Recensione scheda audio Creative Sound Blaster Audigy FX V2

Recensione scheda audio Creative Sound Blaster Audigy FX V2

Ci sono diverse soluzioni audio disponibili attualmente sul mercato e, ad essere onesti, molte schede madri ne presentano di integrate davvero di buon livello. Per la maggior parte degli utenti, collegare gli altoparlanti, le cuffie, o qualsivoglia dispositivo audio, direttamente alla scheda madre, è più che sufficiente. Tuttavia, non tutte le schede madri soddisfano gli standard o le capacità di elaborazione audio e le funzionalità di fascia alta come il surround 7.1 e l’audio DSD risultano essere prerogative di schede piuttosto costose. Fortunatamente, Creative ha la soluzione e si chiama: Creative Sound Blaster Audigy FX V2. Si tratta di una scheda audio che permette di migliorare la resa sonora dei propri dispositivi senza spendere una fortuna.

La versione originale di questa scheda audio, così come la “sorella” più grande prima di essere aggiornata con la Sound Blaster Z SE (qui la nostra recensione) è disponibile sul mercato ormai da anni, quindi, anche per la più “piccola” della famiglia, era arrivato il momento di una revisione. L’estetica migliorata e la qualità costruttiva sono un dato di fatto. Tuttavia, c’è anche il supporto per le ultime tecnologie dell’azienda di Singapore: Sound Blaster Acoustic Engine, SmartComms Kit e, con il componente aggiuntivo DBPRO, che consente persino la riproduzione DSD256, l’audio surround completo 7.1 e presenta anche l’uscita ottica.

L’audio surround 5.1 (o 7.1), l’audio di alta qualità con 120 dB SNR e la riproduzione 24 bit a 192 kHz rendono la Sound Blaster Audigy FX V2 un’opzione interessante per coloro che desiderano potenziare il proprio set di altoparlanti o ottenere il meglio dalle proprie cuffie o auricolari.

Confezione di vendita e accessori

Nella confezione di Audigy Fx V2 troverete la scheda audio, una piastra posteriore più corta per installazioni di sistemi a basso profilo e una guida rapida. Basterà semplicemente installare il dispositivo (praticamente plug and play) e il gioco è fatto.

Il DBPro viene fornito con una staffa a mezza altezza e una guida rapida. Tuttavia, c’è anche un cavo per collegarlo alla scheda audio principale, il quale ci è sembrato essere piuttosto solido e di facile fissaggio.

Uno sguardo più da vicino

Il nuovo design del circuito stampato (PCB) è un po’ più contenuto rispetto al precedente modello (a detta di Creative del 16%). Le colorazioni dell’hardware sono ora nero o argento, conferendogli un aspetto molto più uniforme e serio.

Il chipset è un ALC1220, che ha qualche anno sulle spalle ma è stato ben progettato e testato. È un chip di fascia media, piuttosto conveniente, ma soddisfa i requisiti della scheda in termini di I/O. Tuttavia, spiega anche del perché sia necessario aggiungere il supporto DSD, poiché non è nativo su questo tipo di chipset. Ancora una volta, la scelta è stata dovuta per motivi di costo, poiché poche persone avranno davvero bisogno di questa estensione.

È presenta anche un chipset secondario (CA0113-4AG), già disponibile sulle schede Creative da quasi un decennio, quindi è davvero affidabile.

Nel complesso, non c’è niente di troppo articolato in questa Audigy FX V2 ma è doveroso dire che questa scheda non manca di funzionalità.

La scheda può essere inserita agevolmente in una porta PCIe 1x (o come nel nostro caso, in una estensione della stessa).

Nel dettaglio:

Nella parte posteriore del prodotto sono installate cinque porte:

  • Ingresso line-in – Dispositivi mobili/Lettori MP3
  • Porta Mic-in – Microfono esterno (Mono)
  • Cuffie/Porta anteriore (L/R) – Cuffie a 4 poli/Cuffie/Canali anteriori per altoparlanti stereo o sistema di altoparlanti analogici 5.1
  • Uscita posteriore (L/R) – Sistema di altoparlanti analogici 5.1
  • Uscita centrale/subwoofer – Sistema di altoparlanti analogici 5.1

Parlando di dimensioni, la scheda audio in questione è molto più compatta di quanto si possa pensare. Misura 117,4 x 121 x 21,6 mm.

Il DBPRO è ancora più piccolo e risulta quasi difficile credere che possa migliorare ulteriormente le prestazioni del prodotto, ma vi garantiamo che fa quanto deve.

C’è un amplificatore operazionale 4558C nel mezzo (il chip più grande), dedicato alle configurazioni 7.1. Mentre gli altri chip più piccoli dovrebbero essere i controller per la porta ottica e per la decodifica audio DSD256.

Proprio come sulla scheda principale, c’è un connettore sul lato per permettere l’accoppiamento dei due device, più una singola porta ottica e un jack audio sul retro.

Prestazioni

In termini di hardware, il V2 è alla pari con la maggior parte delle moderne soluzioni audio. La qualità sembra buona e la potenza complessiva risulta, senza alcun dubbio, essere più elevata, soprattutto se si utilizzano auricolari (come quelli AKG della Samsung da noi testati) o cuffie ad arco (come le Teufel Cage).

Ad accompagnare il tutto ci pensa il comodo software di Creative, il quale continua a migliorare mese dopo mese e l’interfaccia intuitiva e facile da usare consente di scegliere agevolmente alcuni fantastici set preimpostati.

Il surround virtuale, funziona molto bene così come il Crystalizer che funge da upscaler del suono. Senza dimenticare il Dialog +, che rende i dialoghi ancora più chiari e naturali.

È disponibile anche un EQ, con un preamplificatore completo, cursori per bassi e alti, nonché un mappatore EQ a 10 punti completo. In questo modo l’utente può regolare a proprio piacimento i parametri degli altoparlanti.

Quanto costa?

Creative Sound Blaster Audigy FX V2 è disponibile al prezzo consigliato di 54, 99 € mentre il DBPro al prezzo di 17,99 €. Insomma per poco più di 70 € vi portate a casa una scheda audio di tutto rispetto e dalle notevoli prestazioni.

Commento finale

Nonostante Creative Sound Blaster Audigy FX V2 non sia la soluzione di punta di Creative Tecnology, rappresenta un’ottima soluzione per chi è alla ricerca di una scheda audio dedicata dal notevole rapporto qualità/prezzo e siamo sicuri che si adatta perfettamente alla stragrande maggioranza degli utenti PC. Considerando la presenza di diverse porte dedicate, che permettono di passare correttamente da una configurazione 5.1 a quella 7.1 o di utilizzare microfono, auricolari, cuffie, all’uscita ottica aggiuntiva sul DBPro, all’eccellente software dedicato che offre una suite software completa, questa Audigy FX V2 non ha davvero rivali.

Inoltre, l’EQ e le funzionalità come Dialog+, Crystalizer, aggiungono ancora più valore ad una scheda audio già di per sé eccellente. I profili sono davvero facili da selezionare e settare e il miglioramento che forniscono è incredibile. Aggiungete a ciò che SmartComms Kit permette un potente isolamento acustico, silenziamento automatico e registrazione pulita del microfono senza praticamente alcuna configurazione o azione da parte dell’utente. ideale sia per chi lavora da casa in smart working o vuole avere chat di gioco chiare e senza distorsioni.

/



Pros


Cons

Riccardo Amalfitano
Videogiocatore sin dalla "tenera" età, amante anche di manga, cinema e serie TV. Ho dimenticato qualcosa? Sicuramente!

Latest articles

spot_imgspot_img

Related articles

Rispondi

spot_imgspot_img