Il Metaverso e il Multiverso – Le nuove frontiere dell’intrattenimento

È impossibile prevedere quale sarà il più grande film tra un decennio. Lo stesso vale per i giochi e per la musica, così come per lo sport e per i social network. Data la velocità con cui si muovono l’informazione, la cultura e la digitalizzazione è davvero difficile per chiunque fare delle ipotesi certe. Forse i supereroi continueranno a regnare supremi e magari il disc golf otterrà finalmente un riconoscimento a livello globale tra 10 anni. In questo momento è già molto difficile fare dei pronostici calcio oggi con la fortuna di centrare una vincita interessante. Una cosa però potrebbe benissimo accadere: i più popolari film, giochi, social network e sport potrebbero unirsi ed essere la stessa cosa.

Che si tratti di fumetti, di film di successo o di una nuova serie in streaming, l’idea di prodotti che abbracciano diversi medium non è nuova. Ci sono sempre stati, ad esempio, personaggi del mondo Marvel all’interno di videogiochi, con avventure che vedevano Capitan America e Spider-Man presenti insieme, in un contesto differente dal fumetto. Gli ultimi anni hanno dato vita a un nuovo tipo di esperienza di intrattenimento onnicomprensiva che cerca di dare tutto a tutti, ma che richiede il “tempo” in cambio.

Come tutto ha avuto inizio

Spesso tutto questo inizia dal videogioco. Poco più di un decennio fa Riot ha pubblicato League of Legends, un gioco di strategia 5Vs5 ambientato in un regno fantastico in cui i giocatori prendevano il controllo di vari esseri magici nel tentativo di distruggere il cristallo dell’altra squadra. Per molti versi era solo un altro gioco multiplayer per PC, che non sembrava così differente rispetto a Dota 2 di Valve.

Oggi LoL è qualcosa di completamente diverso, rimane fondamentalmente lo stesso, ma tutto ciò che lo circonda è cambiato. Ci sono fumetti di League of Legends e una serie Netflix. Il gioco ha tre band virtuali con album che si possono ascoltare su Spotify che vanno dal metal al K-pop, e un personaggio che ha iniziato come influencer su Instagram. Queste band si sono “esibite” attraverso la magia dell’AR, con ologrammi vestiti in abiti firmati, all’annuale League of Legends World Championship, un evento esport con milioni di spettatori e squadre professionali di tutto il mondo.

League of Legends non è più un gioco, è uno stile di vita e lo stesso si potrebbe dire di Fortnite, che ha iniziato la sua vita come un battle royale e ora ospita festival del cinema e concerti, emulando qualsiasi gioco sfidi il suo primato. È uno dei più popolari “luoghi” di ritrovo per gli adolescenti, al punto che la Epic ha aggiunto un’area priva di violenza dove si può virtualmente fare festa. Questa è la mentalità del metaverso, ovvero quella di creare un gioco, o un mondo virtuale, che abbia tutto quello che si può desiderare. Fortnite e LoL sono storie, sport e spazi sociali e altro ancora.

Tutto compete con tutto

Concetti come transmedia e mondi virtuali hanno fluttuato per anni nell’immaginario comune, ma ora stanno decollando grazie a un mix tecnologico concreto. Il successo di questi giochi e fumetti trasformati in esperienze di intrattenimento ha cambiato il modo in cui le aziende si avvicinano alle nuove produzioni. Sicuramente i film standalone usciranno ancora, così come i videogiochi single-player non sono completamente scomparsi, ma stanno diventando sempre più rari.

Tutto compete con tutto; Netflix contro Fortnite contro TikTok. Per rimanere “rilevanti” non si può essere solo una cosa. Quando la società dietro PUBG ha annunciato che stava prendendo in licenza il romanzo fantasy coreano The Bird That Drinks Tears, non ha annunciato un gioco o un film, ma piuttosto i piani per un franchise multimediale. Netflix e Amazon stanno facendo giochi, Riot e Ubisoft stanno facendo show televisivi. Facebook ha appena ribattezzato la sua intera azienda intorno a un software metaverso.

Le aziende stanno investendo sempre di più in questi progetti pensandoli come franchise di media portata fin dall’inizio. Andremo a vedere il trailer del nuovo film di Fortnite su uno schermo all’interno di Fortnite, sorseggiando una lattina IRL di Slurp Juice seduti di fianco ad un amico che assomiglia a una versione finta di Peely. Il problema è che quando queste cose diventano totalizzanti non lasciano molto spazio per altro. Sarà un nuovo tipo di universo, dove multi e meta si combinano, e il tempo libero sarà ancora meno.

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube
Telegram
Facebook
Gruppo Facebook
Twitch
Twitter
Instagram

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles