Guida su come evitare le truffe online

Articolo di · 30 Aprile 2018 ·

Fate attenzione.

Internet ha ormai letteralmente rivoluzionato il nostro stile di vita, permettendoci di fare cose che fino ad un ventennio fa, erano praticamente impossibili. In particolar modo, sono profondamente cambiate le tendenze del consumatore medio per quanto riguarda gli acquisti. Infatti, sempre più persone preferiscono fare shopping online piuttosto che recarsi fisicamente in un punto vendita.

I motivi sono tanti, innanzitutto è comodo, basta avere un PC o uno Smartphone/Tablet, rapido, in quanto attraverso pochi click acquisteremo il nostro prodotto che potrà essere recapitato a casa o in ufficio e soprattutto a disposizione, rispetto ai tradizionali punti vendita, abbiamo un catalogo di prodotti più assortito e vario.

Tutto molto bello, ma ancora oggi, moltissime persone incappano in truffe online assolutamente evitabili. Nella stragrande maggioranza dei casi ci vuole soltanto accortezza e un po’ di buon senso. In questo piccolo articolo, cercheremo di darvi alcuni utili consigli su come fare per acquistare in tutta sicurezza e evitare altri fenomeni come pishing et similia.

Occhio al prezzo e ai feedback!

Che voi acquistiate su eBay o sui siti di annunci, quali Subito.it o Kijiji è fondamentale che controlliate il prezzo del prodotto che desiderate acquistare. Un prezzo troppo conveniente, non necessariamente vuol dire che il venditore sia un truffatore, ma nel dubbio, è sempre meglio controllare. Come fare? Semplicemente confrontando il prezzo del prodotto in vendita con quelli proposti da altri siti di e-commerce online. Se il prezzo è ingiustificatamente troppo basso rispetto alla concorrenza, è sconsigliabile procedere all’acquisto.

Se acquistate su eBay oppure su Amazon, è opportuno controllare i feedback del venditore. Anche qui però bisogna stare attenti, in quanto su Amazon diversi store online per ottenere una valutazione positiva inviano campioni gratuiti agli utenti. Quindi diffidate da recensioni che vanno a divinizzare il prodotto e prediligete quelle fatte da altri utenti che magari scrivono una recensione approfondita ed obiettiva. Fate inoltre attenzione anche che il prodotto sia effettivamente venduto e spedito da Amazon: recentemente tantissimi utenti hanno lamentato la presenza di venditori truffaldini anche su marketplace Amazon, con prodotti venduti a prezzi molto convenienti, forse troppo, e mai arrivati. Il trucchetto è semplice, alcuni malintenzionati si iscrivono alla piattaforma marketplace di Amazon e vendono alcuni prodotti da pochi euro, ricevendo ottime recensioni. Ottenuti i feedback da venditore, iniziano a vendere prodotti molto cari a poco prezzo: monitor, schede grafiche, portatili. Una volta acquistati dall’ignaro acquirente, poichè Amazon non addebita nulla fino alla spedizione, i venditori fasulli mettono il prodotto “in preparazione alla spedizione”, autorizzando Amazon all’addebito. Il prodotto, inutile dirlo, non arriverà mai, ma nel frattempo potreste avere fondi bloccati sulla carta anche per oltre 30gg e Amazon potrebbe rifiutarsi di procedere al rimborso sino al termine del periodo previsto dal venditore fasullo per la consegna. Nel 99,9% dei casi, comunque, una volta verificata la mancata spedizione, Amazon rimborserà il tutto, ma questo potrebbe comportare qualche fastidio perchè nel frattempo potreste perdervi buone occasioni altrove per acquistare la vostra merce.

marketplaceAMAZON - Guida su come evitare le truffe online

Su eBay, forse il sito di e-commerce più utilizzato dai truffatori, è comunque presente un sistema di feedback per ogni venditore. Evitate assolutamente di effettuare acquisti da utenti con feedback 0 o che vi chiedano di concludere, magari ad un prezzo più basso, al di fuori della piattaforma. Anche in quest’ultimo caso non è detto che il venditore sia truffaldino, magari la richiesta potrebbe essere fatta semplicemente per risparmiare sulle commissioni, ma il tutto andrebbe poi a discapito di chi acquista, in quanto perderebbe la protezione sugli acquisti prevista da eBay.

Infine, se acquistate da store online diversi da quelli sopracitati, Google si rivela molto utile per verificare eventuali opinioni su un particolare sito e/o venditore. Vi basterà scrivere il nome del venditore seguito dalla dicitura, “è affidabile” oppure “opinioni utenti.” Verificate inoltre che siano correttamente riportati i dati della società titolare dell’attività commerciale (Nome della Società, Numero di Partita IVA, Numero di registrazione al REA e Sede).

Quali mezzi di pagamento utilizzare?

Tutte le verifiche che andrete ad effettuare non serviranno a molto se non adotterete un accorgimento su quale metodo di pagamento utilizzare. Oggigiorno ci sono svariate alternative fra cui scegliere. Fra le più utilizzate abbiamo: PayPal, Bonifico Bancario e Carte Prepagate.

PayPal è sicuramente uno dei metodi di pagamento più diffusi, soprattutto su eBay (non è possibile utilizzarlo su Amazon). È un sistema semplice e rapido e permette di pagare beni e servizi o di inviare denaro a qualcuno. Il vantaggio principale è quello di non dover fornire coordinate bancarie o numeri di carte di credito. Inoltre, utilizzando PayPal proprio su eBay, l’acquirente aderirà al Programma per la protezione acquirente, il quale permetterà di ottenere, in caso di mancata ricezione del prodotto, il rimborso dell’acquisto effettuato (spese di spedizione incluse). Ricordate inoltre che presto Ebay passerà ad altri sistemi cosiddetti “escrow” alternativi a Paypal, come Adyen.

Paypal logo 2014 Horizontal - Guida su come evitare le truffe onlineAl di fuori del circuito eBay però, la protezione è minima, utilizzare PayPal quindi non vi metterebbe al sicuro da eventuali truffe. Se non avete PayPal, è possibile utilizzare il Bonifico Bancario che permette di rendere rintracciabile il pagamento inserendo la Causale dell’operazione e avere la certezza che si ha a che fare con una persona fisica, che in caso di truffa, è perseguibile secondo quanto previsto dalla legge. L’ultimo metodo di pagamento utilizzabile, seppur controverso, è la Carta Prepagata.

Se avete dei dubbi sull’affidabilità del negozio, ma comunque la vostra intenzione è quella di acquistare lo stesso, il sistema di pagamento, ad esempio la classica carta PostePay di Poste Italiane potrebbe essere una valida alternativa. Una carta prepagata infatti, vi permetterà di caricare una somma specifica, evitando di utilizzare le Carte di Credito, che se clonate, danno al truffatore praticamente le chiavi di accesso alla disponibilità monetaria che avete sul vostro conto.

postepay truffe - Guida su come evitare le truffe onlineIl sistema offerto da Poste Italiane, ha subito una notevole evoluzione in questi anni, grazie ad una maggiore sicurezza sul Web, che prevede il nuovo protocollo 3D Secure attraverso il quale ogni operazione potrà essere confermata attraverso una password dinamica inviata tramite SMS sul proprio Smartphone. Ciò non vi proteggerà al 100% dalle truffe, ma sicuramente è un bel passo in avanti per un metodo di pagamento che per anni è stato utilizzato illecitamente da chi voleva truffare.

Se frequentate casinò online, siti di scommesse e similari, è bene affidarsi solo a siti in possesso di una regolare licenza – per tutelarvi, evitate i casinò con sedi al di fuori dell’Unione Europea e quelli privi di licenza AAMS – e, ricordate che ci sono molti siti di casinò che accettano Postepay: utilizzando carte prepagate con il minimo indispensabile per ricaricare, eviterete anche il rischio di spendere più di quanto prefissato.

Tenere sempre aggiornati i propri browser e non aprire mail o SMS sospetti

Il Phishing riguarda praticamente tutti. È un fenomeno molto attuale e talvolta è davvero difficile proteggersi. Eventuali malintenzionati potrebbero inviare mail ed SMS con tanto di link, che se cliccato vi reindirizza automaticamente su una pagina web. A prima vista potrebbe sembrare affidabile, ad esempio come il sito delle Poste, ma in realtà si tratta di una truffa finalizzata ad ottenere i dati sensibili degli utenti, come quelli della carta di credito, dei social o addirittura del proprio conto corrente online. Non c’è un modo univoco per evitare tali “attacchi”, se non quello di eliminare immediatamente il messaggio sospetto, spesso scritto con un grammatica scorretta e naturalmente non aprire per nessuna ragione il link allegato al messaggio.

Ricordate sempre di verificare sempre nel campo indirizzo web che sia presente la dicitura certificato SSL o che l’indirizzo internet cominci con “https in verde”, in modo da ridurre la probabilità che si tratti di un sito phishing.

costo certificato digitale 800x412 - Guida su come evitare le truffe onlinePer essere sicuri, digitate direttamente l’indirizzo del sito nella barra degli indirizzi, e se il sito lo prevede, attivate la modalità di autenticazione a 2 fattori (username e password più codice o sms di conferma).

Infine, l’ultimo metodo utile per difendersi da eventuali truffe è quello di tenere sempre aggiornati i propri software e browser Internet. Non dimenticate di utilizzare un buon antivirus e magari associarvi un software antimalware, insieme questi strumenti vi offriranno una maggiore sicurezza sul web e per i vostri acquisti.

Criterion 10

    Rispondi