Killzone 2, Guerrilla e gli screens ritoccati

Sua maestà KillZone 2 fa circolare screenshots taroccati, parola del Quality Assurance Manager di Guerrilla Seb Downie

KillZone 2 screens

Il quattro dicembre scorsi sono stati lanciati da Guerrilla, team di sviluppo dell’attesissimo KillZone 2, definito a più riprese come uno degli FPS più promettenti in circolazione, tanto da essere chiamato “sua maestà KillZone 2” dai fans, alcuni screenshots in game per far sapere al mondo quanto di buono gli sviluppatori stessero facendo dallo scorso E3.

Ieri è arrivata invece la notizia che gli screenshoots rilasciati sono stati “modificati” con “piccolissimi” ritocchi ai colori e altri accorgimenti, ma niente di essenziale, a dirlo è il QA Manager dello stesso team di sviluppo del gioco, Seb Downie.

Certo è che Seb Downie non manca di coraggio nel dare la notizia, visto che ormai è una pratica diffusa quella di ritoccare le immagini dei giochi in un momento iniziale, rendendole più simili a come il gioco apparirà alla fine dello sviluppo rispetto a come si presenta effettivamente al momento della pubblicazione degli screenshoots.

In molti però si chiedono se il team Guerrilla non stia attraversando un brutto momento e se il gioco sia verametne all’altezza; infatti circa due anni fa fu pubblicato un video incredibile di KillZone (si discuteva allora se fosse in-game o prerenderizzato) ed ora lo stesso team a distanza di tanto tempo ha bisogno di ritoccare le immagini per dare una buona impression e tenere alta l’attenzione su di sè.

Giudicate con i vostri occhi (screenshoots ritoccati a confronto con quelli tratti dal trailer mostrato all’E3 2007):

Se questo articolo vi è piaciuto e volete vederne altri, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube
Telegram
Facebook
Gruppo Facebook
Twitch
Twitter
Instagram



PRO


CONTRO

Carmine Iovino
Carmine Iovino
In rete: TUTTOLOGO // Appassionato di Videogames e NERD tourettico // Nella vita: Avvocato Penalista

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles