Jurassic World Evolution 2, arriva il Late Cretaceous Pack

Frontier Developments ha rilasciato un nuovo DLC per Jurassic World Evolution 2. Il pacchetto, chiamato Late Cretaceous Pack, introduce quattro nuovi dinosauri da sfruttare per il nostro parco. Pur non essendo uno dei contenuti più succosi rilasciati fino ad ora, il contenuto aggiuntivo presenta una scelta di aggiunte piuttosto variegata che saprà sicuramente intrattenere i fan.

I dinosauri aggiunti in questo Late Cretaceous Pack per Jurassic World Evolution 2, infatti, sono di varia natura. Troviamo un volatile, un carnivoro, un erbivoro e un animale marino per soddisfare tutte le esigenze dei nostri visitatori.


Versione testata: Steam


I nuovi dinosauri

I nuovi arrivi per il nostro parco di Jurassic World Evolution 2 con questo Late Cretaceous Pack sono, come detto, quattro: Barbaridactylus, Alamosaurus, Australovenator e Styxosaurus. Le caratteristiche di queste creature sono piuttosto differenti tra loro e le analizzeremo di seguito.

Iniziamo dal Barbaridactylus. Come suggerisce il nome del pacchetto, si tratta di una specie vista al termine del cretaceo superiore. È un volatile originario del Nordafrica che si distingue per una vistosa cresta sulla testa. Si tratta di un aggiunta interessante per arricchire la lista di uccelli presente in Jurassic World Evolution 2.

Il successivo nella lista è l’Alamosaurus, un erbivoro dalle dimensioni titaniche. Si tratta di uno dei dinosauri più grandi di cui si abbia testimonianza al giorno d’oggi. La sua caratteristica distintiva, in questo caso, sono delle spine che percorrono il suo corpo lungo schiena, spalle e coda. Esse vanno a formare una sorta di corazza che, unita alle dimensioni decisamente notevoli della creatura, lo rende piuttosto pericoloso anche per i suoi predatori.

L’Australovenator, invece, è anch’esso un esemplare terrestre ma della famiglia dei carnivori. Si tratta di un dinosauro piccolo e veloce che, grazie proprio alla sua agilità, si rivela piuttosto pericoloso per tutte le sue prede. Le origini di questa creatura sono da ricondurre al territorio australiano, circa 95 milioni di anni fa. Jurassic World Evolution 2 presenta nel suo bestiario molti esemplari dalle caratteristiche simili, tuttavia, si tratta comunque di una piacevole aggiunta.

Infine, l’ultimo esemplare inserito da questo Late Cretaceous Pack è lo Styxosaurus. Anche in questo caso, si tratta di una creatura del cretaceo superiore che, però, abitava le profondità dell’oceano. Come gran parte delle aggiunte in questo pacchetto, anche lo Styxosaurus è un predatore. La sua caratteristica principale è l’elevata velocità con la quale è in grado di nuotare per raggiungere le sue prede. Gran parte di questa velocità, inoltre, era dovuta alle dimensioni delle sue pinne e alla forma del suo corpo che lo rendono un nuotatore letale.

Commento finale

Sicuramente questo Late Cretaceous Pack per Jurassic World Evolution 2 non è all’altezza di altri contenuti più corposi rilasciati da Frontier Development. Le aggiunte si limitano alle sole quattro creature trattate in questo articolo e, a differenza di altri contenuti minori rilasciati per il titolo, non sono presenti nemmeno skin per i dinosauri già presenti nel gioco. Tuttavia, per chi fosse in cerca di un pacchetto che garantisca un bilanciato assortimento di dinosauri, questo DLC, ambientato nel cretaceo superiore, può sicuramente rivelarsi una scelta valida per tutti coloro che volessero espandere il proprio parco di base.

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube
Telegram
Facebook
Gruppo Facebook
Twitch
Twitter
Instagram

Seguici sui nostri social media

Antonio Rodofile
Antonio Rodofile
Già da prima di imparare a scrivere, i miei genitori mi hanno messo un pad tra le mani. Quel pad, nel corso degli anni, ha cambiato forma, dimensioni, peso ma la passione è rimasta invariata. Dopo tanti anni di studi tra media, cinema e videogiochi, sono sbarcato un po' per caso e un po' per destino nella critica videoludica che concilia le mie due più grandi passioni: scrivere e giocare.

Rispondi

Ultimi articoli

Articoli che potrebbero interessarti

Follow us on Social Media