Guida ai boss di Shadow of the Colossus parte 1

Articolo di · 7 Febbraio 2018 ·

Vediamo come sconfiggere i primi 8 colossi del gioco.

Shadow of the Colossus è un titolo che non ha certamente bisogno di presentazioni. Opera magna di Fumito Ueda, il titolo torna per la prima volta su PlayStation 4 riproponendo le stesse identiche ambientazioni e vicende (oltre che emozioni) vissute nell’originale, ma con una veste grafica completamente rivista per adattarsi alla nuova generazione. (Se non lo avete ancora ordinato, potete farlo al prezzo migliore garantito su Amazon a questo indirizzo)

Noi di 4news abbiamo quindi pensato di creare una guida per questo remake di Shadow of the Colossus, per cercare di venire incontro a tutti coloro che trovano difficoltà nell’abbattimento di un determinato boss o che, per un motivo o per un altro, si approcciano al gioco per la prima volta.

Prima di passare alla guida vera e propria vi riportiamo di seguito alcuni consigli utili per iniziare al meglio la vostra avventura in Shadow of the Colossus:

Consigli utili

  • Colpite solo i punti deboli dei colossi. Qualsiasi altro attacco non andrebbe a segno.
  • Per raggiungere i vari colossi utilizzate il raggio di luce scaturito dalla vostra spada.
  • Durante le boss fight utilizzate ancora una volta il raggio di luce della vostra spada per mostrare i punti deboli del colosso.
  • Per raggiungere i punti deboli dovrete spesso aggrapparvi al pelo, ad eventuali rientranze o ad appigli sparsi sul corpo dei giganti.
  • Utilizzando un attacco caricato recherete più danno ai colossi.
  • Quando avrete recato abbastanza danni ad un punto debole passate direttamente a quello successivo.
  • Usate R1 per rimanere aggrappati al colosso, nel caso in cui voglia disarcionarvi.
  • Mangiate dei frutti o delle code di lucertola per aumentare il vostro vigore.

Terminati i consigli di base passiamo alla guida vera e propria. In questa prima parte  andremo ad analizzare i primi 8 colossi di Shadow of the Colossus, mostrandovi come trovarli e le relative strategie per abbatterli.

Una volta avviato il gioco vi ritroverete in una grande camera e passerete attraverso il Santuario dell’Adorazione, vero e proprio hub centrale da cui, d’ora in poi, partirete alla volta della caccia ai colossi.

Il primo colosso è molto semplice da trovare e da sconfiggere, tanto che questa prima fase di gioco potrebbe essere considerata come un tutorial delle meccaniche di gioco. Quindi sfoderate la spada, tenetela in alto e seguite il fascio di luce. La vostra avventura in Shadow of the Colossus ha ufficialmente inizio!

Colosso n°1: Valus

Dirigetevi verso Sud e, una volta apprese alcune nozioni di movimento, vi ritroverete ad affrontare il primo colosso.

La spada, come già accennato, è uno degli elementi fondamentali del gameplay di Shadow of the Colossus. Oltre ad indicarvi la via per raggiungere i colossi, vi permetterà di indicarne i punti deboli e i vari appigli distribuiti lungo il corpo per permettervi di scalarli.

Parlando del primo colosso, troverete il primo punto debole nella pelliccia, nella parte posteriore della gamba. Una volta che avrete fatto cadere il colosso, sarete pronti ad attaccare il secondo punto debole: la testa. Scalate la schiena, caricate un potente colpo e mandate il vostro amico in un mondo migliore.

Per rendervi le cose più facili ed immediate vi lasciamo al video:

Colosso n°2: Quadratus il Mammut

Dopo aver sconfitto il Vagabondo, il primo colosso, vi ritroverete di nuovo nel Santuario dell’Adorazione, da cui vi dovrete recare verso Ovest, in una caverna vicino alla spiaggia, dove ad attendervi troverete il secondo colosso: il Mammut.

La spada vi indicherà il primo punto debole, proprio sotto i suoi piedi, dove non dovrete far altro che aspettare che li sollevi per colpirli direttamente con arco e frecce. Facendo così sarete facilitati nel salire poi sul ginocchio del colosso e di conseguenza sulla schiena, una volta che il Mammut sarà a terra. Il secondo punto debole, come nel primo colosso, si trova nella testa e quando, una volta attaccato, il target sparirà allora tornate indietro e attaccate il terzo ed ultimo punto debole. Quest’ultimo si troverà verso la fine della spina dorsale, caricate il colpo e il Colosso farà parte della vostra collezione di vittorie.

Come per il primo, vi lasciamo il video dimostrativo:

Colosso n°3: Gaius il Cavaliere

Ok, qui le cose cominciano a farsi un pò complicate, ma keep calm, non siete soli.

Dirigetevi verso Nord dal solito Santuario, seguendo la luce della spada, fino ad arrivare ai piedi delle montagne. Prendete il sentiero e continuate a salire, fino ad arrivare su di una sorta di isola in cui affronterete il Cavaliere.

Quest’ultimo ha un’enorme mazza di pietra, con cui cercherà di colpirvi quando raggiungerete il centro dell’isola, ma per il gesto il colosso perderà un pezzo di armatura, come vedrete dal filmato che partirà.

A questo punto passando dal braccio, potrete arrivare a colpirgli la testa fino a che non dimezzerete la vita del colosso. Il secondo punto debole si trova più o meno all’altezza della pancia. Colpite il target fino a sconfiggerlo.

Come prima, vi lasciamo al video:

Colosso n°4: Phaedra il Cavallo

Anche in Shadow of the Colossus, vale la regola per cui non c’è buon cavaliere senza cavallo, sarà lui il vostro prossimo obiettivo.

Il cavallo sarà un colosso che non vi porterà via tanto tempo, ma potrete approfittare del fatto che non sia tanto sveglio, in quanto dovrete essere furbi a trarlo in inganno.

Dal Santuario seguite la strada verso sud-est fino ad arrivare ad un sentiero oscuro, imboccatelo e proseguite anche attraverso la pianura che si aprirà davanti a voi, fino a che il colosso non si risveglierà. Avete notato delle tombe lungo la strada? Bene, vi sembrerà strano ma vi saranno utili in questo scontro. L’unico punto debole del colosso è alla base della nuca, dovrete carambolare un po per riuscire a sconfiggerlo. Per questo motivo preferiamo lasciarvi il video, piuttosto che spiegarvi la boss fight nei minimi dettagli e portarvi alla confusione.

Colosso n°5: Avion il Pipistrello

Se pensavate che in Shadow of the Colossus i nemici fossero tutti con i piedi (o le zampe) per terra, vi presentiamo il primo nemico volante: il Pipistrello.

Non sarà nulla di esageratamente difficile, dovrete cambiare solo punto di vista e impegnarvi a saltare al momento giusto.

La strada per arrivare al colosso sarà in parte la stessa che avete fatto per il quarto, ma stavolta dovrete rimanere sulla sinistra. Come saprete di essere arrivati? Possiamo suggerirvi l’albero solitario e il burrone alla vostra sinistra come punti di riferimento.

Seguite il corso del dirupo fino a ritrovarvi davanti ad un santuario per metà in acqua. In questo caso il video che vi lasceremo sarà più utile per arrivare al colosso che per indicarvi come batterlo.

Il punto debole del vostro nemico si trova sulla coda, quindi quando starà per attaccarvi dovrete essere agili a saltargli in spalla per poterlo attaccare direttamente.

State attenti, il pipistrello essendo un colosso aereo tenterà in modo più ostinato degli altri di disarcionarvi, e a quel punto sarete costretti a risalire.

Una volta abbattuta la coda dovrete concentrarvi sulle ali, di cui una priva di peli. Non vi promettiamo che riuscirete a sconfiggerlo in poco tempo, ma se sarete bravi a calcolare gli attacchi non sarà poi tanto complicato.

Colosso n°6: Barba, Il Gigante del Tempio

Spiegarvi come arrivare a questo colosso si potrebbe rivelare molto più noioso di quanto possa essere realmente, quindi seguite la luce che vi indicherà la spada fino a superare una tempesta di sabbia, da cui potrete intravedere un tempio.

Entrate e seguendo il corridoio vi ritroverete in una grande stanza, arrivate fino in fondo e farete la conoscenza del sesto colosso di Shadow of the Colossus: Il Gigante del Tempio.

Il Gigante proverà subito ad attaccarvi, cercando di calpestarvi, ma scappate arrampicandovi sulle sporgenze dei muri della stanza. Dovrete essere veloci e cercare di essere sempre in movimento, poichè il Gigante distruggerà man mano le sporgenze in cui siete passati.

Una volta che arriverete alla base di una piattaforma nascondetevi nell’ombra, il Gigante vi cercherà e quando abbasserà la testa sarà il momento perfetto per saltargli in groppa ed attaccare il suo punto debole. Una volta scomparso il target in cima alla testa, scendete lungo la schiena ed attaccatelo appena sotto la spalla sinistra dove si trova il secondo punto debole.

Di seguito il video del walktrougth della sesta boss fight:

Colosso n°7:  Hydrus il Pesce Gatto

Di certo non possiamo dire che Fumito Ueda e tutti gli ideatori abbiano avuto delle carenze in fatto di creatività. Shadow of the Colossus ci ha già fatto affrontare nemici di terra e di aria, forse speravate che almeno ai pesci stavate simpatici. Il settimo colosso è proprio un pesce, un Pesce Gatto per la precisione, e per non farci mancare nulla produce anche elettricità.

Per arrivare al Colosso dovrete andare dal Santuario verso nord, il più lontano da raggiungere. Seguite la luce della spada fino ad arrivare ad un muro di pietra,un arco e un ponte che dovrete attraversare per rivelare il colosso che affronterete: il Pesce Gatto

Aspettate sulla piattaforma fino a che il Pesce Gatto e le sue tre pinne elettriche sotto di voi e saltate per aggrapparvi al dorso.

Non dovrete mirare ad altro se non alla coda, ma state attenti al dorso e alle tre pinne che se toccherete vi daranno la scossa, quindi dovrete prima renderle innoque colpendole nella spaccatura alla base.

Appena vi aggrapperete alla coda il Pesce Gatto si immergerà nell’acqua quindi tenete premuto R1 e non mollate la presa, quando riemergerà correte lungo tutto il dorso e colpite ogni singolo punto debole.

Calcolate bene i tempi, il segreto sta tutto nel tempismo e nel saper attendere il momento migliore per cominciare ad attaccare.

Di seguito il video dello scontro:

Colosso n°8: Kuromori Il Camaleonte

L’ottavo colosso lo troverete dirigendovi a sud-est rispetto al Santuario dell’Adorazione. Dovrete rifare per metà la stessa strada fatta per il primo, ma dovrete andare oltre, passare in una strettoia tra le rocce fino ad arrivare ad una cascata. Qui andate avanti fino a ritrovarvi davanti ad un edificio, il colosso si troverà all’interno, al centro di una specie di colosseo.

Per tenere testa a questo boss facilmente dovrete avere riflessi pronti e capacità di tiro con l’arco.

Il colosso ha a sua disposizioni due attacchi che potrete schivare molto facilmente: una nuvola di acido che vi sputerà contro e la scontata frustata con la coda.

La battaglia sarà facile se sarete veloci, appena avrete attirato l’attenzione del colosso, salite le scale di due piani fino a ritrovarvi davanti ad una spaccatura del muro.

Da li potrete vedere il boss che tenta di arrampicarsi sulle mura, ed è proprio questo il momento perfetto per colpire con delle frecce tutte e quattro le zampe. Se i colpi andranno a segno il colosso cadrà di nuovo al centro dell’edificio, gettatevi in basso da dove vi trovate per attaccarlo ai glifi luminosi direttamente con la spada.

Quando avrete inflitto un paio di danni il colosso cercherà di rimettersi in piedi di attaccarvi, quindi state attenti, cercate di non farvi attaccare.

Il punto debole si sposterà sulla schiena ma non dovrete far altro che usare lo stesso metodo per farlo cadere e poi attaccarlo direttamente al nuovo punto debole. Molto probabilmente dovrete rifare le stesse cose per quattro o cinque volte ma alla fine sconfiggerete anche l’ottavo colosso.

Termina qui la nostra prima parte dedicata alle boss fight di Shadow of the Colossus.

Ringraziamo Boss Fight Database per i video degli scontri con i colossi.

Vi potrebbero interessare anche:

 

Criterion 10

    Rispondi