Polizza Auto: tutto quello che c’è da sapere sul modulo CAI

Cos’è il il modulo CAI?

Il modulo CAI, noto anche col nome di modulo constatazione amichevole, è un documento che tutti gli utenti dovrebbero avere nella propria auto, in quanto consente di impostare un riscontro amichevole in caso di sinistro lieve. I vantaggi del CAI sono davvero numerosi anche se non tutti sono propensi a usarlo. Per ottenere un risultato soddisfacente è importante che il modulo venga compilato il più accuratamente possibile ed è questa un’operazione che richiede tempo e scoraggia spesso gli automobilisti dall’utilizzarlo.

Attenzione durante la compilazione!

Al momento della compilazione del CAI occorre osservare alcuni dettagli che se trascurati posso costituire intralcio al riconoscimento dell’indennizzo dalla controparte.

Il numero dei moduli da compilare dipende dai mezzi coinvolti nell’incidente. Se il sinistro avviene tra due auto sarà sufficiente una sola copia, ma se le auto coinvolte sono tre in quel caso serviranno due moduli compilati. Alcune utili indicazioni sono disponibili anche sul portale del IVASS, l’istituto di vigilanza sulle assicurazioni.

Nella compilazione è bene circoscrivere con chiarezza il luogo del sinistro, (punto 2) descrivere i danni subìti e/o quelli provocati ad altre auto o altri oggetti, (punto 4) e citare la presenza di eventuali testimoni (punto 5), che potrebbero essere molto semplicemente uno o più passeggeri presenti in auto al momento dell’incidente.

Le informazioni essenziali

Tra le tante parti da compilare una di queste riguarda specificamente la presenza di eventuali feriti (punto 3), così come occorre dettagliare le caratteristiche degli automezzi coinvolti, marca, modello e targa, (punto 7). Dal libretto di circolazione di potranno desumere il numero di telaio e lo stato di immatricolazione.

L’eventuale inosservanza della revisione dei tempi stabiliti potrebbe costituire un problema davvero serio, l’assicurazione della controparte potrebbe opporsi al risarcimento col rischio di strascichi legali prolungati. Anche i dati precisi della controparte devono essere inseriti nel modulo, unitamente al codice fiscale o alla partita iva (punto 6).

Il punto siglato come numero 8 del CAI è quello relativo ai dati della compagnia assicurativa: denominazione e numero di polizza, numero di carta verde e intervallo di validità della polizza. I punti 11 e 12 riguardano rispettivamente i danni al veicolo e la dinamica del sinistro, mentre il punto 13 andrebbe compilato con una rappresentazione grafica del sinistro. Infine, vanno apposte ambedue le firme dei conducenti.

Come detto poco sopra non tutti sono disponibili a firmare un CAI ma in casi come questi può venire assai utile l’avere stipulato una Polizza Auto tramite ConTe.it, poiché, tra le molte ragioni per farlo, c’è proprio l’ottimo servizio clienti in grado di fornire un assistenza sinistri altamente professionale, H24 e per 365 giorni all’anno, alla propria utenza coinvolta in un sinistro.

Rispondi

Latest articles

Related articles