Back 2 The Past-oggi ci occupiamo di un duo unico, Banjo e Kazooie

Articolo di · 11 Ottobre 2018 ·

Orso e uccello? Un’accoppiata esplosiva.

Oggi amanti del retrogaming parliamo di uno dei platform che ha portato la storica software house britannica nell’Olimpo dei videogiochi.

Parliamo proprio dell’indivisibile duo composto dall’orso Banjo e dalla breegull (razza inventata dalla Rare) Kazooie.

Banjo in qualche modo era già una vecchia conoscenza dei videogiocatori, infatti avevamo già avuto la possibilità di giocarci su Diddy Kong Racing, altro titolo leggendario uscito su N64, che avremo modo di approfondire in un altro speciale.

A volte da fantastici sogni può nascere qualcosa di più…

Non tutti sanno che lo sviluppo di questo storico titolo nasce su SNES e il concept di base non includeva era totalmente differente da quanto conosciamo oggi, il nome in codice di questo nuovo titolo era “Project Dream: Land of Giants”.

Della storia attorno a questo progetto si sa ben poco, a parte che il protagonista, un giovane ragazzo di nome Edisone ed il suo fedele cane (Dinger) erano alla ricerca di Madeleine, la ragazza del protagonista.

Mentre il ragazzo era immerso nella ricerca, venne in contatto con un gruppo di pirati, capitanati dal malvagio Blackeye (lo stesso pirata che appare in Banjo-Tooie).

Non sono presenti altri dettagli, fortunatamente però esistono testimonianze in rete di questo progetto, fino a qualche anno fa limitato al rango di “leggenda metropolitana”.

Lo sviluppo si spostò sulla nuova macchina di Nintendo, ma vista la grande richiesta di potenza computazionale, il gioco venne spostato su N64DD (Disk Drive), ma non vide mai la luce.

Alcuni personaggi sono stati spostati da questo progetto al nuovo. Infatti, l’orso Banjo che appariva come personaggio secondario in Dream, divenne il protagonista del nuovo titolo, Gruntilda venne trasformata da gigantessa a Strega e Kazooie da uccellino disperso a membro del dinamico duo.

A dirla tutta, questo cambiamento di percorso ha portato tra le nostre mani uno dei più grandi platform di tutti i tempi. Penso di parlare a nome di tutti dicendo che sarei felice di vedere quel sogno trasformato in realtà.

Tutto nuovo, dai personaggi alla trama.

Il cambio di rotta che Rare (Rareware al secolo) prese, costrinse la software house a rielaborare quasi totalmente il mondo di gioco, partendo dai personaggi, infatti a parte alcune riconferme dal progetto precedente, il resto del gioco pullula di personaggi nuovi e fantasiosi, come:

Tooty: la sorellina di Banjo;

Bottles: la talpa che insegnerà a Banjo e Kazooie una serie di importanti abilità;

Jinjo: una serie di creature colorate nascoste in ogni livello (esattamente 5). Unendo i loro poteri formano il Jinjonator, creatura che aiuterà Banjo e Kazooie nello scontro finale;

Mumbo Jumbo: come non parlare dell’iconico stregone che trasforma i nostri protagonisti in svariati animali, utili per raccogliere i preziosissimi pezzi di puzzle o Jiggies come vengono chiamati nel gioco.

Una nuova trama

In una alta torre di un castello stregato, una strega malvagia di nome Gruntilda, sta chiedendo al suo calderone chi fosse la “più bella del reame”, inizialmente il calderone risponde che si tratta di lei, poi si corregge e le dice che la più bella è un’orsetta di nome Tooty, che vive con suo fratello (Banjo) a Spiral Mountain.

La strega inferocita si precipita a rapire la sorellina di Banjo, unico testimone oculare è Bottles la talpa, quest’ultimo avvisa poi l’orso del triste evento. Gruntilda rapisce Tooty per rubarle la sua bellezza e trasferirla a lei, ciò viene reso possibile da un potente macchinario.

Da questo momento inizia l’avventura di questa “strana coppia”.

Livelli

Per accedere ai mondi, Banjo e Kazooie dovranno accumulare Jiggies, in totale i livelli esplorabili sono 9, così suddivisi:

  • Spiral Mountain: zona in cui vivono Banjo, Kazooie, Bottles e Tooty, viene utilizzato essenzialmente come un livello tutorial. Scalando la montagna arriverete al castello di Gruntilda;
  • Gruntilda’s Lair: Il covo della malvagia strega funge da HUB principale, ed è inoltre luogo della battaglia finale;
  • Mumbo’s Mountain: Primo livello vero e proprio, dove potrete incontrare lo stregone che durante il gioco aiuterà i nostri eroi con i suoi immensi poteri;
  • Treasure Trove Cove: Isola del tesoro che custodisce enormi segreti;
  • Clanker’s Cavern: Una caverna che ospita un pesce robotico;
  • Freezeeazy Peak: Landa ghiacciata dove possiamo trovare nuovamente lo sciamano Mumbo;
  • Gobi’s Valley: Mondo di chiara ispirazione egiziana, tra piramidi, sfingi e faraoni;
  • Mad Monster Mansion: Lugubre livello con tanto di casa stregata e chiesa sconsacrata;
  • Rusty Bucket Bay: Nient’altro che una baia;
  • Click Clock Wood: Livello particolarmente innovativo, include 4 mondi in uno, basato sulle stagioni;

Stop “N” Swop

Una volta completato al 100% il gioco, Mumbo si palesa mostrando ai due eroi alcuni video, i quali indicano l’ubicazione di alcuni oggetti particolari (6 uova ed una chiave di ghiaccio), dicendo che sarebbero stati utili nel successivo capitolo della saga Banjo-Tooie.

Per accedere a questa serie di collezionabili, i nostri eroi dovevano recarsi al castello di sabbia presente a Treasure Trove Cove ed inserire uno ad uno i vari Cheat Codes per sbloccare la presenza di questi oggetti unici dei mondi.

Tra l’altro una volta completata questa missione speciale, non era più possibile ripeterla in alcun salvataggio.

stop n swop n64 banjo kazooie - Back 2 The Past-oggi ci occupiamo di un duo unico, Banjo e Kazooie

Altre informazioni…

Dopo il passaggio di Rare da Nintendo a Microsoft, si decise di far uscire su Xbox 360 sia Banjo-Kazooie che Banjo-Tooie, seguiti da Banjo-Kazooie: Viti e Bulloni, titolo sfortunato della serie esclusivo per la console ammiraglia di Microsoft.

Conclusioni

Il titolo ha ricevuto onori da giocatori e critica, in quanto si tratta di un platform veramente unico, facente parte della categoria (ormai scomparsa) dei Collectathon. Sappiamo tutti che i ragazzi di Rare sono stati capaci di grandi cose su N64, da Killer’s Instinct a Conker’s Bad Fur Day, quindi mi limiterò a dire soltanto una cosa: provatelo!!!

Invitiamo chi avesse già avuto modo di giocare a questo fantastico titolo a dire la propria sulla nostra Pagina Facebook.

Consigli per gli acquisti

E’ di questi giorni la notizia che l’orso e l’uccello più famosi della storia dei videogame arriveranno sotto forma di Totaku, assieme al simpaticissimo scoiattolo Conker (cliccate qui per l’articolo dedicato).

Criterion 10

    Rispondi