Recensione Grand Theft Auto V


Cosa bolle in pentola?

Dan Houser nell’intervista “ Istruzioni per l’uso” di qualche giorno fa, ha sottolineato con vigore l’impostazione assunta durante questi lunghi quattro anni di sviluppo. “Ogni aspetto di GTA V doveva essere migliore nel predecessore”.

E per ogni aspetto non ha inteso solo la mappa di gioco, la città, i tre personaggi e alcune meccaniche: ma proprio tutto. Per questo prima abbiamo affermato che nell’intero gioco, ogni elemento, risulta essere un cavallo di battaglia.

Avendo avuto la fortuna di provare a fondo ogni Grand Theft Auto, segnando sul taccuino migliorie ed evoluzioni, appena entrati in Los Santos, nuovamente, abbiamo subito apprezzato e notato grossi cambiamenti.

Polizia

Le cose cambiano drasticamente rispetto al passato. Non ci sono più sei livelli di sospetto (o stelle, per gli amici) ma cinque. L’intelligenza artificiale è stata affinata al punto tale che anche al primo livello di sospetto le auto avversarie ci verranno contro tagliandoci la strada. Da megafono, i poliziotti tenteranno di farci rimanere fermi puntandoci pistole e posizionando le auto in maniera tale da bloccarci il passaggio. Proseguendo nella escalation di violenza la polizia diventerà sempre più aggressiva e numerosa. Molto di più rispetto ai titoli precedenti. Le strade verranno setacciate, e le pattuglie appariranno come punti blu e rossi lampeggianti con un’area di visione da cui dovremo sfuggire. Non ci sono bonus in giro per la mappa pronti ad azzerare la nostra fedina penale, per cui dobbiamo agire in questo modo: Sfuggire il più velocemente possibile dalle pattuglie. La mappa smetterà di lampeggiare ma le pattuglie inizieranno la disperata ricerca. Cosa più utile è abbandonare l’auto e nascondersi dietro un muro fuori la visuale dei poliziotti e aspettare che le stelle di sospetto lampeggino per poi scomparire. Oppure far riverniciare rapidamente la propria auto, o ancora correre alla velocità della luce nella mappa, stando bene attenti alle pattuglie che potranno comparire di fronte (quasi sempre). Converrete che la cosa diventa meno agevole se capita in missione oppure a più livelli di sospetto. Lo stupore risiede in come la polizia si organizzi per metterci i bastoni tra le ruote. Rispetto al passato è più meditativa e anche bastarda.

GrandTheftAutoV-10

Smartphone a tutta birra

Niko Bellic era in possesso di uno smartphone il cui uso era stato targato come innovativo e simpatico, ma comunque limitato ad azioni definite. Qui invece s’inquadra la moda di oggi per cui per strada 5 pedoni su dieci avranno la faccia incollata allo schermo, rischiando di camminare a zonzo e ostacolare le nostre fughe. Tutti e tre i personaggi saranno muniti di smartphone (di ultima generazione) le cui linee estetiche e interfaccia grafica richiameranno tre grandi marchi. Interagendo con la freccia direzionale in alto del controller, il telefono comparirà sulla destra dello schermo, e potremo modificarne alcune impostazioni, come lo sfondo, suoneria, oppure metterlo off-line. L’uso più frequente lo si compie per e-mail e sms. I personaggi che incontreremo nel gioco verranno man mano aggiunti alla lista di contatti e manderanno sms o mail per comunicarci alcune cose oppure darci avvisi. Si potrà rispondere, ma le risposte sono già preimpostate. Anche le catene di negozi invieranno email pubblicitarie per avvisarci di nuovi articoli disponibili (sfizioso quando eravamo a passeggio sulla spiaggia e ci è arrivata la mail di Ammu-nation che annunciava l’arrivo di granate adesive). Nella lista contatti che diventerà sempre più rifornita avremo l’occasione di incontrare i personaggi per scambiare due chiacchiere, e mangiare qualcosa, oppure semplicemente telefonarli.

Non solo, la fotocamera integrata sarà la nostra arma letale per inquadrare gli scorci della città e non di rado utile nelle missioni.

Poi c’è internet, e lì avremo modo di accedere senza vincolarci a un computer, alla borsa, per vederne gli andamenti e comprare azioni; leggere le ultime notizie (influenzate dalle nostre azioni di gioco); e fare tanto altro che vi consigliamo di scoprire da soli, a rischio altrimenti di perdere fascino e farci scappare qualche spoiler se continuiamo in questo senso.

Personalizzazione

C’eravamo lasciati in una Liberty City cupa e senza biciclette; la ridottissima possibilità di personalizzazione ha lasciato l’amaro in bocca a tutti i giocatori occasionali e fan della saga, per cui, sempre tenendo a mente l’intento di Dan Houser di migliorare tutto, in GTA V c’è stato un ritorno al passato in grande stile.

Se non avete voglia di dedicarvi alle missioni principali c’è sempre una Los Santos piena di negozi ad aspettarvi. Vestiti; scarpe; tatuaggi; Ammu-Nation (con poligono di tiro sul retro per le esercitazioni), Pay N’ Spray per riverniciare l’auto e una serie di meccanici pronti a dare una controllatina al motore, oppure trasformare delle monovolume in potenti bolidi. Tutto quello che mancava in GTA IV è stato reinserito, rendendo il gioco ancora più vario e soprattutto personale, perché ogni configurazione di personalizzazione, dai vestiti alle auto, ci regalerà la sensazione intima di appartenenza al gioco. Le nostre azioni saranno al centro della storia e con enorme sensazione di libertà avremo l’opportunità in qualsiasi momento di proseguire nella trama, oppure dedicarci allo shopping sfrenato o personalizzazione del personaggio nelle sue otto abilità: Speciale; Resistenza; Mira; Forza; Furtività; Volo; Guida; Apnea. Più affineremo le capacità dei protagonisti più le missioni risulteranno facili da portare al termine.

Stazioni radio

15 stazioni radio ci faranno compagnia con le loro soundtrack arricchite di musica recente (esempio “Gimme More” di Britney Spears). La qualità audio è molto buona, ma in generale in tutto il gioco sono godibili effetti sonori di qualità e rievocativi (il rompersi dei finestrini dell’auto esempio, o le esplosioni). Da sottolineare però che perdendo il fascino retrò di una colonna sonora consolidata, in GTA V, le stazioni radio andranno ascoltate con maggiore attenzione per pesarne la qualità e soprattutto segnare le tracce audio che più ci appagano.

Le attività secondarie, folli per strada

Si può fare di tutto. Noi ci siamo immersi in lunghe passeggiate sulla spiaggia; qualche immersione e delle corse sfrenate sulla moto d’acqua, ma si può fare di più. Yoga; ciclismo (migliora la resistenza), jogging, tennis, tiro al poligono (per migliorare la mira). Il folto menù dona l’opportunità a nostro piacimento di assaggiare le “side” feature ma che secondo noi Rockstar ha saputo talmente implementare bene da potersi considerare parte integrante della trama principale, visto che molte di queste attività affinano le caratteristiche dei personaggi, con riflesso sull’esito delle missioni e la facilità di completamento del gioco. A trama conclusa non si può rimanere soltanto con la forbice del barbiere tra i capelli o un paio di scarpe nuove ai piedi, anzi, di rimpetto abbiamo la trama che Los Santos nelle sue attività vuole mostrarci. Non ci si può annoiare, assolutamente. Numerosi folli ci affideranno missioni varie, molti eventi casuali appariranno sulla mappa. Esempio? Quando stavamo guidando nel deserto con Trevor abbiamo visto la mappa lampeggiare e richiamare un punto specifico. All’arrivo, una coppia di ragazzi zuppi di alcool ci ha chiesto un passaggio per tornare a casa, e, nel turbino di eccitazione sessuale si sono dati alla pazza gioia in auto, potendo ammirare la loro prestazione mentre intenti alla guida. Questa è soltanto una delle numerose configurazioni che il gioco ci propinerà.

GrandTheftAutoV-3

Spirito imprenditoriale

In GTA: Vice City prima, e San Andreas poi, si poteva indossare gli abiti degli acquirenti poi rinfrescati con quelli da imprenditore. In GTA V la cosa si ripeterà. Ogni personaggio ha delle attività da rilevare e sviluppare per fare soldi extra e avere modo di entrare in altre missioni secondarie. Trevor ad esempio potrà comprare una pista di volo, mentre Franklin un’azienda di trasporto Taxi. Fare soldi è una cosa molto importante sia per acquistare armi, che le rispettive personalizzazioni, in strumenti come silenziatori o torce, oppure colorazioni. Avere un portafogli abbondante risulta la cosa ideale per assaporare con maggiore relax le missioni di gioco e acquistare tutto l’acquistabile nell’enorme mappa. Si sceglierà quindi (senza forzature) se proseguire nella trama a ritmo sostenuto, oppure di tanto in tanto dedicarsi all’attività imprenditoriale per far soldi e comprare nuove possibilità economiche.

{hwdvideoshare}id=5617|width=640|height=354{/hwdvideoshare}

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube
Telegram
Facebook
Gruppo Facebook
Twitch
Twitter
Instagram

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles