4Life

In futuro batterie allo zucchero

Un gruppo di ricercatori dimostra una batteria alimentata con zollette di zucchero Batterie allo zuccheroUn gruppo di ricercatori dell'università di Saint Louis ha dimostrato presso il congresso annuale della American Chemical Society una batteria ... [Leggi di più]
27 Marzo 2007

In Francia il CNES apre i suoi archivi segreti sugli UFO

Il Centro Nazionale per gli studi spaziali, apre al pubblico della rete l'archivio con i suoi file sugli UFOUnidentified Flying ObjectsLa Francia è il primo paese al mondo a rendere pubblici i suoi archivi sui fenomeni di avvistamenti su oggetti ... [Leggi di più]
23 Marzo 2007

Benigni Show con Veronica Lario ‘Se non fossi sposato la sposerei’

Roberto Benigni al Palasharp di Milano si rivolge alla moglie dell'ex Premier Silvio Berlusconi, Veronica Lario, seduta in prima fila, alludendo al "carteggio pubblico" di qualche mese fa tra la bellissima consorte e il Cavaliere "Mascarato" Benigni ... [Leggi di più]
22 Marzo 2007

Eni Italgas premia l’innovazione per celle fotovoltaiche a basso costo

La compagnia italiana ha assegnato a due scienziati americani il premio Scienza e Ambiente per lo studio e lo sviluppo di celle fotovoltaiche a basso costoEnergia solare a basso costo In un mondo come il nostro in cui continue crisi politiche e ... [Leggi di più]
21 Marzo 2007

In Europa si, ma con un pizzico di Teranga in più

Italia: il difficile cammino giuridico e sociale dell'integrazione religiosa, proiettati verso l'Europa, ma con uno sguardo a chi ha già risolto la questione.


In Europa si...

Velo si - velo no? E se si, quale?E dove.crocifisso nelle aule scolastiche come offesa o come semplice testimonianza di una fede che può essere anche rispettosamente ignorata? Queste tematiche che ormai da tempo affollano le pagine dei nostri giornali, e danno adito ai conduttori più disparati di riempire i palinsesti con dibattiti inferociti che, in quanto a share, sono degni di competere con talk-show e reality anche di prima serata, ci ricordano, però, che il tema dell'integrazione è cosa delicata, da trattare con calma e diplomazia, si, ma anche con chiarezza ed onestà intellettuale. Ed è tema centrale anche per chi crede che il diritto possa e debba apportare il suo fondamentale contributo a tale questione.

"Tutti hanno il diritto di professare liberamente la propria fede religiosa, in qualsiasi forma, individuale o associata, di farne propaganda e di esercitarne in privato o in pubblico il culto, purchè non si tratti di riti contrari al buon costume" così recita l'art. 19 della nostra costituzione, che insieme agli art 7 e 8 rappresentano i cardini della disciplina normativa in materia di libertà e convivenza religiosa nel nostro paese, introdotta dal '48.

Da qui si parte per la definizione della parola forse più inflazionata quando si parla o si scrive di questi temi ossia laicità. C'è da dire che ognuno forgia un concetto tutto suo intorno a tale parola in base alla tesi che si ripropone di sostenere, ma personalmente ritengo che laico non sia sinonimo di ateo, inteso come colui che non crede, non vuole credere e non ha alcun riferimento filosofico o religioso che vada al di là della mera razionalità; laico è colui che valorizza i principi fondamentali che caratterizzano la dignità della persona umana e si ispira al principio della «responsabilità della vita», un principio di libertà e di autonomia intellettuale per il quale ciascuno può consapevolmente scegliere il proprio progetto di vita, in base al valore dell'autodeterminazione (1) .

In un momento come questo in cui l'incontro tra culture e religioni diverse spesso si tramuta in scontro, nel nostro come negli altri paesi europei, è fondamentale la laicità di chi siede in posizioni istituzionali, intesa come strumento concettuale posto a garanzia e protezione del rispetto di qualsiasi credo compatibile con una società civile di diritto; senza correre il rischio dell'appiattimento, decisamente incombente specie laddove una cultura forte e radicata(a volte fondamentalista) come quella islamica si confronta con una debole e non sempre consapevole della propria identità -spesso smarrita nel benessere- come quella occidentale.

Il motto dell'Unione europea è:"unità nella diversità", bellissimo e molto scenico! Ma di quale diversità si parla? Stando al testo originale della carta costituzionale, seppur non ancora ratificata da tutti gli stati membri e quindi non ancora in vigore, ma valida almeno come punto di riferimento dottrinale,"essa rispetta la ricchezza della sua diversità culturale e linguistica e vigila sulla salvaguardia e sullo sviluppo del patrimonio culturale europeo" e poco più avanti "vieta qualsiasi discriminazione in base alla nazionalità" . Non difficile rendersi conto dell'assenza, da molti per l'appunto criticata, di qualsiasi riferimento religioso. Differenze culturali, linguistiche quindi, ma riguardo divergenze e convergenze tre fedi diverse il dettato costituzionale non si esprime esplicitamente, assecondando una "laicità" politicamente corretta magari, ma forse un tantino lacunosa e suscettibile di interpretazioni po' troppo opinabili. Affinché ci sia unità è essenziale la consapevolezza delle singole diversità che la compongono.

Il titolo di un noto libro del filosofo Jacques Maritain è "distinguere per unire", e probabilmente è proprio questo ciò che occorre: marcare serenamente col dialogo i tratti caratteristici di ogni cultura e credo religioso, analizzando le differenze e aprendo strade per la convivenza pacifica e paritaria che nulla ha a che vedere con la tolleranza.
... [Leggi di più]
15 Marzo 2007

‘Sono un’onorevole, chiamate il primario’

Brutta storia di prevaricazione all'Ospedale Cardarelli di Napoli, una storia come tante altre, ma che ha tutti i requisiti per diventare un caso nazionale. Protagoniste: Maria Fortuna Incostante deputata in quota ai Ds e una dottoressa di turno nel ... [Leggi di più]
13 Marzo 2007

Napoli: Arrestati tre falsari per un giro di marche da bollo contraffatte

Napoli: attenzione alle marche da bollo contraffatte. Arrestati tre falsari, sorpresi nell'ufficio delle EntrateAttenzione alle marche da bollo contraffatteNei giorni scorsi, a Napoli, sono scattate le manette per tre persone che avevano avviato un ... [Leggi di più]
12 Marzo 2007

Forbes fa sognare il mondo con la classifica dei miliardari 2007

La rivista Forbes come di consueto ha pubblicato la classifica dei miliardari di tutto il mondo, per l'Italia il primo rappresentante è sempre Silvio Berlusconi che però scende qualche posizione in classifica generale rispetto ad un anno fa, ad incalzarlo il patron di Luxottica Del Vecchio.


I più ricchi della terra

Forbes ancora una volta fa sognare (e rosicare) il mondo intero pubblicando la classifica degli 946 "billionaires" (miliardari in dollari) 2007. Quest'anno la schiera dei paperoni del globo si infittisce e i facoltosi aumentano in modo vistoso anche se c'è una redistribuzione a livello globale con le nuove economie emergenti che reclamano un posto di rispetto anche in questa singolare classifica. Forte di un primato che detiene da ben 13 edizioni consecutive, anche stavolta il primo della lista è il 56enne fondatore di Microsoft, Bill Gates, che nella classifica stilata da Forbes viene indicato col nome di battesimo: William Gates III e al quale vengono attribuiti ben 56 miliardi di dollari di patrimonio. A seguire abbiamo un'altro statunitense, il magnate della Berkshire Hathaway Warren Buffet, 76 anni, che si deve accontentare di 51 miliardi di dollari di patrimonio, mentre al terzo posto troviamo il primo "straniero" ovvero Carlos Slim Helu, 67 anni, operante nel settore della telefonia in Messico con 49 miliardi di dollari. Il quarto posto è appannaggio di un europeo, Ingvar Kamprad, meglio conosciuto come mr. Ikea che passa da 29 a 33 miliardi in un solo anno.

Come sempre dominano gli Americani, ma in questa edizione si fanno sentire prepotentemente delle importanti new-entry quali gli Indiani e i Cinesi che conquistano posizioni di tutto rispetto. Nella classifica riservata alle nazioni, gli Stati Uniti detengono il primato con circa il 50 % dei miliardari, a seguire troviamo la Germania con 55 presenze e la Russia con 53, al terzo posto l'India che scavalca prepotentemente la Gran Bretagna e il Giappone con ben 36 miliardari, da segnalare infine la posizione dei cinesi che piazzano 20 miliardari al netto dei 21 detenuti da Hong Kong.

L'Italia, al quattordicesimo posto nella classifica riservata ai paesi con più miliardari, è degnamente rappresentata da Silvio Berlusconi e Famiglia con 11,8 miliardi di patrimonio (con un "magro" + 0,8 miliardi dal 2006, risultato che però lo posiziona più in alto del collega Rupert Murdoch al 73 esimo posto), ma perde diverse posizioni in classifica generale facendosi vedere al 51 esimo posto proprio con l'ex Premier (tonfo dal 37esimo del 2006 al 51esimo). Il 52 esimo posto (ex equo con Nasser Al-Kharafi, Kuwait), è occupato dal magnate degli occhiali, Leonardo Del Vecchio, proprietario di Luxottica, che insidia il "povero" Silvio con ben 11,5 miliardi di patrimonio (dai 10 dell'anno scorso). Per quanto riguarda gli altri italiani bisogna scorrere la classifica e leggersi le decine di miliardari sparsi in tutto il mondo per poi ritrovare al 62 esimo posto, con uno scivolone di ben 20 posizioni, Michele Ferrero e Famiglia (10 miliardi), al 177mo posto Giorgio Armani (4,5 miliardi), al 287mo posto (alla pari) Francesco Gaetano Caltagirone e Mario Moretti Polegato (3 miliardi), i Benetton sono 323mi con Carlo, Gilberto, Giuliana e Luciana che hanno 2,8 miliardi a testa. Ancora c'è Ennio Doris al 369mo posto (2,5 miliardi), Stefano Pessina 407mo (2,3 miliardi) e per finire Silvio Scaglia al 799mo posto (1,2 miliardi). In tutto gli italiani sono 13, uno in meno rispetto al 2006, per l'uscita dalla classifica di Miuccia Prada.


Dalla classifica i maggiori quotidiani economici hanno rilevato come l'economia del mondo goda di ottima salute (almeno tra le alte sfere) atteso che si è passati da 793 miliardari del 2006 a 946 del 2007, con 153 nuovi super ricchi in più, meglio distribuiti rispetto al passato a livello globale.

A seguire la Top 20 e le posizioni occupate dagli italiani.
... [Leggi di più]
9 Marzo 2007

Patata bollente? No esplosiva! Una donna trova una bomba a mano tra le patate

Una casalinga di 74 anni compra delle patate e scopre che mimetizzata nella sua prossima cena c'è un simpatico residuo bellico esplosivoBomba a mano fra le patateUn' anziana donna di S. Giorgio a Cremano in provincia di Napoli nella serata di ... [Leggi di più]
1 Marzo 2007

La notte degli Oscar: tutti i premi

Ennio Morricone, star della serata, commuove il Kodak Theater


Una notte da Oscar

Il Mozart del Cinema come è stato ribattezzato Ennio Morricone dalla stampa americana, nella magica notte degli Academy Awards ha incantato e commosso tutti. Tutti in piedi al momento della premiazione con un Oscar alla carriera che sa anche di rinvincita per le cinque volte in cui, arrivato vicinissimo a vincerlo, se l'era visto portar via all'ultimo momento. Il maestro Morricone, commosso per all'applauso e la standing ovation spontanea e sincera del Kodak Theater ha commentato: "Devo ringraziare fortemente tutti quelli che hanno consentito di concedermelo e anche i registi che mi hanno dato la loro fiducia''..."Questo Oscar sia per me non un punto di arrivo, ma un punto di partenza per migliorarmi al servizio del cinema e della mia personale estetica sulla musica applicata''. Ha infine dedicato la mitica statuetta alla moglie Maria: "Spero mi ami quanto io amo lei. Questo è un premio anche per lei''.

Al Kodak Theater è stata anche la notte di un grande regista da sempre bistrattato dalla giuria dell'Academy che ieri sera però non ha potuto far altro che inchinarsi alla sua bravura : Martin Scorzese che si è aggiudicato il premio come miglior regista con il film "Departed". La pellicola è anche stata premiata con altre tre statuine: miglior film , migliore sceneggiatura non originale, miglior montaggio.




Il premio come miglior attore è andato a Forest Whitaker per "L'ultimo re di Scozia" di Kevin Macdonald, mentre quello di miglior attrice è andato a Helen Mirren per "The Queen" di Stephan Frear. L'attrice britannica ha dedicato il premio al personaggio che l'ha ispirata, la Regina Elisabetta: ''Per cinquanta anni e più la Regina ha conservato la sua dignità, senso del dovere e la sua capigliatura. E ha conservato anche i suoi piedi per terra. Vorrei onorare il suo coraggio e la sua coerenza se non fosse per lei io non sarei qui''.




Jennifer Hudson vince l'oscar come migliore attrice non protagonista per "Dreamgirls" mentre Alan Arkin è il miglior attore non protagonista per il film indipendente "Little Miss Sunshine", film che si è aggiudicato anche il premio per la migliore sceneggiatura originale.


Il premio per i migliori costumi è andato a Milena Canonero per aver trasformato il film "Marie Antoniette" in una sorta di sfilata d'alta moda dell'epoca.


"La vita degli altri", di Florian Henckel von Donnersmarck (Germania),si è aggiudicato l'Oscar come miglior film straniero.

Il premio come miglior documentario è andato a "Una scomoda verità" di Davis Guggenheim, il film che racconta gli effetti devastanti dell'inquinamento sul clima terrestre, ha un protagonista d'eccezione, l'ex vicepresidente degli Stati Uniti, Al Gore.

Pirati dei Caraibi si è aggiudicato il premio per i migliori effetti speciali. Il premio per il miglior cortometraggio è invece andato a West Bank Story di Ari Sandel.

Parallelamente agli Academy Awards sono stati anche assegnati gli "Anti-Oscar", ovvero i premi ai film più brutti dell'anno. Incetta di statuine ha fatto il film Basic Instinct 2 di Sharon Stone.


Nella pagina seguente la lista completa dei vincitori
... [Leggi di più]
26 Febbraio 2007

Manipolazione genetica degli embrioni presto autorizzata in Gran Bretagna

Prima gli Ogm, poi la pecora Dolly, ora gli Uomini. La ricerca scientifica non si ferma mai, dopo gli alimenti e gli animali tocca agli uomini essere replicati e manipolati: fino a che punto l'uomo può spingersi contro l'ordine naturale delle cose? ... [Leggi di più]
25 Febbraio 2007

Quattro chiacchiere con Xleon, il FanSubber che diffonde Naruto

Intervista a un giovane ragazzo che con il suo lavoro e tanta passione permette a migliaia di appassionati di godere in anteprima della splendida serie dell'anime giapponese Naruto.


Intervsta a Xleon prima parte

Con questa chiacchierata-intervista inauguriamo una rubrica dedicata ai piccoli "fenomeni" disseminati in rete. In molti ignorano le gesta straordinarie compiute da ragazzi che giorno per giorno dedicano il loro tempo per apportare un contributo alla crescita del web, per diffondere un'idea, per condividere e fare cultura. I media tacciono di imprese considerate come semplici passioni o divertimenti, confinano nell'angusto spazio di un blog o di un sito (seppure ben fatto) le aspirazioni e i lavori dei giovani. 4News inaugura così una rubrica dedicata alle personalità che si distinguono in rete per innovazione, impegno e creatività.

La nostra prima "chiacchierata" l'abbiamo fatta con Xleon, un ragazzo appena maggiorenne che si dedica da un pò di tempo alla sottotitolatura degli anime giapponesi non ancora trasmessi in Italia. Il lavoro è piuttosto lungo e impegnativo ed ha bisogno di una buona conoscenza di software audio-video nonchè delle lingue. Quello di "Fansubber" (così vengono chiamati quelli che si occupano delle traduzioni dei file video) fino a poco tempo fa era un "lavoro" inimmaginabile, poi con la diffusione inarrestabile di internet e della banda larga i contenuti sono divenuti fruibili in ogni angolo della terra; con la globalizzazione il bisogno di cultura o gli interessi che si sviluppano in un paesino sperduto fanno presto ad essere apprezzati dal resto del mondo ed ecco che anche un video trasmesso il giorno prima in giapponese diventa magicamente disponibile, nel giro di poche ore, con le musiche originali e il testo nella lingua che preferite.

Certo, il Giappone non è affatto "un paesino sperduto" sul mappamondo, anzi tiene saldo il timone in molti campi dello scibile, dalla tecnologia agli anime che qui interessano. In molti ricorderanno che negli anni ottanta le serie di cartoni animati giapponesi invasero il mercato occidentale divenendo dei cult in poco tempo, altrettanti ricorderanno che per vedere la fine delle appassionanti storie che ciascuno di noi preferiva seguire, abbiamo dovuto attendere decenni a causa dei problemi di commercializzazione e delle strategie commerciali legate alle pubblicità. Ma il tempo è cambiato, oggi la tecnologia permette di azzerare le distanze e così può accedere che il ragazzino del più piccolo paesino d'Italia ha le stesse opportunità di vivere emozioni di un suo coetaneo di Tokyo o di New York.

Vista la crescente attenzione verso un anime in particolare, introdotto in Italia dalla "rete dei ragazzi", Italia 1, abbiamo contattato Davide, alias Xleon, il ragazzo che dirige al momento il gruppo di FanSubber più attivo della rete per quanto riguarda l'anime Naruto, con lui, almeno altri due ragazzi collaborano in pianta stabile alla "traduzione" dell'anime: Filo90 e Darkshneider.


A Davide abbiamo rivolto qualche domanda per scoprire cosa spinge un ragazzo della sua età a dedicare il proprio tempo libero ad un'attività che non ha altro guadagno se non la soddisfazione personale per i ringraziamenti dei fan. Certo la rete è piena di FunSubber e allora perché abbiamo scelto proprio quelli di Naruto? La motivazione è molto semplice: Naruto merita attenzione non solo per la passione che ha sprigionato nei cuori di milioni di appassionati (permettendogli di acquisire una fama simile o addirittura superiore a quella del glorioso Dragonball di Akyra Toryama), ma anche quale fenomeno commerciale legato ai gadget, ai diversi videogames ormai disponibili per quasi tutte le console ed ai milioni di accessi che registrano i diversi siti dedicati alla serie (Narutogen.com ha registrato non molto tempo fa l'impressionante traguardo di 5 milioni di accessi); una realtà del genere legata ad un "semplice cartone animato" a nostro giudizio merita di essere approfondito.

Di seguito il testo dell'Intervista:

Ciao Davide, ormai sei piuttosto famoso in rete tra i fan di Naruto per il tuo lavoro di FanSubber, come nasce la passione per i cartoni animati?

Ciò che noi definiamo "cartoni animati" può, a volte, trasformarsi in qualcosa di nettamente più profondo. Se da piccolo ritenevo Topolino, Pippo tanti altri personaggi un mondo fantastico ora mi rendo conto che effettivamente è il considerare ARTE il cartone a trasmettermi passione.

Il tuo lavoro richiede tempo e passione, considerando che il lucro è inesistente, cosa ti spinge a farlo?

La mia passione e la passione degli altri. Condividere le mie emozioni con altre persone che provano sentimenti simili ai miei.

Continua...
... [Leggi di più]
21 Febbraio 2007

Metello.com, storie di ordinaria follia in video web

Ottimo exploi di Metello.com, la community italiana del video sharing, che ci propone in questi giorni una visione a tutto campo sugli accadimenti più chiacchierati del bel paese: Sgarbi vs Cecchi Paone a Markette, il Prof. Catuogno raggiunto da un ... [Leggi di più]
19 Febbraio 2007

Palpata e ‘mazziata’, povera professoressa

Una professoressa di Lecce filmata dalla videocamera di un telefonino mentre fa lezione e i suoi alunni adolescenti le toccano il sedereVideo scottanteE' tutta la giornata che non si parla d'altro, dalle conversazioni dal salumerie a quelle nella ... [Leggi di più]
16 Febbraio 2007

Ritrovati i diari di Mussolini, Dell’Utri li ha visti

Il Senatore Dell'Utri, appassionato bibliografo, rivela tra l'incredulità generale, di avere visto cinque diari del DuceI diari del DuceIl Senatore di Forza Italia Marcello Dell'Utri ha dichiarato di essere a conoscenza dell'esistenza di cinque ... [Leggi di più]
11 Febbraio 2007

Sienna Miller: Scandalo sul set

Sesso sul set e mise alquanto imbarazzanti per Sienna Miller ex compagna di Jude LawScandalo sul setLa scelta di Sienna Miller, ex fidanzata di Jude Law, per il ruolo di Edie Sedgwick la musa ispiratrice di Andy Wharol, nel nuovo film di George ... [Leggi di più]
2 Febbraio 2007

Sentenza Di Lapio non definitiva, ma resta rinchiuso…in casa!!!

Il Direttore di Canale 5, Donelli, rende pubblica la decisione della produzione del Grande Fratello 7 in merito alla condanna in contumacia emanata contro Raniero Di LapioRaniero non esceLa produzione del Grande Fratello che si era riservata di ... [Leggi di più]
2 Febbraio 2007

Raniero Di Lapio, un condannato in casa

Il bel ventitrenne concorrente del Grande Fratello 7 sarebbe stato condannato in contumacia dal Tribunale di Roma, per lesioni.Un condannato in casa"Un condannato in casa" sembra il titolo di una pièce teatrale e invece è un copione materializza... [Leggi di più]
1 Febbraio 2007

Muccino: ancora successi negli States

Muccino sarà il prossimo regista di Viva Laughlin, nuova serie tv americana.L'America di MuccinoDopo lo straordinario successo mondiale di "Alla ricerca della felicità"con Will Smith, candidato all'oscar come migliore attore, Muccino ci riprova ... [Leggi di più]
1 Febbraio 2007

E scuse furono, Berlusconi risponde alla moglie

Silvio Berlusconi risponde all'appello lanciato dalla moglie su "La Repubblica" porgendo le proprie scuse per le esternazioni galanti durante la cena di gala dei TelegattiLe scuse di Berlusconi sono arrivateNel pomeriggio sono arrivate le scuse ... [Leggi di più]
31 Gennaio 2007