Il processore Cell della PS3 passa a 65nm

IBM e Sony annunciano di aver avviato la produzione di chip Cell a 65 nm. Minori costi e risparmio energetico anche per PS3

Playstation 3 a 65nm

Ibm ha annunciato di aver avviato presso lo stabilimento di Fishkill, la produzione del processore Cell con tecnologia a 65 nm. Il processore Cell, nato dalla collaborazione di Sony Toshiba e IBM, equipaggia attualmente la console di Sony la Playstation 3 e la linea di server “Blade” di IBM.

Il passaggio alla tecnologia a 65 nm permetterà non soltanto un notevole risparmio energetico ma soprattutto la riduzione del costo di produzione dagli attuali 89$ della versione a 90nm a ai circa 60$ della versione a 65nm secondo le stime di iSupply.

Si tratta di un passaggio obbligato per Sony che si inserisce nell’ambito di una più generale strategia riduzione dei costi di Playstation 3 che attualmente, sempre secondo le stime di iSupply, costa a Sony 200$ di perdite per ogni console venduta. Nell’ambito di questa strategia Sony ha già sostituito nella versione europea della console, il chipset “Emotion Engine” che avrebbe dovuto garantire piena compatibilità con i giochi della precedente generazione di console, con una emulazione di tipo software.


Le prime console con i nuovi processori potrebbero essere sugli scaffali americani e giapponesi già a partire da maggio.

Il rilascio di Playstation 3 in Europa è previsto per il 23 marzo



PRO


CONTRO

Arturo D'Apuzzo
Nella vita reale, investigatore dell’incubo, pirata, esploratore di tombe, custode della triforza, sterminatore di locuste, futurologo. In Matrix, avvocato e autore di noiosissime pubblicazioni scientifiche. Divido la mia vita tra la passione per la tecnologia e le aride cartacce.

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles