Recensione Steamworld: Heist

Pirati spaziali, strategia e proiettili che rimbalzano!

Versione testata 3DS.

Con un mondo di gioco sempre variegato e diversificato, Image & Form ha voluto creare la serie SteamWorld per offrire diverse esperienze di gioco con ogni diverso capitolo del franchise e c’è riuscita: prima con Steamworld: Dig ed adesso con Steamworld: Heist. I due titoli, infatti, eccetto che per il nome e qualche piccolo dettaglio di gioco, non condividono nulla l’uno con l’altro, nè l’ambientazione nè lo scopo finale dell’intera avventura, donando effettivamente due esperienze di gioco uniche pur facendo parte del medesimo universo.

Steamworld: Heist è in arrivo su Nintendo 3DS domani, 10 Dicembre 2015 e verrà da subito accompagnato da una speciale promozione, valida fino al 31 di Dicembre, che permetterà di ottenere il titolo con il 15% di sconto (€16,99 anzichè €19,99) ed con in regalo uno speciale tema per il menu HOME che non sarà mai più messo in vendita.

Come poi già annunciato nella notizia rilasciata nella giornata di ieri, il titolo verrà ufficialmente tradotto in lingua italiana per merito di una patch in arrivo nel Gennaio del 2016 e che promette, inoltre, nuovi contenuti di gioco.

Basta divagare, siamo qui per parlare di Steamworld: Heist ed è quello che faremo!

{media load=media,id=10645,width=853,align=center,display=inline}

Lo spazio è in subbuglio

Come nel precedente episodio della serie Steamworld, i protagonisti dell’avventura non sono altro che dei Robot ed in questa specifica avventura vivremo le avventure del Pirata Spaziale Piper Faraday. Steamworld: Heist è ambientato centinaia di anni dopo Steamworld: Dig, in un’era dove i Robot sono diventati più intelligenti e sono stati in grado di sviluppare della astronavi in grado di esplorare in lungo ed in largo le vastità dello spazio.

Fatte le dovute premesse pensiamo sia chiaro che in Steamworld: Heist assalteremo e deruberemo navi spaziali, anche se scopriremo poi con l’avanzare della storia che le nostre avventure daranno luogo a ben altri risvolti, che non intendiamo di certo svelarvi in questa sede. Anche le conversazioni giocano un ruolo importantissimo nell’intera zona narrativa e riescono ad intrattenerci con la loro ironia sfacciata.

Come avviene il tutto

Dopo i primi minuti di gioco di Steamworld: Heist veniamo subito introdotti alle meccaniche di gioco principali. Durante le lotte lo spostamento dei personaggi avverrà su di un piano orizzontale, costernato di ostacoli che potremo usare a nostro favore e di piattaforme sulle quali è possibile salire per ottenere un vantaggio strategico. Il sistema di gioco è quello dei classici giochi strategici a turni; nel corso del nostro turno, dunque, avremo a disposizione una serie di punti movimento che ci permetteranno di spostarci all’interno dell’area di gioco e potremo svolgere una delle tante azioni a disposizione con ognuno dei personaggi che avremo a disposizione (da 1 a 4).

Contrariamente ai classici della strategia a turni, il sistema di combattimento di Steamworld: Heist richiede un po’ più impegno da parte del giocatore: la mira, infatti, andrà presa manualmente; ci saranno armi dotate di mirini laser che ci permetteranno di vedere la traiettoria dei colpi, altre invece le cui traiettorie dovremo calcolarle noi stessi, tracciando una linea immaginaria dal punto di origine al punto di arrivo. Ma non finisce qui: i proiettili di queste speciali armi, infatti, sono quasi tutti in grado di rimbalzare e ci permettono di dar sfogo alla nostra fantasia, permettendoci di colpire anche quei nemici od obiettivi più nascosti calcolando le giuste traiettorie dei rimbalzi.

A leggere o sentire di queste funzioni quasi viene da storcere il naso, ma avendo potuto avere il gioco sotto le mani è incredibile l’impegno e la cura che è stata riposta nella creazione di questo titolo che si rivela essere una vera e propria rivoluzione di gameplay ed è in grado di intrattenere per ore ed ore di fila senza mai stancare, merito ancora una volta dell’incredibile sistema di combattimento che ci permetterà di affrontare le battaglie nel modo che meglio crediamo.

Al di fuori delle battaglie avremo a disposizione la nostra speciale nave spaziale che potrà attraccare presso i bar e le navi nelle vicinanze per poter effettuare acquisti oppure per reclutare ulteriori uomini che entreranno a fare parte della nostra ciurma e che la diversificheranno per merito delle loro abilità uniche ed innate e delle tipologie di armi che potranno utilizzare.

Le sorti delle battaglie, infatti, non sono esclusivamente in mano al giocatore e relative alla sua abilità, poichè le tecniche speciali dei vari personaggi così come l’equipaggiamento di cui possono far uso possono facilmente stravolgere il risultato di un combattimento.

Se da una parte, infatti, ci troveremo a far uso di una pistola dotata di mirino laser con il capitano Piper, dall’altra ci troveremo il Robottone muscolo di turno in grado di far uso di lanciarazzi ed armi più pesanti, in grado di mettere fuori uso più robot avversari in un colpo solo!

Prima di concludere con questo paragrafo, vogliamo dedicare due righe alla difficoltà del gioco. Dopo aver deciso di iniziare a giocare ci verrà chiesto a che livello di difficoltà vogliamo affrontare l’avventura tra i 5 livelli messi a disposizione: Casual, Regular, Experienced, Veteran ed Elite. Ad ognuno dei livelli di difficoltà corrisponderà un bonus in esperienza ed un malus nei soldi persi in caso di sconfitta. Nella scrittura di questa recensione abbiamo affrontato l’intera avventura propostaci in difficoltà Regular senza mai incontrare picchi di difficoltà e senza mai ritrovarci a dover grindare per poter salire di livello ed avere maggiori possibilità di successo.

Image & Form è stata in grado di sviluppare un prodotto tanto divertente quanto equilibrato, in grado di mettere a dura prova le abilità di quei giocatori che decideranno di affrontare il gioco ad un livello di difficoltà più elevato, ma anche di poter essere giocato da quei giocatori che non hanno il tempo o la voglia di dedicarsi interamente ad un titolo e preferiscono gustarsi le peculiarità del sistema di gioco, piuttosto che pianificare strategicamente ogni singola battaglia.

13

Livello tecnico futuristico

Se dal punto di vista del gameplay Steamworld: Heist ci ha piacevolmente sorpresi, non possiamo che consigliarvelo anche per quanto concerne l’aspetto tecnico. Lungi dall’essere un benchmark grafico su 3DS, Steamworld: Heist è comunque in grado di regalare piacevoli sensazioni visive nonostante il piatto mondo bidimensionale proposto, che si rivela comunque essere sempre ben definito e curato nelle texture e vanta un comparto animazioni di primissimo ordine.

Se siete degli estimatori della musica, anche l’OST sarà in grado di regalarvi piacevoli sorprese, a patto però che decidiate di ascoltarla in cuffia. Il basso volume e la qualità degli altoparlanti delle console della famiglia 3DS, infatti, non saranno in grado di placare i vostri bisogni in ambito musicale e non renderanno giustizia al lavoro fatto da Image & Form e Steam Powered Giraffe, gli artisti dietro la creazione della colonna sonora del titolo.

Commento finale

In un periodo di grande successo per Nintendo 3DS, Steamworld: Heist non fa altro che amplificarne i risultati, rendendo la sua libreria ancora più ricca di perle uniche. Attesissimo come seguito di Steamworld: Dig, Heist non condivide con il suo predecessore alcune delle sue caratteristiche più apprezzate, proponendo però un sistema di gioco rivoluzionario che a primo acchitto potrebbe far storcere il naso. Basteranno poche ore di gioco per innamorarsene e per apprezzare il lavoro svolto da Image & Form che con cura e dedizione ha dato vita ad un dei titoli più incredibili mai esistiti sulla console portatile di casa Nintendo. Un sicuro acquisto per il periodo natalizio, essendo accompagnato da un’offerta speciale, ed un titolo da valutare pur non conoscendo la lingua inglese: Image & Form ha infatti assicurato che a Gennaio del 2016 anche l’italiano sarà tra le lingue disponibili all’interno del titolo.

Pro Contro 
– Rapporto qualità/prezzo elevatissimo
– Sistema di gioco unico, divertente ed immediato
– Ottimo bilanciamento della difficoltà
– Comparto tecnico da brividi
– Mancanza della lingua italiana al lancio
  Voto Globale:  90
 
{vsig}games/nintendo/SteamworldHeist/Recensione{/vsig}

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube
Telegram
Facebook
Gruppo Facebook
Twitch
Twitter
Instagram

Seguici sui nostri social media

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles

Follow us on Social Media