Stranger Things 4, ecco qual è la connessione tra Vecna e il Mind Flayer

Si è appena conclusa la quarta stagione di una delle serie tv più emozionanti degli ultimi anni, eppure tanti sono gli interrogativi che questa part II della quarta stagione ci ha lasciato.

In questo primo articolo dedicato, cercheremo di spiegare la connessione esistente tra Vecna e il Mind Flayer, l’entità che almeno apparentemente governa il “Sottosopra”

Attenzione: le considerazioni che seguono presuppongono che abbiate completato la visione della parte seconda della quarta stagione; se non lo avete ancora fatto e volete evitarvi spoilervi, fermatevi qui.

Vecna e Mind Flayer

La quarta stagione di Stranger Things si è chiusa con una importante rivelazione: Henry Creel alias “Uno”, alias “Vecna”, non è un subordinato del Mind Flayer ma ha egli stesso creato il Mind Flyer quando è stato bandito nel Sottosopra da Undici nel 1979.

Troppe cose sono rimaste senza risposta in Stranger Things nelle prime stagioni, ma ora con questa Parte Seconda della stagione 4, della bellezza complessiva di quasi 5 ore per soli due episodi, siamo pronti a conoscere finalmente la verità.

Nella prima stagione, infatti, gli spettatori hanno avuto modo di conoscere il Sottosopra, i poteri di Undici e il Demogorgone, ma quello era solo l’inizio. Ben presto, una nuova entità maligna e ancora più pericolosa, il Mind Flayer, è entrato a far parte della battaglia con le sue shiere di Democani e l’inaridimento di Hawkins.

In vista dell’uscita della quarta stagione, i fratelli Duffer avevano sottolineato più volte che questa sarebbe stata la stagione delle risposte e delle rivelazioni, e non stavano scherzando. Il primo volume ha spiegato vari aspetti del Sottosopra, la storia di Undici e persino le motivazioni dei personaggi più enigmatici nelle ultime stagioni. Ma il secondo volume fornisce ancora più dettagli, in particolare su Vecna e il Mind Flayer. All’inizio della stagione, Dustin aveva ipotizzato che Vecna fosse il generale a cinque stelle del Mind Flayer, il suo secondo in comando. Come abbiamo scoperto nel finale dell’episodio 9, questo non è mai stato più lontano dalla verità.

Vecna è il Mind Flyer

Come Vecna stesso ha mostrato a Undici quando questa è entrata nella mente di Max, Harry non eseguiva gli ordini del Mind Flayer, ma anzi ha creato egli stesso quello che i ragazzi chiamano Mind Flayer quando è arrivato nel Sottosopra, individuando nelle particelle/alveare che formano il Mind Flayer il pezzo mancante del suo piano per ottenere il potere supremo.

Secondo il dott. Brenner (Papà) ogni volta che Vecna uccide qualcuno lo “consuma”; ciò significa che ne acquisisce la coscienza e il potere. Usando i propri poteri, Henry/Uno ha preso il controllo del Mind Flayer e ha ottenuto tutti i suoi poteri, in primis il collegamento con tutte le entità senzienti del sottosopra, diventando così più forte e controllando il Sottosopra stesso.

Quali poteri ha dato a Vecna il Mind Flayer?

Anche prima che Henry Creel diventasse Uno, aveva dei poteri che gli permettevano di vedere nella mente degli altri e di ucciderli usando i loro ricordi peggiori contro di loro; proprio questo potere ha così colpito il dottor Brenner da convincerlo ad avviare il piano di ricerca e sfruttamento dei poteri soprannaturali dei bambini del paese. Ma i poteri di Henry potevano arrivare solo fino a un certo punto. Mentre la telepatia e telecinesi erano sicuramente molto utili per il suo piano di annientamento della razza umana, l’assorbimento delle particelle del Mind Flayer nel Sottosopra (o qualunque fosse la versione del Sottosopra prima del 1983) ha permesso a Henry di diventare un tutt’uno con il nuovo mondo in cui era stato esiliato e allo stesso tempo di liberarsi dai legami metaforici rappresentati dalla sua umanità, trasformandolo in un predatore apex.

La connessione alla mente alveare del Mind Flayer ha permesso a Henry Creel di diventare la versione di Vecna che il pubblico vede nella quarta stagione di Stranger Things, che controlla i Demopipistrelli, i Democani e i Demogorgoni nel Sottosopra e nel mondo reale.

Perché il Mind Flyer assomiglia ad un ragno

È interessante notare che Henry Creel non ha mai rinunciato al suo fascino per i ragni. Lo vediamo nella prima parte della stagione 4 quando, da bambino affascinato dai ragni, comincia a raccoglierli in un terrario improvvisato. E quando Henry prende il controllo delle particelle del Mind Flayer sceglie proprio l’immagine che nella sua mente rappresenta il simbolo del predatore apicale, la vedova nera, per dare al Mind Flayer, la sua forma. Questa forma anzi è basata sul sul disegno ricorrente, abbozzato quando era ancora un bambino e viveva a casa Creel. La trasformazione del Mind Flayer in una creatura simile a un ragno inoltre era in linea con le abilità del mostro.

La vedova nera

I ragni presenti nella casa di Creel erano principalmente vedove nere ed è interessante notare come questa idea che il Mind Flyer fosse una entità simile ad un ragno fosse già sotto i nostri occhi, sin dalla prima stagione.

Le vedove nere hanno un morso velenoso che provoca un dolore simile a quello che Will Byers ha provato quando è stato attaccato. Gli effetti del morso della vedova nera durano in genere circa sette giorni, la stessa durata della maledizione di Vecna. Sebbene questo sia diverso da ciò che il Mind Flyer stava facendo a Will nella seconda stagione, l’idea che il mostro attacchi, morda e infetti la sua preda è in linea con quanto accaduto nella terza stagione.

Perché Vecna ha usato il Mind Flayer in Stranger Things stagioni 2 e 3

La domanda principale è: se Vecna è responsabile di tutto, perché non ha attaccato Hawkins prima? All’inizio, il Demogorgone nella stagione 1 di Stranger Things e il Mind Flayer nella stagione 2 di Stranger Things erano mezzi per un fine, occupare Hawkins, ma alla fine sono stati fermati da Undici che ha ucciso il Demogorgone e ha chiuso il portale del Mind Flayer.

Per questo motivo, per aggirare la resistenza di Undici, Vecna ha costruito il Mind Flayer nel mondo reale e le ha sottratto i poteri quando l’ha morsa. Quel morso presumibilmente è stato parzialmente responsabile del blocco dei poteri di Eleven alla fine della terza stagione e all’inizio della quarta.

Ma una volta che Vecna ha acquisito i poteri di Undici, almeno una parte di essi, come abbiamo detto all’inizio, Vecna era finalmente in grado di accedere alle menti delle persone attraverso le diverse dimensioni, e attraverso la loro morte aprendo nuovi varchi tra i due mondi.

Perchè Vecna dice a Undici che è lei la responsabile di tutto

Prima di essere sconfitto, Vecna rivela a Undici che tutto questo non sarebbe stato possibile senza di lei, in qualche modo attribuendole parzialmente la colpa di tutto il male capitato alla città di Hawkings e ai suoi amici

Ed in effetti è proprio così. Se Undici non avesse inviato Henry nel sottosopra aprendo il portale, nulla sarebbe cominciato. Se Undici non fosse stata morsa dal Mind Flayer, Vecna non avrebbe avuto il potere di controllare le menti e di aprire portali.

Quali sviluppi nella quinta stagione

Con Max in fin di vita, l’enorme portale aperto sul sottosopra e l’inverno calato sulla piccola città, è difficile immaginare uno scenario diverso dalla guerra totale. Tuttavia un presagio inquietante è calato sui telespettatori. Sebbene il Mind Flayer sia stato rimosso da Will Byers, ha lasciato un’impronta su di lui, il che significa che Will è ancora collegato a Vecna, anche se il mostro non lo sa…

Se volete approfondire alcuni aspetti di questo straordinario finale di stagione, vi consigliamo di dare un’occhiata a questi nostri articoli:
– Stranger Things 4, come si chiama la canzone che suona Eddie nel finale di stagione?
Stranger Things 4, ecco qual è la connessione tra Vecna e il Mind Flayer;
Stranger Things 4, il futuro di Max svelato da Kate Bush?;
Stranger Things 4, D&D potrebbe anticipare il ritorno di un personaggio?;
Stranger Things 5, tutte le anticipazioni e i rumors sulla quinta stagione

Vi è piaciuto questo articolo? Se volete altri articoli come questo o vi va di discutere di cinema e serie tv, iscrivetevi al nostro canale Telegram e al nostro gruppo Facebook.

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube
Telegram
Facebook
Gruppo Facebook
Twitch
Twitter
Instagram

Arturo D'Apuzzo
Arturo D'Apuzzo
Nella vita reale, investigatore dell’incubo, pirata, esploratore di tombe, custode della triforza, sterminatore di locuste, futurologo. In Matrix, avvocato e autore di noiosissime pubblicazioni scientifiche. Divido la mia vita tra la passione per la tecnologia e le aride cartacce.

Rispondi

Latest articles

Related articles