League of Legends – Guida per principianti, tutto quello che c’è da sapere!

Se non avete mai sentito parlare di League of Legends o magari ne avete sentito parlare ma non avete mai approcciato il titolo, ecco a voi una piccola guida su di che tipologia di gioco si tratta e le due dinamiche.

League of Legenda (LoL) è un MOBA in cui due squadre composte da 5 campioni si affrontano nella Landa. Ogni campione ha abilità diverse a seconda del genere: Assassino, Combattente, Supporto, Mago e Tiratore, dove insieme devono distruggere la base avversaria facendo restare intatta la propria.

Prima di arrivare alla base nemica, il Nexus, ci sono degli obiettivi che servono non solo a raggiungere il Nexus ma anche a far crescere la squadra. partiamo dalla scelta dei campioni e cerchiamo di capire com’è fatta la mappa.

League of Legends: Mappa

Summoner’s Rift

La mappa più utilizzata, anche per i tornei Esport, è la Summoner’s Rift. Questa mappa si divide in 4 zone:

  • Top Lane: è la zona utilizzata dai Tank, parte superiore della mappa;
  • Mid Lane: zona utilizzata dai Maghi o Assassini e soprattutto in late game quando una delle due squadre ha distrutto la maggior parte di torri, concentrandosi al centro della mappa per poter entrare in zona nemica e distruggere il Nexus;
  • Bot Lane: ci sono sempre due campioni che giocano nella parte inferiore e sono i Supporti e i Tiratori (ADC);
  • Giungla: è tutta la parte verde che vedete nella mappa, vengono usati Assassini e Combattenti ma a molti giocatori piacciono le scelte esotiche e potete trovarci anche Maghi.
Torri

League of Legends: Lane

Andiamo a piccoli passi per capirne le dinamiche non solo di gioco ma di come ci si comporta in squadra. Dividiamo ora la nostra zona da quella nemica, prendendo come riferimento il fiume: ogni lane ha 2 torri che devono essere distrutte per poter occupare la lane nemica e poter arrivare al Nexus. Insieme a voi in ogni lane (quindi la giungla è esclusa) ci sono i minion, questi vi aiutano ad occupare la lane ma soprattutto i minion nemici vanno eliminati per poter “farmare”. Il Farm serve a guadagnare oro e salire di livello fino al 18esimo (livello massimo).

Quando vi state avvicinando alle torri, fate andare prima i vostri minion così che la torre possa colpire prima loro mentre voi prendete di mira la torre stessa. Se però attaccate un nemico sotto torre, allora questa prenderà di mira voi. Consiglio che non muore mai: state sempre dietro i minion.

Per quanto riguarda la giungla, è leggermente più complicato. Nella giungla non ci sono minion con cui accumulare soldi o crescere di livello, ma bensì i mostri della Landa. Alcuni di questi danno anche dei vantaggi e il Jungler deve esser bravo a prenderli tutti, non esiste un ordine specifico ma imparerete a capirlo a seconda del campione che scegliete di utilizzare. Il Jungler viene utilizzato come aiuto anche per le altre lane in modo da aiutare nelle uccisioni e nell’abbattere le torri.

Nella giungla si trovano due estremità importanti dove sono situati il Barone Nashor vicino alla Top Lane e i Draghi elementari vicino alla Bot Lane. Quando il jungler è pronto ad attaccare i draghi soprattutto ad inizio partita, anche il supporto e l’ADC attaccano in aiuto. Stessa cosa per il Tank in Top Lane.

Barone Nashor

Come abbiamo detto prima, ogni campione ha abilità ed attacchi diversi a seconda del suo genere. Per far crescere il campione ed aiutarvi ad eliminare i nemici, si ricorre al negozio. Nel negozio potete comprare stivali pozioni e componenti che insieme alle vostre Rune vi aiutano a combattere nella Landa. Le Rune vanno “composte” prima delle partite e potete comodamente salvarle o per genere di campioni, se siete pigri, oppure potete formare una runa per ogni campione che usate.

Comunicazione

Molto importante nel gioco, non è solo la conoscenza delle regole ma anche la comunicazione con la squadra, essendo Multiplayer potete formare un team oppure giocare con altre persone. Se create un team, allora potete accedere anche alla chat vocale, sicuramente sarà più semplice comunicare invece che scrivere nella chat di gioco, se invece siete da soli a voler iniziare una partita, vi consiglio di scrivere il minimo necessario per aiutare gli altri ma soprattutto voi stessi.

Per evitare di scrivere mentre si è in combattimento oppure si sta scappando, potete utilizzare anche i segnali che possono esser visti solo dal vostro team ed aiutano a capire se un nemico è nascosto, se si sta dirigendo verso un alleato o semplicemente è svanito dal vostro raggio visivo e volete avvisare gli altri di fare attenzione.

Come molto spesso capita a chi è alle prime armi, la chat diventa quasi un incubo più che una distrazione, non badate a ciò che vi viene detto ma bannate e passate oltre. Non conviene perdere tempo con determinati giocatori e soprattutto non crediamo vogliate farvi rovinare la giornata, quindi giocate al meglio che potete e non rispondete.

Come ultimo consiglio, se volete evitare di far figuracce alle prime partite, vi è la possibilità di fare partite personalizzate contro amici o semplici bot. Se volete provare un campione e vedere quali abilità possiede o semplicemente quale oggetto o runa scegliere, provatelo nella personalizzata e poi passate alle partite vere e proprie.

Per restare in contatto con noi vi invitiamo a seguirci sul nostro sito oppure su Facebook e Telegram!

Rosa De Mare
Ingegnere meccanico per scelta ed Esport Reporter per passione. Bisogna per forza scegliere una sola strada nella vita? Negli Esport ho imparato tanto tra studio ed esperienze, fino a non solo essere Reporter ma anche Team Manager, Coach e Mental Coach. Il tutto ha portato alla voglia di studiare sempre di più ed intraprendere anche altre carriere, come SMM, che hanno portato tutte a grandi soddisfazioni. E se credete che sia finita, in realtà è solo l'inizio.

Latest articles

Related articles

Rispondi