Dying Light 2, rivelati tanti nuovi dettagli: Trailer, data di uscita, meccaniche di gameplay e altro

Articolo di · 28 Maggio 2021 ·

Ieri Techland ha pubblicato un nuovo, corposo trailer di gameplay per Dying Light 2, dal titolo “Stay Human“. In fondo al trailer viene anche svelata la data di uscita del gioco, fissata per il 7 dicembre 2021.

Dopo essersi scusati per i ritardi subiti dalla lavorazione del gioco, gli sviluppatori entrano nel merito delle caratteristiche di Dying Light 2, così come evidenziate da questo trailer.

Viene mostrata una città parzialmente in rovina, infestata da decine di infetti. Il mondo è precipitato nel caos e a 15 anni di distanza dall’Apocalisse, la civiltà umana sopravvive in un’unica metropoli, conosciuta semplicemente come La Città.

Storia di Dying Light 2

Nel gioco si vestono i panni di Aiden Caldwell un fuori casta dal vissuto oscuro e misterioso, che giunge in questo folle ambiente animato solo dalla volontà di sopravvivere e di svelare i segreti del suo passato. Per via, incontra i Nightrunners, una fazione di sopravvissuti che hanno imparato le regole della sopravvivenza in questa giungla. Non è chiaro se possa fidarsi di loro, ma la collaborazione si rivela necessaria per la sopravvivenza.

Dying Light 2

Una moderna epoca buia

Il mondo così come lo si conosceva prima è finito. E dalle ceneri della vecchia civiltà ne è emersa una nuova: brutale, intransigente, priva di pietà e di perdono. Una società in cui i fratelli uccidono i fratelli e competono per le poche risorse a disposizione.

In questo caos, sono emerse tre fazioni preponderanti. I Sopravvissuti, che cercano di ricostruire tra le rovine facendo leva su un’enorme forza di volontà e spirito di adattamento. I Pacificatori, portatori di una legge marziale e decisi a travolgere chiunque non si assoggetti al loro “ordine”. E i Rinnegati, ex detenuti e criminali animati solo dal desiderio di dominare la Città e diventarne i padroni.

Il giocatore dovrà destreggiarsi tra queste fazioni, sfruttarle per arrivare ai suoi scopi e decidere chi favorire e chi ostacolare. La forma e l’assetto della città cambieranno dinamicamente di conseguenza. Tuttavia, bisognerà ponderare con cura la scelta di chi avere come alleato e come nemico, perché i personaggi delle singole fazioni non sono semplici o “piatti” come spesso accade in questo genere di giochi. Potrebbero esserci delle sorprese in agguato.

Non tutte le fazioni, comunque, sono potenzialmente amichevoli. La Città pullula di banditi e reietti che non si fanno scrupoli ad aggredire chiunque gli capiti a tiro. Tutte le fazioni, però, hanno un nemico in comune e qualcosa da temere: la Notte.

Dying Light 2

Buona notte e buona fortuna

Come nel primo episodio, di notte la Città si trasforma in un piccolo inferno. Gli infetti si moltiplicano, diventano più audaci ed aggressivi e compaiono nuove, terrificanti specie, che di giorno si nascondono e rifuggono la luce del Sole. Alcune di queste, frutto di quindici anni di mutazioni, sono davvero temibili.

L’unica speranza di sopravvivere sono i rifugi, i tetti, le posizioni rialzate, che il giocatore dovrà raggiungere sfruttando la sua abilità nel parkour. La Città ha un enorme sviluppo verticale e imparare a comprendere come raggiungere velocemente i posti più elevati sarà una componente chiave della sopravvivenza.

Tuttavia, la notte può essere anche foriera di opportunità. Quando gli infetti sono a caccia, le loro tane restano sguarnite. E possono essere esplorate, con la dovuta cautela, alla ricerca di preziosissime risorse, ricompense e tesori che non sono reperibili altrove. I coraggiosi che non si lasciano intimorire dagli orrori della notte, potrebbero andare incontro a grandi scoperte.

Dying Light 2

Padoneggiare l’Arte della Sopravvivenza

Sopravvivere in questo caos non sarà facile, ma le risorse a disposizione del protagonista non mancano. Aiden è dotato di straordinarie abilità acrobatiche, che gli consentono di spostarsi velocemente, scalare i tetti e sfuggire ai nemici. Ma anche nelle situazioni in cui lo scontro sarà inevitabile, sono disponibili una gran varietà di approcci e strategie, tra i quali bisognerà scegliere accuratamente il più adatto alla situazione.

Dying Light 2 avrà un combattimento sanguinoso e brutale, come nel primo episodio, in cui la faranno da padrone una gran varietà di armi: improvvisate, ma non per questo meno letali. Oltre a destreggiarsi con asce, mazze ed archi, si potranno sfruttare ostacoli ed effetti ambientali per sopraffare i nemici.

Si potrà decidere tra un approccio diretto, basato sulla forza bruta o uno fondato sull’agilità e le acrobazie o ancora sull’utilizzo intelligente dell’ambiente a proprio vantaggio. Sarà fondamentale conoscere i propri nemici, le loro vulnerabilità e decidere di conseguenza come comportarsi.

Dying Light 2

Scelte che influenzano il mondo

Le scelte del giocatore non determineranno solo chi saranno i suoi amici e nemici. Avranno un impatto determinante sulla storia, sul finale e sull’assetto della Città, oltre che sul destino dei suoi abitanti. Le decisioni prese condurranno il giocatore su percorsi alternativi, ma sempre con il comune scopo di rimanere vigile; di rimanere vivo; ma, soprattutto, di rimanere umano.

Dying Light 2

Ulteriori dettagli condivisi dagli sviluppatori di Dying Light 2

Oltre a quanto mostrato dal trailer, gli sviluppatori hanno condiviso i seguenti, ulteriori dettagli sulla storia e sul gameplay di Dying Light 2.

Sono trascorsi 20 anni dagli eventi del primo episodio. Nel frattempo, il virus si è diffuso in tutto il pianeta, uccidendo il 98% della popolazione mondiale.

L’Umanità ha usato un potente attacco chimico per uccidere gli infetti, ma questo ha generato una grave contaminazione e intanto altre specie si sono evolute dalle precedenti. Aiden, il protagonista, è stato infettato a sua volta e dovrà lottare per “rimanere umano”. Le scelte su come fare, comunque, con chi allearsi o combattere e se fare fronte comune con i Nightrunners o meno, spettano al giocatore.

Le alleanze con le fazioni detteranno anche la presenza di queste ultime nei distretti della città, il che ne influenzerà la struttura. Elementi come automobili-trappola o corde lungo le quali calarsi potrebbero essere installate in alcuni punti della città dalla fazione che le domina e sfruttate dal giocatore per sopravvivere. Le scelte di alleati e nemici non saranno mai banali perché i personaggi saranno profondi e sfaccettati.

La mappa sarà un Open World diviso in due regioni, la cui esplorazione dipenderà fortemente dall’uso del parkour, per il quale sono previste il doppio delle mosse disponibili precedentemente e oltre 3000 animazioni. La città sarà punteggiata di rimasugli della vecchia civilizzazione e delle tane degli infetti, esplorabili la notte quando sono vuote.


Dying Light 2: data di uscita

Dopo una lunga attesa, finalmente il trailer rivela anche la data di uscita di Dying Light 2. Il gioco uscirà il 7 dicembre 2021 per PCPlayStation 5Xbox Series X/SPlayStation 4, e Xbox One.

Ulteriori aggiornamenti potrebbero apparire sul sito ufficiale del gioco o venir fuori dall’imminente E3 2021, che si terrà tra il 12 e il 15 giugno 2021.

Criterion 10

    Rispondi