Recensione in pillole: CrisTales

Articolo di · 4 Settembre 2021 ·

Sviluppato da Dreams Uncorporated e Syck e distribuito da Modus Games, CrisTales è un gioco di ruolo indipendente che unisce caratteristiche tipiche del genere ad alcune innovazioni che sposano alla perfezione il gameplay.

Versione testata: Steam


Che gioco è?

Quando Crisbell scopre di essere una maga del tempo, la sua vita viene sconvolta per sempre. La sua esistenza serena è catapultata in una missione di fondamentale importanza: salvare il regno in cui vive da un futuro di decadenza e morte.

Per questo motivo, in CrisTales ci troviamo a vagare per un meraviglioso regno fantasy alla ricerca della regina che sta causando gravi danni ai villaggi. Quando scopriremo i poteri del tempo, avremo una visione completa del passato, presente e futuro di ogni villaggio che visitiamo. Tramite una divisione in triangoli, infatti, vedremo al centro dello schermo il nostro presente, mentre a sinistra e a destra il passato e il futuro. Tramite i salti temporali e le scelte nelle missioni principali e secondarie, possiamo agire attivamente e cambiare in tempo reale il futuro.

Inoltre, durante i combattimenti che affronteremo con i nostri compagni, potremo usare il potere di Crisbell per spedire i nemici nel futuro o nel passato. Questo, combinato alle abilità dei nostri compagni, si rivela spesso un’arma fondamentale in battaglia. Gli effetti di stato possono essere applicati al presente e causare un enorme danno cumulativo nel momento in cui i nemici vengono spediti nel futuro.


Perché giocarlo?

CrisTales è veramente un gioiellino e la domanda che dovreste porvi è: perché non l’ho ancora giocato? La sua storia è coinvolgente e ricca di personaggi variegati e dalle mille sfaccettature, le ambientazioni sono create ad arte, così come i nemici che hanno tutti caratteristiche diverse ed attacchi unici.

Ma procediamo per ordine. CrisTales ruota interamente sul concetto di poter manipolare il tempo a proprio piacimento ed è questo che si rivela il suo maggior punto di forza. Poter vedere gli scenari in tre diversi momenti della loro storia è semplicemente meraviglioso. Il tutto diventa ancor più bello quando si inizia a poter agire attivamente sul futuro. Che si tratti di spedire Matias, una rana magica che ci guiderà come il grillo parlante di Pinocchio, nel passato per origliare una conversazione o dare dei soldi ad un artista di strada per mantenersi, ogni nostra azione darà dei risultati immediati nel futuro.

Tutto ciò, ovviamente, si ripercuote anche in combattimento dove potremo sfruttare le nostre abilità per sconfiggere agevolmente i nostri nemici. Il combat system è basato su degli scontri a turni, tipico dei JRPG e ci permette di combinare gli attacchi con i nostri compagni per causare danni maggiori. Wilhelm, ad esempio, è anch’egli uno stregone del tempo e può utilizzare attacchi di varia natura che oscillano dal veleno al fuoco agli incantesimi curativi. I suoi attacchi si dividono in “lancia” o “pianta”, il primo ha effetti immediati mentre il secondo richiede parecchi turni per attivarsi. L’attesa, tuttavia, si riduce sensibilmente se si sfrutta il potere di Crisbell per portare i nemici dal passato al presente o dal presente al futuro.

Ciò che da leggere può sembrare confusionario, è invece piuttosto intuitivo durante il gameplay che fornisce tutti i tutorial necessari per apprendere le tecniche di base. Il gioco ci lascia poi liberi di sperimentare ed esprimerci come meglio crediamo.

Dreams Uncorporated e Syck hanno fatto un lavoro lodevole anche nella realizzazione dei nemici che hanno sempre caratteristiche differenti tra loro. I nemici si dividono inoltre in tre differenti fasi, a seconda della loro collocazione temporale. Le loro peculiarità si svelano al giocatore man mano che li affronta e ne comprende gli attacchi e le debolezze. Procedendo nella storia, inoltre, Wilhelm sviluppa un’abilità molto utile che analizza i nostri avversari mostrandoci i loro punti ferita, statistiche, debolezze e punti di forza a dimostrazione ulteriore dell’unicità di ogni tipologia di nemico.

Una menzione finale va al comparto grafico di CrisTales che, con uno stile che si rifà al cinema d’animazione per bambini, riesce a creare un mondo meraviglioso nel quale viene narrata una storia matura, fatta di tradimenti, scelte difficili e doveri da rispettare.


Perché no?

Avremmo anche potuto risparmiarci questa sezione, ma la natura umana è quella di non essere perfetta e anche CrisTales, in quanto fatto dall’uomo, soffre di questo problema.

Gli aspetti negativi che abbiamo riscontrato sono tuttavia pochissimi. Quello che può rivelarsi fastidioso è la scelta di non mettere delle indicazioni chiare nel registro delle missioni. Ciò comporta che in alcuni casi, pur leggendo gli incarichi che dobbiamo terminare, non riusciamo subito a capire dove andare e cosa fare. Questo si rivela fastidioso prevalentemente nei casi in cui la missione richiede del backtracking in una zona di cui non ricordiamo il nome. Le aree di gioco, tuttavia, si imparano in maniera abbastanza rapida per cui questo difetto non va fortunatamente a compromettere il completamento delle quest.

Un ulteriore elemento che, a nostro avviso, si potrebbe migliorare è la gestione del riposo. Tra le varie battaglie, infatti, la nostra salute e i nostri punti mana non si rigenerano. Ciò avviene anche nel caso in cui salviamo la partita o saliamo di livello. L’unico modo per ripristinare le nostre statistiche è quello di riposare in alcune locande nei villaggi o di accamparci in tenda presso i punti di salvataggio. Le tende, tuttavia, hanno un costo elevato e scompaiono dopo l’utilizzo, costringendoci ad acquistarle nuovamente anche nel caso in cui ci ritroviamo a riposare due volte nello stesso punto.


Commento finale

CrisTales è un gioiellino che ci sentiamo a consigliare a chiunque, non solo agli amanti dei JRPG. I motivi per consigliarlo sono davvero tantissimi ma, su tutti, spicca la cura con la quale è gestito il potere del tempo. I salti temporali ci consentono di svolgere tantissime azioni che vanno dalle battaglie al cambiare il futuro per un singolo personaggio, fino a modificare il futuro di interi villaggi. Ogni scelta deve essere quindi pesata e ha delle conseguenze che si manifestano da subito sul mondo di gioco con degli effetti meravigliosi. Tutto il resto, dal comparto grafico a quello tecnico, supporta in maniera eccellente quella che si rivela una storia coinvolgente ed emozionante.

Ciò che non abbiamo apprezzato nel titolo di Dreams Uncorporated e Syck è invece la gestione delle missioni che, in alcuni casi, non forniscono indicazioni abbastanza chiare e ci costringono a vagare più volte in cerca del luogo giusto. Un’ultima minuzia che non abbiamo apprezzato è la gestione del recupero di energia e mana. Doverci riposare ogni volta che vogliamo ripristinare i nostri valori è una scelta interessante ma dispendiosa, soprattutto considerando le tende mono uso vendute a caro prezzo.

Criterion 10
9.0

Da provare assolutamente

CrisTales è un gioiellino che ci sentiamo a consigliare a chiunque, non solo agli amanti dei JRPG. I motivi per consigliarlo sono davvero tantissimi ma, su tutti, spicca la cura con la quale è gestito il potere del tempo. I salti temporali ci consentono di svolgere tantissime azioni che vanno dalle battaglie al cambiare il futuro per un singolo personaggio, fino a modificare il futuro di interi villaggi. Ogni scelta deve essere quindi pesata e ha delle conseguenze che si manifestano da subito sul mondo di gioco con degli effetti meravigliosi. Tutto il resto, dal comparto grafico a quello tecnico, supporta in maniera eccellente quella che si rivela una storia coinvolgente ed emozionante.

Ciò che non abbiamo apprezzato nel titolo di Dreams Uncorporated e Syck è invece la gestione delle missioni che, in alcuni casi, non forniscono indicazioni abbastanza chiare e ci costringono a vagare più volte in cerca del luogo giusto. Un’ultima minuzia che non abbiamo apprezzato è la gestione del recupero di energia e mana. Doverci riposare ogni volta che vogliamo ripristinare i nostri valori è una scelta interessante ma dispendiosa, soprattutto considerando le tende mono uso vendute a caro prezzo.


    Rispondi