Recensione Cuffie Creative Zen Hybrid Pro SXFI, per un audio (quasi) senza limiti

Creative Technology è ormai un marchio che ci accompagna da svariato tempo; negli anni, abbiamo avuto la possibilità (ed il privilegio) di testare tanti prodotti dell’azienda con sede a Singapore, dagli auricolari per il semplice ascolto di musica passando per le differenti cuffie aurali (o ad arco) per giocare ai propri titoli preferiti, fino ad arrivare a casse (come le Pebble Pro), soundbar (qui la recensione della Katana SE) e altri particolarissimi prodotti. Device ragionati, solidi e ben costruiti che offrono all’utente – al contempo – anche un ottimo rapporto qualità-prezzo, un qualcosa che oggigiorno è sempre più difficile da trovare. Fra le ultime aggiunte al catalogo, troviamo le nuove cuffie wireless della serie Creative Zen Hybrid Pro e dei relativi modelli, Creative Zen Hybrid Pro Classic e Creative Zen Hybrid Pro SXFI.

Si tratta di cuffie dal design particolare, che rappresenta una vera e propria evoluzione rispetto a quanto avevamo già visto con le Creative Zen Hybrid (qui la nostra recensione completa). Inoltre, sono tutte dotate di interessanti funzionalità come la Cancellazione Attiva del Rumore (ANC) ibrida e la Modalità Ambiente, driver al Neodimio da 40 mm (piuttosto potenti e che garantiscono che ogni nota sia riprodotta con potenza e precisione, offrendo un’esperienza sonora ricca e accattivante) e una durata della batteria (fino a 100 ore) a dir poco impressionante. Insomma, si tratta di cuffie perfette sia per un utilizzo “daily” e sia per godersi – da soli o in compagnia – le proprie serate fra film e gaming.

Le tre versioni disponibili:

  • Zen Hybrid Pro (standalone): dispone di driver da 40 mm, Bluetooth 5.3 ed è predisposto per LE Audio. Fino a 100 ore di durata della batteria. Prezzo: 99,99 €
  • Zen Hybrid Pro Classic: include nella confezione il trasmettitore Creative BT-L3 che permette di accedere a LE Audio e il microfono ad asta staccabile. Prezzo: 119,99 €
  • Zen Hybrid Pro SXFI (modello top di gamma): include il trasmettitore Creative BT-L4 con il chip Super X-Fi UltraDSP e la modalità SXFI BATTLE per godersi al meglio i propri giochi. Naturalmente anche questo modello è equipaggiato con il microfono ad asta staccabile. Prezzo: 149,99 €

Specifiche Creative Zen Hybrid Pro, Classic e SXFI

Modello di cuffiaCreative Zen Hybrid ProCreative Zen Hybrid ProClassicCreative Zen Hybrid Pro SXFI
Durata della batteriaFino a 100 oreFino a 100 oreFino a 100 ore
ConnettivitàBluetooth 5.3Bluetooth 5.3Bluetooth 5.3
Codec audioLC3+, LC3, AAC, SBCLC3+, LC3, AAC, SBCLC3+, LC3, AAC, SBC
Microfono5 microfoni5 microfoni5 microfoni
DNN
Controllo del rumoreANC ibrido, modalità ambienteANC ibrido, modalità ambienteANC ibrido, modalità ambiente
Ultra Low Latency Mode
ControlliPremere il pulsantePremere il pulsantePremere il pulsante
Software Super X‐Fi/ Super X‐Fi READY
Tecnologia Super X-Fi
Siri/Assistente Google
DriverDriver dinamici full-range rivestiti in titanio da 40 mmDriver dinamici full-range rivestiti in titanio da 40 mmDriver dinamici full-range rivestiti in titanio da 40 mm
AccessoriCavo di ricarica USB-CTrasmettitore audio BT‐L3, microfono con asta staccabile, cavo di ricarica USB‐CTrasmettitore audio BT‐L4 SXFI, microfono con asta staccabile, cavo di ricarica USB‐C
ColoreNeroNeroNero
Creative Zen Hybrid Pro, Classic e SXFI

Confezione di vendita

  • 1 x Creative Zen Hybrid ProSXFI
  • 1 x trasmettitore audio SXFI wireless Creative BT-L4
  • 1 x microfono con asta staccabile
  • 1 x cavo di ricarica da USB-C a USB-A
  • 1 x guida rapida

Il potere di LE Audio

La tecnologia LE Audio sta letteralmente cambiando le carte in tavola nel settore audio. L’obiettivo è quello di trasformare il modo in cui gli utenti vivono l’esperienza dell’audio wireless. Questa tecnologia – grazie ad un codec audio avanzato – offre un sound di qualità superiore con un bitrate inferiore che combinato con la classica tecnologia Bluetooth (in versione 5.3) a cui gli utenti sono abituati, non soltanto migliora le prestazioni audio generali (permettendo nello specifico di godere di una migliore qualità audio a velocità di trasmissione dati inferiori), ma permette di estendere anche la durata della batteria, il che garantisce un’esperienza di ascolto senza eguali e di alta qualità, senza interruzioni e senza soluzione di continuità.

LE Audio, inoltre, permette di condividere esperienze audio del tutto nuove. Con il supporto sia per modalità unicast che broadcast, è possibile godere di flussi audio sia da soli o decidere di condividerli su più dispositivi. Questa funzionalità è particolarmente utile nelle situazioni in cui più persone desiderano ascoltare lo stesso contenuto audio senza disturbare gli altri (che possiamo pertanto definire uno-a-molti). Attraverso questa modalità gli utenti possono altresì sintonizzarsi su flussi audio pubblici o captare l’audio da schermi televisivi pubblici, trasformando i dispositivi abilitati per LE Audio in veri e propri portali di ascolto collettivo. La qualità audio utilizzando la modalità broadcast è leggermente inferiore alla modalità unicast, offrendo un suono un decisamente meno incisivo alle frequenze più alte e presentando più interruzioni rispetto alla modalità unicast.

In ultimo, la modalità Ultra-Low Latency (ULL) garantisce una riproduzione audio più fluida che mai (grazie ad una latenza di appena ~ 20 ms). Questa funzionalità assicura pertanto una sincronizzazione velocissima e stabile e va anche a ridefinire l’esperienza audio soprattutto per chi è dedito al gaming o è appassionato di cinema e serie TV.

Trasmettitore audio BT‑L4 SXFI

Il trasmettitore BT-L4 disponibile nella confezione di vendita di Creative Zen Hybrid Pro SXFI consente alle cuffie di sbloccare l’elaborazione audio Super X-Fi (standard proprietario lanciato nel 2018). L’obiettivo è creare un’esperienza di ascolto più coinvolgente grazie alla possibilità per l’utente di poter mappare il proprio orecchio, andando a “virtualizzare” un sistema multi-altoparlante 3D. La modalità SXFI BATTLE, sempre inclusa nel modello da noi provato, ottimizzata per i videogiochi, grazie ai segnali audio posizionali, si adatta perfettamente al gaming competitivo e non solo. Sul retro del dongle è presente un pulsante che consente l’attivazione dell’accoppiamento Bluetooth (attraverso una pressione prolungata del tasto) o il passaggio alla modalità trasmissione (cliccando invece due volte) o di abilitare SXFI (cliccando una volta). 

Design e qualità costruttiva

Creative Zen Hybrid Pro SXFI presenta un design elegante e moderno che difficilmente passa inosservato. Le cuffie – ad eccezione dell’archetto regolabile in metallo (ricoperto da tessuto sintetico) – sono realizzate interamente in plastica (di buona qualità) piuttosto solida e resistente (anche se non danno la sensazione di essere “premium”). I padiglioni auricolari (in similpelle) sono progettati per ruotare e piegarsi, rendendo le cuffie facili da riporre e trasportare (peccato manchi un sacchetto o comunque qualche genere di protezione). Il confort complessivo è buono, l’archetto non stringe più del dovuto e i cuscinetti forniscono un’ammortizzazione confortevole per sessioni di ascolto ed utilizzo prolungate.

I pulsanti di controllo (fisici e non touch) sono comodamente posizionati sui padiglioni auricolari. Il padiglione auricolare sinistro ospita il pulsante di accensione, di disattivazione del microfono e la rotella del volume digitale, mentre il padiglione auricolare destro è dotato dei pulsanti ANC, riproduzione, avanti e indietro. Accoppiare le cuffie è un gioco da ragazzi, basta tenere premuto il pulsante di accensione per 4 secondi. Per spegnere, premere e rilasciare dopo 2 secondi (feature che non abbiamo trovato particolarmente comoda a dire il vero, non riuscendo a spegnerle se non dopo diversi tentativi). Il pulsante di accensione funziona anche come commutatore di modalità, consentendo agli utenti di passare alla modalità trasmissione con un doppio clic.

Da segnalare l’assenza dello standard jack da 3,5 mm e la presenza sui padiglioni dei LED RGB personalizzabili

Qualità del Suono

Come suonano queste Zen Hybrid Pro SXFI? Grazie ai driver dinamici full-range da 40 mm personalizzati con rivestimento in titanio, il suono è davvero forte. Nello specifico, in modalità standard, i bassi sono a dir poco potentissimi mentre gli alti offrono si chiarezza ma faticano a risaltare rispetto al roboante suono dei bassi. Ciò sta a significare che le Zen Hybrid non si adattano all’utente che è alla ricerca di un’esperienza di ascolto neutra, sebbene tale problematica possa essere facilmente superata tramite l’EQ personalizzato disponibile tramite l’App Creative. Tuttavia, quando viene attivata la modalità Super X-Fi, le Zen Hybrid Pro cambiano letteralmente pelle, offrendo un’esperienza audio cinematografica multicanale surround coinvolgente e ben bilanciata (anche se lievemente appesantita sulla gamma medio-alta). In questo modo, l’ascoltatore può sentire anche i minimi dettagli offerti dall’audio direzionale, con la musica che sembra provenire “dal di fuori delle cuffie stesse”, come se si trovasse davanti ad un vero e proprio palcoscenico. Attivando invece il Super X-Fi BATTLE (pensato per il gaming), oltre ai segnali audio spaziali, i giocatori possono godere anche di quelli posizionali il che – associando la modalità Ultra-Low Latency (ULL) – migliora ulteriormente il senso di direzionalità dei suoni. Insomma, il suono finale – sebbene dipenda molto dalle proprie preferenze personali – è decisamente immersivo, andando a creare un senso di spazio e profondità nell’audio difficilmente sperimentabile su altre tipologie di cuffie. Per quanto riguarda invece l’ANC, la modalità è attivabile pigiando il relativo pulsante sul padiglione destro. C’è da dire che funziona bene, riducendo – grazie ai quattro microfoni per la Cancellazione Attiva del Rumore Ibrida dedicati, feedforward e feedback, il rumore di fondo. Purtroppo mancano i controlli ANC avanzati, il che avrebbe reso la feature ancora più interessante. 

Microfono

Il microfono con asta rimovibile è disponibile nei bundle Classic e SXFI. La qualità delle chiamate/call (sebbene a differenza di altri prodotti del marchio manchi della funzionalità CrystalVoice) non è male se ci si trova in ambienti chiusi e soprattutto privi di rumori esterni, va meno bene in ambienti aperti e rumorosi, in cui la conversazione si fa decisamente più ostica. Per farvi un’idea, potete ascoltare il sample audio che abbiamo registrato:

Qui di seguito invece, la prova effettuata scollegando il microfono ad asta ed utilizzando direttamente quelli integrati e che supportano il Deep Neural Network (DNN) basata sull’intelligenza artificiale, la tecnologia che utilizza un algoritmo di deep learning che elimina il rumore indesiderato in tempo reale (non è disponibile per il microfono ad asta rimovibile):

App Creative

L’App Creative è disponibile sia su mobile e sia su Windows e consente agli utenti di accedere ad una pletora di funzionalità e impostazioni atte a migliorare la propria esperienza audio. E’ possibile regolare le impostazioni di Acoustic Engine, EQ, SXFI e Mixer, intervenendo altresì su altri parametri come Surround e Crystallizer, il tutto in base alle proprie preferenze. All’interno dell’app, è possibile anche alternare tra audio LE e audio ULL e attivare la modalità “broadcast”.

Durata della batteria

La durata della batteria è a dir poco incredibile. Senza ANC attivato, è possibile arrivare a circa 100 ore di riproduzione, con ANC attivato a circa 80 ore. In caso di necessità, con una ricarica rapida di soli 5 minuti è possibile ottenere 5 ore di ascolto.

Commento finale

Creative Zen Hybrid Pro SXFI, è una cuffia poliedrica, non perfetta, ma che ci è piaciuta davvero tanto. La tecnologia LE Audio, grazie ad un codec audio avanzato – offre un sound di qualità superiore con un bitrate inferiore – che combinato con la tecnologia Bluetooth 5.3 in dotazione sulla serie Zen Hybrid Pro – non soltanto migliora le prestazioni audio generali ma permette di estendere anche la durata della batteria (a dir poco infinita), il che garantisce un’esperienza di ascolto (al netto di una forte tendenza verso i bassi) senza eguali e di alta qualità. Interessante anche la feature per la modalità unicast e broadcast, che permette all’utilizzatore di godere di flussi audio sia in singolo o di decidere di condividerli su più dispositivi o ancora di sintonizzarsi su sorgenti audio pubbliche o captare addirittura l’audio da schermi televisivi pubblici. Inoltre, a fare davvero la differenza rispetto ad altre cuffie in commercio, è il supporto della tecnologia proprietaria SXFI, che fa si che queste Zen Hybrid Pro, si trasformino in un vero e proprio palcoscenico cinematografico virtuale 3D, offrendo un audio ricco soprattutto per gli appassionati di cinema e serie TV ma anche per chi è alla ricerca di un’esperienza di ascolto sonora particolare e ancora più immersiva. Gradita la presenza dell’ANC, che sebbene manchi di controlli avanzati, il che avrebbe reso la feature ancora più interessante, funziona piuttosto bene. Peccato per la scelta di proporre le cuffie quasi in “full” plastic, si buona ma che non da quella sensazione premium offerta da altri marchi e per la mancanza (inspiegabilmente) di un involucro per il trasporto. In definitiva, considerando anche il prezzo inferiore ai 150 €, queste Zen Hybrid Pro SXFI, possono davvero adattarsi a qualsiasi tipologia di orecchio e di utilizzo; quindi se siete alla ricerca di nuove cuffie che suonino bene e non costino un occhio della testa, date una chance a queste Zen Hybrid Pro SXFI.

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube | Telegram | Facebook | Gruppo FB | Twitch | Twitter | Instagram

Seguici sui nostri social media

8.5

Creative Zen Hybrid Pro SXFI


Creative Zen Hybrid Pro SXFI, è una cuffia poliedrica, non perfetta, ma che ci è piaciuta davvero tanto. La tecnologia LE Audio, grazie ad un codec audio avanzato - offre un sound di qualità superiore con un bitrate inferiore - che combinato con la tecnologia Bluetooth 5.3 in dotazione sulla serie Zen Hybrid Pro - non soltanto migliora le prestazioni audio generali ma permette di estendere anche la durata della batteria (a dir poco infinita), il che garantisce un’esperienza di ascolto (al netto di una forte tendenza verso i bassi) senza eguali e di alta qualità. Interessante anche la feature per la modalità unicast e broadcast, che permette all'utilizzatore di godere di flussi audio sia in singolo o di decidere di condividerli su più dispositivi o ancora di sintonizzarsi su sorgenti audio pubbliche o captare addirittura l’audio da schermi televisivi pubblici. Inoltre, a fare davvero la differenza rispetto ad altre cuffie in commercio, è il supporto della tecnologia proprietaria SXFI, che fa si che queste Zen Hybrid Pro, si trasformino in un vero e proprio palcoscenico cinematografico virtuale 3D, offrendo un audio ricco soprattutto per gli appassionati di cinema e serie TV ma anche per chi è alla ricerca di un'esperienza di ascolto sonora particolare e ancora più immersiva. Gradita la presenza dell'ANC, che sebbene manchi di controlli avanzati, il che avrebbe reso la feature ancora più interessante, funziona piuttosto bene. Peccato per la scelta di proporre le cuffie quasi in "full" plastic, si buona ma che non da quella sensazione premium offerta da altri marchi e per la mancanza (inspiegabilmente) di un involucro per il trasporto. In definitiva, considerando anche il prezzo inferiore ai 150 €, queste Zen Hybrid Pro SXFI, possono davvero adattarsi a qualsiasi tipologia di orecchio e di utilizzo; quindi se siete alla ricerca di nuove cuffie che suonino bene e non costino un occhio della testa, date una chance a queste Zen Hybrid Pro SXFI.

PRO

Supporto LE Audio | lo standard SXFI rende l'esperienza sonora surround coinvolgente | Ultra-Low Latency (ULL) garantisce una riproduzione audio più fluida che mai | davvero confortevoli | controlli fisici ... finalmente! | possibilità di poter scegliere fra modalità unicast che broadcast ...

CONTRO

... sebbene quest'ultima offra un sound leggermente inferiore a quella unicast | l'audio standard non convince | la qualità costruttiva è buona ma non è propriamente "premium" | Manca il sacchetto per il trasporto |
Riccardo Amalfitano
Riccardo Amalfitano
Videogiocatore sin dalla "tenera" età, amante anche di manga, cinema e serie TV. Ho dimenticato qualcosa? Sicuramente!

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles

Follow us on Social Media