Recensione in pillole Nickelodeon Kart Racers 3: Slime Speedway

Da qualche giorno è disponibile Nickelodeon Kart Racers 3: Slime Speedway, nuovo capitolo della fortunata serie di corse con i popolari personaggi dell’emittente statunitense. Un successo che rappresenta uno dei pochi esempi contemporanei all’interno di un genere piuttosto particolare, quello dei kart game, che vive di autentici paradossi.

Da un lato, un enorme potenziale ludico e commerciale al quale hanno tentato di attingere, con alterne fortune (di critica e pubblico), grandi aziende, come la sempre volenterosa SEGA con Sonic & All Stars Racing Transformed (acclamato dai più, ma il cui scarso successo commerciale ha tristemente portato al meno ispirato Team Sonic Racing). Dall’altro lato, il dominatore assoluto della scena, Mario Kart 8 Deluxe, uscito originariamente su WiiU nel lontano 2014 (si, quasi dieci anni fa) e che continua imperterrito a macinare successi (ed introiti) grazie a recenti e massicce campagne DLC. In tempi recenti, un’unica boccata d’aria “fresca” rappresentata dall’eccellente ritorno di Crash Team Racing Nitro-Fueled, remake potenziato (ma pur sempre remake) dall’originale CTR uscito per la prima PlayStation.

Sviluppato da Bamtang Games e pubblicato da GameMill Entertainment, Nickelodeon Kart Racers 3: Slime Speedway si propone di dare nuova linfa alla apprezzata serie con una generosissima quantità di contenuti. Sarà abbastanza?

Il titolo è disponibile per PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series, Nintendo Switch e PC (via Steam).

Preparatevi a scendere in pista!

Versione testata: PlayStation 5


Che gioco è?

Nickelodeon Kart Racers 3 è un tradizionale gioco di corse arcade su kart, che rispetta la propria tradizione ispirandosi al contempo alle caratteristiche più note dei più famosi competitor.

Il titolo non ha un preambolo narrativo o una modalità storia. Semplicemente, una vasta selezione di personaggi presi dai franchise più famosi di Nickelodeon si incontrano per sfidarsi in gare all’ultima derapata. Largo dunque ad un vasto roster, da SpongeBob alle Tartarughe Ninja, passando per Garfield, Jimmy Neutron, Avatar: The Last Airbender e molti altri. Una incredibile adunanza di personaggi iconici del mondo dell’animazione statunitense, che spazia da volti noti anche ad un pubblico più maturo, fino a produzioni molto più recenti che strizzano l’occhio ad una platea più giovane.

Un cast variegato che trova l’appoggio di una direzione artistica sgargiante, che rispetta ciascuna delle singole individualità pur calandole in un contesto organico. In questo senso, il gioco regala scorci piacevoli e coloratissimi, grazie ad una grafica che sintetizza perfettamente le proprietà intellettuali trasportando il giocatore in un elevato numero di ambientazioni e piste. Un lavoro di buon livello, accompagnato da una colonna sonora parimenti ben strutturata e selezionata.

Artisticamente il titolo rispetta le proprie IP, pur sintetizzandole in un prodotto coerente e coeso.

Bamtang Games propone una grande varietà di modalità disponibili, che richiamano quanto già visto nel predecessore pur aumentandone le quantità. Accanto alle gare singole, troviamo dunque le immancabili coppe da conquistare. Queste sono suddivise, come da tradizione, in diverse velocità che corrispondono ad una difficoltà progressivamente maggiore. Immancabili anche le classiche time trial, in cui il player potrà correre contro le lancette del cronometro o sfidare i fantasmi dei tempi migliori. Per i più spericolati, sono presenti arene dedicate al combattimento in cui sfruttare le abilità offensive del cast. Degna di menzione è poi una modalità sfida che ricorda quanto visto in Mario Kart DS, in cui il giocatore dovrà affrontare con successo molteplici prove sotto particolari stipulazioni. Una grande attenzione è rivolta anche alle modalità multigiocatore, in cui i giocatori potranno cimentarsi in gare e combattimenti sia in locale (fino a quattro giocatori) sia online.

Patrick non poteva di certo mancare all’appello.

Perché giocarlo?

Nickelodeon Kart Racers 3: Slime Speedway, lungi dall’essere un mero agglomerato di personaggi tratti da storiche saghe animate, è un gioco di kart competente e con una massiccia offerta ludica.

Slime Speedway propone un modello di guida convincente, pur se meno raffinato di quello proposto nel capolavoro Nintendo. Ciascuno dei 42 personaggi può contare su statistiche differenti che conferiscono differenti feedback, destinati tuttavia ad essere stravolti dalla personalizzazione del vostro mezzo di locomozione. Sia che la vostra scelta ricada su un tradizionale kart, sia che optiate per una più moderna moto, il titolo vi permetterà di scegliere la combinazione giusta tra oltre duecento pezzi suddivisi tra carrozzeria, gomme e tubi di scappamento. Con la giusta combinazione, potrete dunque modificare le caratteristiche di ogni pilota, per plasmarlo con i migliori settaggi per il vostro stile di guida. Ma la personalizzazione non finisce qui.

Accanto ai personaggi giocabili, vi sono infatti 62 membri della squadra e 30 capi tra cui scegliere. Oltre alla selezione del guidatore ed alla customizzazione del mezzo, sarete chiamati a farvi supportare da tre figure: due membri della squadra ed un capo. Ciascuno di essi potrà attribuirvi un particolare bonus passivo o attivo, da poter sfruttare in gara. Volete poter attraversare sullo sterrato senza compromettere la velocità o poter disporre di un’arma speciale extra? Potrete farlo, dando vita a combinazioni estremamente variegate. I risultati saranno determinati per le gare da dover affrontare, soprattutto alle difficoltà più elevate. Un risvolto tattico che impreziosisce ulteriormente l’offerta ludica.

Ciascuno dei personaggi (giocabili e non) e dei pezzi di kart, potranno essere sbloccati completando la grande quantità di modalità presenti, vincendo le coppe, completando le sfide e molto altro. Quello che non sarà possibile ottenere a suon di bandiere a scacchi, sarà acquistabile da un negozio ingame sfruttando la valuta che accumulerete. Se avete intenzione di raggiungere il 100%, ci sarà dunque un bel po’ di strada da fare.

Una volta scesi in pista, potrete sfrecciare nelle 40 piste disponibili, principalmente ispirate alle proprietà intellettuali Nickelodeon. Una selezione vasta e variegata, ciascuna arricchita da rampe, sezioni acquatiche, scorciatoie ed armi da raccogliere. Una impostazione tradizionale per il genere alla quale si aggiungono le slime speedway del titolo. Il player potrà infatti sfruttare la melma verde presente sul tracciato per potenziarsi in diversi modi. Accumulandola, si potrà attivare il bonus attivo del vostro capo. Facendovi bagnare dalla poltiglia, potrete sfruttare le sue abilità per avere un boost aggiuntivo nel turbo dopo i salti coi trampolini. Potrete addirittura imboccare delle scorciatoie rapidissime, stando bene attenti ad evitare gli ostacoli sul cammino. Ne risultano gare estremamente movimentate e dinamiche, specialmente con le velocità più sostenute.

La varietà non manca a Slime Speedway.

Perché no?

I limiti della produzione Bamtang Games risiedono forse nell’eccessivo ossequio nei confronti della tradizione.

Nonostante un’offerta ludica a tratti pantagruelica, Slime Speedway non offre sostanzialmente nulla di nuovo rispetto ai diretti rivali. A ben vedere, non lo fa neanche nei confronti del predecessore, di cui ricalca senza troppa fantasia le medesime modalità aumentando semplicemente le dosi. Un piccolo dispiacere dunque non poter contare su una semplice modalità storia come quella presente in CTR soprattutto alla luce del potenziale disponibile. Oppure, una modalità sfida espansa, magari legata alle peculiarità di ciascun personaggio giocabile. Con un cast del genere, impossibile non fantasticare su un approccio simile a quello fatto da Smash Bros. nel corso degli anni.

Una semplice modalità storia sarebbe stata molto apprezzata per dare maggiore freschezza all’offerta ludica.

Qualche piccolo problema emerge anche una volta scesi in pista. Nonostante la grande varietà visiva, alcune piste tendono a fornire ambienti fin troppo stretti. Si tratta di un preludio a situazioni piuttosto caotiche, in cui si perderà il feeling della gara in favore di segmenti dall’esito molto più randomico. Una situazione che è figlia anche del gran numero di meccaniche presenti, tra armi da raccogliere, slime da accumulare, bonus passivi ed attivi dei membri del team ed ostacoli ambientali. In alcuni momenti ci si ritroverà dunque in passaggi decisamente contenuti, con un potenziale delirio di armi, personaggi ed effetti, tali da compromettere la leggibilità in favore di un caos piuttosto evidente. Si tratta di situazioni occasionali ma che evidenziano qualche problema di bilanciamento generale tra la ricchezza di idee ed il track design. Una circostanza che stride ancora di più alla luce di una difficoltà tendente verso il basso, perlomeno alle velocità basse ed intermedie.

Alcune piste mettono in evidenza qualche limite della struttura ludica.

Commento finale

Nickelodeon Kart Racers 3: Slime Speedway segna il ritorno delle corse arcade dei personaggi più famosi dell’emittente statunitense. Un kart game ricchissimo di contenuti e modalità, che sostengono un gameplay convincente ed a tratti piacevolmente tattico. Nonostante l’abbondanza e la varietà della produzione Bamtang Games, il titolo non osa quanto potrebbe, limitandosi a ricalcare gli stilemi del genere di riferimento, cedendo il fianco a qualche piccola sbavatura nell’equilibrio ludico. Se siete fan del genere ma siete stanchi di Mario e Crash, SpongeBob e compagnia potrebbero essere la scelta giusta per trascorrere molte ore di divertimento.

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube
Telegram
Facebook
Gruppo Facebook
Twitch
Twitter
Instagram

Seguici sui nostri social media

8.0

Nickelodeon Kart Racers 3


Nickelodeon Kart Racers 3: Slime Speedway segna il ritorno delle corse arcade dei personaggi più famosi dell'emittente statunitense. Un kart game ricchissimo di contenuti e modalità, che sostengono un gameplay convincente ed a tratti piacevolmente tattico. Nonostante l'abbondanza e la varietà della produzione Bamtang Games, il titolo non osa quanto potrebbe, limitandosi a ricalcare gli stilemi del genere di riferimento, cedendo il fianco a qualche piccola sbavatura nell'equilibrio ludico. Se siete fan del genere ma siete stanchi di Mario e Crash, SpongeBob e compagnia potrebbero essere la scelta giusta per trascorrere molte ore di divertimento.

PRO

Un cast ricco e variegato | Gameplay divertente con un pizzico di tattica | Tantissimi contenuti |

CONTRO

Non diverge molto dai diktat del genere e dal predecessore | Manca un po' di coraggio | Qualche piccolo squilibrio ludico |
Danilo Di Gennaro
Danilo Di Gennaro
Viaggiatore nel tempo, utilizzatore della Forza, ex SOLDIER di 1° classe. Accanto ad una passione incrollabile verso il media videoludico da oltre 30 anni, nel tempo mi appassiono quadrimensionalmente a tutto ciò che proviene dal Giappone, nonché a cinema, serie tv, supereroi e molto altro. Allons-y.

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles

Follow us on Social Media