Mass Effect Legendary Edition, BioWare lancia diversi interessanti contenuti

In vista dell’imminente lancio di Mass Effect Legendary Edition, BioWare ha rilasciato diversi contenuti per i fan. Tra questi troviamo un mega-cut della colonna sonora di Mass Effect, un tool per creare le vostre fan art e un download gratuito di contenuti bonus.

BioWare ha creato un’esperienza web che consente ai giocatori di creare le proprie fan art personalizzate di Mass Effect Legendary Edition. I nuovi Shepard, così come i veterani, potranno scegliere i propri compagni di squadra, il proprio carattere e persino l’ambientazione della propria fan art. I lavori potranno poi essere condivisi con gli amici o sui social media. Si potrà inoltre utilizzare il randomizer per dare vita a miliardi di combinazioni casuali. Le immagini possono essere scaricate in diversi formati, tra cui il 4K, oltre che a grandezza di copertina che potranno essere utilizzare per personalizzare le copie fisiche del gioco. L’esperienza web è disponibile qui.

Per i fan alla ricerca del ritmo giusto per pilotare la Normandy, BioWare ha creato un lungo video contenente 88 tracce con la colonna sonora di tutti e tre i videogiochi della trilogia. Sono inoltre inclusi tre pezzi artistici personalizzati realizzati esclusivamente per l’occasione. La soundtrack contiene anche la canzone “Resynthesis“, un inedito per la trilogia di Mass Effect. Potrete così entrare nel clima di Mass Effect con i più grandi successi della colonna sonora della serie.

Bioware ha pubblicato infine una quantità considerevole di contenuti bonus precedentemente limitati alle edizioni Deluxe di Mass Effect 2 e 3, che saranno disponibili gratuitamente. Questo rilascio di contenuti contiene, oltre alla soundtrack della trilogia, 2 artbook digitali, 2 fumetti digitali e una litografia digitale della Normandy in azione. Il download dei contenuti bonus è disponibile qui.

Mass Effect Legendary Edition sarà disponibile a partire dal 14 maggio per PC, PS4 e Xbox One.

Antonio Rodofile
Già da prima di imparare a scrivere, i miei genitori mi hanno messo un pad tra le mani. Quel pad, nel corso degli anni, ha cambiato forma, dimensioni, peso ma la passione è rimasta invariata. Dopo tanti anni di studi tra media, cinema e videogiochi, sono sbarcato un po' per caso e un po' per destino nella critica videoludica che concilia le mie due più grandi passioni: scrivere e giocare.

Rispondi

Ultimi articoli

Articoli che potrebbero interessarti