Returnal – Guida: 10 cose da sapere prima di iniziare

PS5 a pochi mesi dal lancio ci propone un’altra esclusiva, come già vissuto in Demon’s Souls Remake (qui la nostra recensione), alzando l’asticella della difficoltà a livelli ben più alti della media, di quelli che potrebbero essere i classici titoli di lancio di una nuova console. Returnal, il nuovo shooter roguelike di Housemarque, contribuisce a tenere molto alta questa soglia.

Returnal è un’esperienza assolutamente da provare su PS5, ma la difficoltà di questo sparatutto in stile roguelike potrebbe essere scoraggiante per alcuni. È facile essere sopraffatti da proiettili che volano verso dappertutto, mentre mostri tentacolari saltano dall’ombra intenti ad eliminarvi.

Le infinite morti e rinascite di Selene fanno parte dell’apprendimento che farete run dopo run; un viaggio alla scoperta del gameplay che vi consentirà di aumentare di livello abilità e conoscenze per superare ciò che sembra invincibile.

Tuttavia, Returnal ha molti livelli complessi che all’inizio possono toccare vette di sconforto, soprattutto se non si sviscera in profondità le meccaniche di gameplay, imparando percorsi, moveset dei nemici e quanto altro per sopravvivere.

Essendo stati ben attenti a non sfiorare nemmeno lontanamente la componente narrativa, cercheremo in questa guida di darvi le migliori indicazioni per tenere i nervi saldi e arrivare verso i titoli di coda.

Imparate ad accettare la morte

La morte fa parte dell’esperienza. Morirete. Perderete progressi ed oggetti. Ricomincerete tutto daccapo dalla vostra nave precipitata. Ma imparerete. Acquisirete preziose conoscenze.

“Forse vi siete precipitati attraverso quella porta d’oro sulla mappa senza rendervi conto dietro di essa potessero nascondersi parecchi mostri?”.

“Forse avete affrontato un boss prima di essere pronti?”.

Ora, la prossima volta che vedrete una porta d’oro o una boss fight, ci penserete due volte e forse giocherete un po’ più con cautela, o saprete come evitare gli attacchi che vi hanno ucciso. Per interrompere il ciclo, è necessario abbracciare il ciclo. La morte non è la fine, ma un’opportunità per un nuovo inizio.

Anche la fortuna gioca un fattore importante: a volte otterrete armi o manufatti eccellenti e layout di biomi, a volte avrete solo un ciclo sfortunato privo di drop utili. Imparare ad adattarsi fa parte dell’esperienza, ma imparare ad accettare la mano del destino è ancora più importante.

A volte la morte può semplicemente portare ad un ciclo oggettivamente migliore nella prossima run, e potrete usare quei cicli negativi per fare progressi su determinati aspetti che vi saranno utili più avanti.

La prudenza è vostra amica

Certo, i vari trailer e live streaming hanno mostrato la protagonista Selene che corre, schivando abilmente proiettili e facendo esplodere i nemici in nuvole di particelle brillanti, ma non abbiate paura di andare sul sicuro e di avanzare con cautela. Non c’è da vergognarsi ad eliminare un gruppo di nemici a distanza o di correre attraverso una porta per gestire meglio le ondate di nemici che vi precipiteranno addosso.

Se un atteggiamento prudente avrà contribuito a farvi sopravvivere, ne sarà valsa la pena.

Da notare, tuttavia, un aspetto importante: mentre gli oggetti rimarranno a terra per essere raccolti una volta che la carneficina sarà finita, gli obololiti scompariranno. Quindi giocare sul sicuro ci garantirà una sopravvivenza più longeva, ma abusarne, ci farà correre il rischio di rimanere a secco di valuta di gioco, per cui sarà fondamentale trovare il giusto equilibrio.

Returnal

Scatto & Melee

Se da un lato della medaglia c’è il safe combat, dall’altro avrete a disposizione due abilità per improntare in maniera molto più aggressiva il vostro stile. Non dimenticate questi preziosi strumenti ed integrateli in pianta stabile nel vostro gameplay.

A volte ha molto senso giocare in modo aggressivo: il combat in mischia è un’abilità molto potente che può one-shottare molti nemici minori e stordire i nemici più potenti. Lo scatto vi renderà immuni alla maggior parte dei proiettili mentre è attivo. Scattare può salvarvi la vita quando un muro di laser e proiettili sono diretti verso di voi. A volte può sembrare poco intuitivo precipitarsi in situazioni caotiche e concentrate di nemici, ma spesso questa è una linea d’azione migliore rispetto a schivare o scappare.

Cambiare pistole e sbloccare tratti

Quando raccoglierete una nuova arma, potrete notare che avrà un nuovo tratto bloccato. Utilizzarla, vi consentirà di sbloccare il tratto inutilizzabile. I drop futuri dell’arma con quel tratto specifico lo renderanno immediatamente disponibile. Alcuni di questi tratti delle armi possono cambiare il corso del gioco e sebbene vi sia un elemento di casualità, più armi usate e tratti sbloccate, migliori saranno le possibilità di ricevere drop utili alla vostra build e gameplay.

Questo è uno di quei sistemi di progressione permanente che rende il gioco molto diverso tra la prima ora di gioco e le successive, promuovendo la varietà nel gameplay costringendovi ad utilizzare le diverse pistole e familiarizzare con loro per sbloccare le loro skill.

Attenzione a cosa raccogliete

Alcuni oggetti nel gioco saranno “maligni” e risplenderanno di una luce violacea, con la possibilità di causare un malfunzionamento della tuta. Nei primi cicli, si tenderà a raccogliere tutto ciò che si trova, e questo significa rischiare spesso malfunzionamenti casuali a causa di oggetti maligni, rischiando per cui, di ritrovarsi rapidamente indeboliti, con menomazioni alle varie skill.

Gli oggetti maligni fanno parte della struttura rischio / rendimento di Returnal, ma non sempre vale la pena raccoglierli.

Se state attraversando una run particolarmente difficoltosa, ed infruttuosa a livello di drop, il consiglio è di ignorare del tutto gli oggetti maligni fino a quando non capirete meglio come impatteranno sulla build e potranno mitigarne gli effetti.

Non siate avari

L’etere è l’unica valuta che viene trasferita tra i cicli. Perderete tutti i vostri oboliti, ma il prezioso etere rimarrà. Bisognerà tenere presente che il limite massimo è però settato a 30, quindi non esitate a spenderlo.

Qualsiasi drop di etere che raccoglierete o guadagnerete oltre i 30 andrà essenzialmente sprecato, quindi sentitevi liberi di spenderlo senza grossi patemi d’animo.

Smantellare gli artefatti

Probabilmente non vi imbatterete in questo problema nelle prime ore di gioco, ma il numero di artefatti che potrete avere durante un ciclo è 15, dopodiché, non sarete più in grado di raccoglierne altri.

Gli artefatti migliorano varie skill di Selene, come corpo a corpo e scatto o vi permetteranno di guarire quando la salute si abbassa. Se avete già il numero max di artefatti, ma magari preferite l’ultimo droppato, potrete smantellare gli artefatti più vecchi in inventario, direttamente dal menu dell’equipaggiamento. Ciò vi consentirà di creare la vostra build attorno alle abilità che state utilizzando in quel determinato ciclo, piuttosto che essere costretti a scommettere sull’opportunità di attendere per raccoglierne di migliori.

Shortcut

Man mano che avanzate attraverso le varie aree di Atropo, sbloccherete scorciatoie che vi consentiranno di aggirare determinate aree e boss difficili. Se avete già abbattuto il boss del primo bioma, non è necessario combatterlo di nuovo per passare al secondo. La chiave del cancello è un oggetto permanente, ci sono scorciatoie simili in tutto il resto del gioco che vi permetteranno di muovervi più rapidamente attraverso ogni bioma ed evitare incontri che potrebbero terminare la vostra corsa prematuramente.

Detto questo, non abusatene! Andare avanti troppo velocemente senza acquisire più competenza nelle armi, artefatti e oboliti potrebbe rendervi impreparati per le sfide future.

Non spegnete quella console!

Uno degli aspetti più controversi di Returnal da tenere bene a mente è che il ciclo attuale terminerà se spegnerete la console o passerete ad un altro gioco, e sarete costretti a ricominciare da capo sul luogo dell’incidente di Helios, in assenza di artefatti, armi, o altri aggiornamenti permanenti che avete ricevuto.

Mettere la console in modalità riposo sospenderà il gioco e vi permetterà di riprendere esattamente da dove avevate interrotto. Quindi ogni volta che dovete riavviare completamente Returnal, sia a causa dello spegnimento completo della console o per la riproduzione di un altro gioco, perderete i progressi della vostra ultima run. Fondamentalmente la chiusura del gioco conterà come una morte in game.

Il post-end-game

Non diremo nulla di compromettente, perché la scoperta narrativa è un aspetto preponderante in Returnal, ma i titoli di coda non saranno la fine del viaggio di Selene.

Continuando ad esplorare, sbloccherete abilità aggiuntive ed ulteriori biomi, scoprirete altri tratti della trama e oggetti misteriosi ben oltre lo scorrimento dei titoli di coda. Potrete puntare al platino e partecipare alle sfide giornaliere arcade che richiederanno ai giocatori di accumulare punteggi più alti in run a bioma singolo. Una singola esecuzione perfetta di Returnal potrebbe richiedere solo poche ore se ci avrete preso molto la mano, ma in generale, questo gioco è molto più di un percorso lineare dall’inizio alla fine.

Never give up

Non riuscite a capire come arrivare da qualche parte nella mappa? State certi che in seguito riceverete un oggetto o un’abilità che vi consentirà di accedere a ciò che è apparentemente inaccessibile. Quell’oggetto sulla sporgenza in alto o quella piattaforma lontana che sembra impossibile da raggiungere potreste non essere in grado di raggiungerlo durante questo ciclo, ma le cose si apriranno di sicuro andando avanti.

Più giocherete a Returnal, più imparerete, vi adatterete e crescerete come giocatore, oltre ad acquisire progressi in game. I vostri primi momenti nel mondo di Atropos saranno molto diversi dalla quarantesima ora di gioco…

Fateci sapere se questi veloci suggerimenti vi saranno stati utili durante questa esaltante e pericolosa esperienza di gioco!

Stefano Taccari
Gamer dal 1987, padre di due piccoli gamers, griller, Dungeon Master e batterista hardcore. "I VG sono uno strumento che ci permette di entrare in contatto con altri universi".

Latest articles

spot_imgspot_img

Related articles

Rispondi

spot_imgspot_img