Microsoft ci mostra il nuovo Surface Pro 7+

Microsoft ha svelato il nuovo Surface Pro 7+ un prodotto concepito per il lavoro e per la produttività, che entra a far parte della famiglia Surface. In poche parole: il notebook vuole essere il meglio per un’era digitale che continua a crescere sempre di più.

Il nuovo PC ha anche una versione dedicata alle aziende, chiama appunto “For Business” che conserva il design storico 2-in-1, che unisce performance e versatilità per portare il tutto a un nuovo livello.

Il Surface Pro 7+ For Business supporta l’ultimo processore Intel Core di 11esima generazione, che permette al PC di raggiungere prestazioni 2,1 volte più veloci. Ma non solo, ha ben 32 GB di RAM e 1 TB di spazio d’archiviazione. Per quanto riguarda la durata della batteria, quest’ultima durerà 15 ore. Inoltre, monta un SSD removibile per la salvaguardia dei dati.

Surface, inoltre, si adatta perfettamente all’ecosistema di lavoro, grazie alla presenza di entrambe le porte USB (A e C) in modo da permettere all’utente di collegarsi ai vari display e periferiche esterne, in modo da creare il perfetto setting per la propria workstation.

Surface Pro 7+

Dato che negli ultimi tempi il concetto di “connettersi” è stato amplificato, il nuovo PC di Microsoft riesce a venire incontro all’utente. Come? Tramite le due fotocamere (posteriore e anteriore), entrambe con una risoluzione Full HD. Ma anche nel comparto audio riesce a dare il meglio, grazie agli altoparlanti Dolby Atmos e ben due microfoni da studio far-field.

Il packaging del nuovo Surface Pro 7+ guarda all’ambiente, visto che è realizzato quasi completamente da materiali riciclati e da fibre naturali.

Ma la domanda finale è: quanto costa? La versione base ha un prezzo che parte da 1.049 euro, mentre la versione LTE Advanced parte da 1.339 euro. Costoso, ma dovrebbe valerne davvero la pena!

Angela Pignatiello
Classe '97. Nata e cresciuta con la Metal Gear Solid saga, amo giocare a quasi tutto ciò che mi capita sotto mano. Analizzo tutto ciò che avviene all'interno del mercato videoludico e il suo core: i videogiochi.

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles