dito, ma di fatto facendolo una sola volta. Sicuramente questa feature torna molto utile a chi gioca spesso agli FPS come Call of Duty, Battlefield ecc., in quanto si può sparare velocemente con una pistola, ad esempio, premendo una sola volta il tasto. Il rapid fire simulerà tante brevi scariche di proiettili, più precise in quanto non incideranno sulla stabilità ma ancora più letali.  Diciamo che la funzionalità Turbo è come giocare “leggermente sporco” soprattutto nel multiplayer, dato che può decisamente fare la differenza in alcune situazioni. Pochi software al momento hanno un sistema di rilevazione della modalità rapid fire, quindi, forse, riuscirete a farla franca. A ben pensare inoltre, con il rapid fire non state facendo altro che compensare lo svantaggio della minore precisione garantita dal gamepad rispetto al mouse.

Una particolarità di questo gamepad è il fatto di poter essere utilizzato sia su PC che su PS3, dove viene immediatamente riconosciuto semplicemente inserendo il ricevitore wireless in una porta USB ed accendendolo. In questo modo, anche chi preferisce il controller di Microsoft a quello di Sony non avrà alcun problema, anche se questa strana accoppiata fa un certo effetto. E’ comunque un’ottima cosa poiché permette di avere un “joystick d’emergenza” nel caso abbiate amici che vogliono giocare con voi ma non possediate un secondo controller ufficiale della PS3.

Inutile dire che Speedlink ha realizzato un prodotto molto semplice sia da utilizzare che da installare. Dopo averlo ricaricato, è bastato inserire il CD d’installazione, collegare il piccolo ricevitore wireless ed accendere il gamepad per essere subito pronti a giocare, quindi in meno di un minuto potete godervi il vostro titolo preferito usando il Torid. Non abbiamo avuto alcun problema di incompatibilità con i giochi testati, ma anzi il controller viene subito riconosciuto senza dover nemmeno mettere le mani ai comandi, punto a favore per chi non ama smanettare troppo. Lo abbiamo anche provato su tre sistemi operativi differenti (Windows Vista, 7 e 10) per vedere se, per qualche motivo, sorgessero incogruenze, ma nessun problema è stato riscontrato.

Per quanto riguarda l’utilizzo su PlayStation 3, l’installazione è ancora più immediata: abbiamo semplicemente inserito il ricevitore in una porta USB e premuto il tasto centrale del Torid. Il controller, ovviamente, emula automaticamente il DualShock 3, pertanto ad A corrisponderà X e via discorrendo. 

Commento finale

Lo Speedlink Torid si presenta come un buon prodotto che può rimpiazzare il controller di Xbox 360 per i giocatori che non esigono il massimo ed il prezzo è alla portata di tutti, poiché il gamepad costa circa 30€ e comprende anche il ricevitore (a meno che non lo si acquisti con la colorazione nero/rosso, dove il prezzo arriva ai 40€). La semplicità d’uso permette un’installazione pressoché immediata e il controller viene riconosciuto da qualsiasi gioco senza alcun problema di compatibilità grazie alle due modalità XInput e DirectInput. Il tasto Turbo, infine, può essere definito il “tocco sleale” amato principalmente da chi gioca online con gli FPS, dato che è in grado di dare un certo vantaggio quando si spara con determinate armi.

Pro Contro 
– Installazione istantanea
– Buona ergonomicità

– Compatibilità con PS3

– Prezzo superiore per la versione di colore nero/rosso
– Autonomia non così elevata
  Voto Globale: 75
 
{vsig}tecno/hardware/Speedlink/ToridReview{/vsig}

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles