Logitech presenta la nuova serie di webcam Brio 300

LOSANNA, Svizzera e NEWARK, California – 18 gennaio 2023 – Logitech (SIX: LOGN) (NASDAQ: LOGI) presenta la serie Logitech Brio 300, una linea di webcam compatte e plug-and-play pensate per videochiamate più naturali e produttive, a un prezzo molto interessante.

“Abbiamo condotto un’indagine[1] su oltre 3.000 dipendenti che lavorano da remoto ed è emerso che la maggior parte di loro non utilizza webcam esterne ma si affida alle webcam integrate nei propri laptop, riscontrando problemi di scarsa illuminazione, angolazioni poco convincenti e un audio di bassa qualità. Le webcam della serie Brio 300 sono le alleate perfette per coloro che desiderano fare un salto di qualità per migliorare significativamente la loro esperienza di collaborazione video”, afferma Scott Wharton, General Manager di Logitech B2B. “Abbiamo pensato anche alle aziende che hanno bisogno di fornire webcam certificate e semplici da usare per le tutte le postazioni di lavoro, a casa come in ufficio. Il modello Brio 305 è l’opzione migliore.”

La serie Brio 300 – composta dai modelli Brio 300 e Brio 305 (dedicata ai professionisti) – si contraddistingue per dispositivi Full HD a 1080p con un elevato contrasto dinamico, correzione automatica della luminosità e un singolo microfono digitale con riduzione del rumore ambientale. Le webcam si collegano al laptop tramite una porta USB-C, semplificando ulteriormente la partecipazione alle videochiamate. Inoltre, ruotando il copriobiettivo integrato è possibile bloccare completamente la videocamera, per proteggere al massimo la privacy.

Il design non convenzionale a forma conica aggiunge personalità ad ogni spazio di lavoro. Disponibili nelle colorazioni off white, rosa e grafite, le webcam Brio 300 e Brio 305 si abbinano perfettamente ai mouse e tastiere Logitech, per creare una postazione elegante.

La serie Brio 300 è solo l’ultima new entry nella gamma di webcam Logitech pensate per questa nuova logica del lavoro, in cui gli spazi sono completamente personalizzabili, facili da configurare e progettati consapevolmente per essere ancora più produttivi.

Gestione IT: Brio 305 è la webcam per le aziende

Tutta la serie Brio 300 è compatibile con la maggior parte delle piattaforme di videoconferenza e certificate per l’uso con Microsoft Teams, Zoom e Goole Meet, ma la webcam pensata appositamente per l’ambito aziendale è in particolare la Brio 305, che può essere gestita comodamente anche da remoto tramite la piattaforma Logitech Sync, riducendo sensibilmente le richieste agli help desk.

Serie Brio 300: funzionalità e attenzione alla sostenibilità.

Da sempre Logitech si impegna a creare un mondo più attento alle problematiche climatiche, lavorando attivamente per ridurre il proprio impatto sulle emissioni di carbonio. In questa ottica, le componenti in plastica di Brio 300 e Brio 305 includono plastica riciclata post-consumo certificata[2], dando così una seconda vita ai dispositivi elettronici dismessi. In particolare, si tratta del 62% di plastica riciclata post-consumo per la colorazione grafite e il 48% per i colori off white e rosa. Inoltre, gli imballaggi in carta provengono da foreste certificate FSC™ e da altre fonti controllate. Scegliere questi prodotti, significa sostenere una gestione responsabile delle foreste mondiali.

Tutti i prodotti Logitech sono certificati “carbon neutral” e utilizzano, dove possibile, energia rinnovabile. Infatti, l’impronta di carbonio dei dispositivi Logitech, comprese Brio 300 e Brio 305, è stata ridotta al minimo, sostenendo la silvicoltura, le energie rinnovabili e le realtà che si impegnano a ridurre le emissioni di carbonio.

Prezzi e disponibilità

Logitech Brio 300 e Brio 305 sono disponibili da gennaio 2023 su Logitech.com e presso altri rivenditori globali, al prezzo consigliato al pubblico di 79.99€.

[1] Risultati ottenuti dall’indagine Equipping Your Employees for Hybrid Work: What Research Tells Us. Si tratta di uno studio condotto da Logitech che intervistato I dipendenti che lavorano da remoto sull’esperienza di collaborazione a distanza e i responsabili IT su come sono cambiati i loro standard hardware e software nel corso della pandemia. Da questo è emerso che la maggior parte dei dipendenti non è attrezzata per la collaborazione a distanza.
[2] Sono esclusi i componenti elettronici, i cavi e gli imballaggi.

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube
Telegram
Facebook
Gruppo Facebook
Twitch
Twitter
Instagram

Seguici sui nostri social media

Arturo D'Apuzzo
Arturo D'Apuzzo
Nella vita reale, investigatore dell’incubo, pirata, esploratore di tombe, custode della triforza, sterminatore di locuste, futurologo. In Matrix, avvocato e autore di noiosissime pubblicazioni scientifiche. Divido la mia vita tra la passione per la tecnologia e le aride cartacce.

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles

Follow us on Social Media