Pathfinder: Wrath of the Righteous, il nuovo GdR ispirato all’omonino regolamento è finalmente disponibile

Oggi, 2 settembre 2021, lo sviluppatore Owlcat Games e l’editore META PUBLISHING sono lieti di annunciare l’uscita di Pathfinder: Wrath of the Righteous, successore dell’acclamato Pathfinder: Kingmaker.

In questo nuovo GdR in tempo reale con pausa tattica, ispirato a uno dei più popolari regolamenti per gioco di ruolo cartaceo esistenti, i giocatori si imbarcheranno in un viaggio attraverso un regno invaso dai demoni. La natura stessa del Bene e del Male sarà oggetto di discussione. Verrà contrattato il prezzo del Vero Potere. In una vicenda che segnerà la nascita e le gesta di un Eroe Mitico, destinato a compiere imprese ben oltre le aspettative dei comuni mortali.

In Pathfinder: Wrath of the Righteous il giocatore non avrà solo la massima libertà di personalizzazione del suo alter ego, potendo scegliere tra le 25 classi e le 12 razze disponibili la migliore alchimia atta a rappresentare il suo stile di gioco (anche in termini di abilità, incantesimi e peculiarità). Dovrà prendere decisioni difficili, sapendo che le conseguenze dele sue scelte influenzeranno la trama, il finale e il destino della regione di Worldwound, un luogo dove uno squarcio aperto sull’Abisso ha consentito l’ingresso di creature demoniache e spietate. Potrebbe andarne della vita e della morte di molte persone. E non è detto che il cammino scelto sarà per il Bene o che inneggerà a valori di compassione e altruismo. Si potrebbe decidere di perseguire la ricerca del Potere a tutti i costi o di usare le più oscure e proibite magie per conseguire i propri scopi.

Pathfinder - Wrath of the Righteous

Pathfinder: Wrath of the Righteous – un classico con qualche novità

Pathfinder: Wrath of the Righteous introduce elementi innovativi rispetto alla “classica” formula del GdR tattico. Il tutto nel pieno rispetto delle regole di Pathfinder, dal quale il gioco eredita anche le complesse manovre di combattimento, come la carica a cavallo.

Ad esempio, è possibile scegliere tra due modalità di combattimento: tempo reale con pausa tattica o modalità a turni. Questo consente di impostare il proprio gioco come in un classico GdR alla Baldur’s Gate o Dragon Age. Ma anche di virare verso sfumature più tattiche, cercando di sfruttare al meglio le possibilità offerte dal complesso regolamento su cui si basa il gioco.

Inoltre, pur essendoci ben 10 comprimari con i quali viaggiare, formare un gruppo e di cui approfondire le storie, intavolando con loro relazioni costruttive o distruttive, il gioco prevede anche una modalità “strategica” in cui gestire grossi gruppi di combattenti, come in una piccola battaglia campale.

Pathfinder: Wrath of the Righteous sarà disponibile da oggi per PC, su Steam, GOG ed Epic Games Store. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale del gioco.

Alessandro "Arcangelo" Verso
Dopo aver attraversato l'Abisso come Raziel ed esserne uscito molto più forte (ma anche più brutto) di prima, ha ripreso la sua passione per i videogiochi a 360°: giocare, commentare, scrivere. PCista convinto, si addentra sempre con cautela in una "Next Gen" di console.

Rispondi

Ultimi articoli

Articoli che potrebbero interessarti