Far Cry 6 e l’importanza del protagonista

Il 29 maggio 2021 Ubisoft ha rilasciato, nel corso di un apposito streaming digitale, un significativo trailer di gameplay per il prossimo episodio di una delle sue serie più longeve e di successo, Far Cry 6. Contestualmente ha anche rivelato la data di uscita, fissata per il 7 ottobre 2021.

Ma al di là delle rivelazioni sul gameplay fornite dal trailer, questo concede anche una panoramica maggiormente approfondita sulla figura che verrà interpretata dal giocatore, quella di Dani Rojas. Sulla quale vale la pena fare qualche approfondimento ed è ciò di cui si occupa questo articolo.


Il trailer di Far Cry 6 e Dani Rojas

C’è voluto molto tempo prima che i fan della serie Far Cry potessero avere accesso ad un po’ di rivelazioni riguardo a Far Cry 6. Come da tradizione nella serie, le prime informazioni diffuse hanno riguardato il principale antagonista, Anton Castillo. Ma le recenti interviste sul gioco hanno fornito anche importanti elementi sul personaggio principale: Dani Rojas.

Rojas è il/la protagonista impersonato/a dal giocatore in Far Cry 6. E’ dato scegliere se sarà un uomo o una donna ed è cresciuto/a nel paese di Yara, dov’è ambientato il gioco. Navid Khavari, Narrative Director di Far Cry 6, ha descritto Rojas come una figura scarsamente interessata alla Rivoluzione e a Castillo. Tuttavia fino a pochissimo tempo fa, non era mai stato chiarito il perché.

Probabilmente i dettagli più interessanti contenuti nel recente gameplay reveal di Far Cry 6 erano proprio quelli legati al passato di Rojas. Precedenti interviste avevano descritto Rojas come un/una abitante di Yara, che conosce bene il paese.

Tuttavia, i reveal precedenti si erano concentrati unicamente sulla figura di Castillo e sulla caratterizzazione della nazione di Yara. Il trailer del 29 maggio era incentrato soprattutto sul gameplay e sulle dinamiche di gioco, ma vari frammenti dello stesso fornivano anche indizi più strutturati sul passato del/della protagonista. Dani Rojas potrebbe rivelarsi, dal punto di vista narrativo, una delle figure più complesse mai apparse nella rosa dei protagonisti di Far Cry.

Far Cry 6

Dani Rojas e la politica in Far Cry 6

C’è stato un momento, prima degli eventi del gioco, in cui Dani Rojas simpatizzava con la causa di Anton Castillo e del governo di Yara, almeno perifericamente. Anzi, faceva espressamente parte dell’esercito regolare del paese, come viene suggerito nel trailer stesso. Poi, per un motivo o per l’altro, ha deciso che il suo futuro non solo non era nell’esercito, ma nemmeno nel paese.

Questa motivazione non è ancora stata chiarita, ma si sa solo che non ha a che vedere specificamente col movimento rivoluzionario noto come “Libertad”. In qualche modo, Rojas non si sentiva più a suo agio a rimanere a Yara. All’inizio di Far Cry 6, infatti, Dani Rojas esprime la chiara volontà di abbandonare Yara e cercare rifugio in un altro paese.

Com’è ovvio immaginare, il giocatore apprenderà che ciò non avviene e Dani Rojas, in un modo o nell’altro, ma presumibilmente a causa di un tragico incidente, si fa risucchiare nel vortice del movimento Libertad.

Non è ancora chiaro in cosa consista, questo incidente. Ma non è certo difficile immaginare quali eventi possano portare alla decisione di Rojas di unirsi alle file del movimento Libertad, dato che molti dei suoi amici e parenti vi si erano già fatti coinvolgere per liberare il paese dalla dittatura di Castillo.

Come spesso accade nei giochi della serie Far Cry, ci si aspetta che il gioco fornisca una rappresentazione di questo incidente dettagliata, ben costruita narrativamente ed emotivamente coinvolgente per il giocatore/spettatore, così da fornire una motivazione trascinante per unirsi alla Rivoluzione e simpatizzare con essa.

Ma quello che sarà interessante, in Far Cry 6, sarà anche vedere come cambierà la percezione che il/la protagonista avrà del movimento Libertad e come questa inciderà sull’andamento della rivoluzione stessa con il progredire del gioco.


Dani Rojas e il desiderio di rivalsa

Una cosa che sembra differenziare Dani Rojas dagli altri protagonisti di Far Cry è che il suo desiderio di vendetta non è così immediato ed evidente. Da quello che si è visto fin qui, la trasformazione di Dani Rojas da cittadino/a qualunque di Yara a icona della lotta per la libertà non è improvvisa, ma graduale.

Jason in Far Cry 3, ma anche Ajay Ghale in Far Cry 4 si ritrovano coinvolti e indirizzati su un percorso votato alla vendetta fin dalle prime battute dei rispettivi giochi. Sin dall’inizio, attraverso un prologo ed eventi che fanno da premessa allo svolgersi dell’avventura, si stabilisce un’immediata connessione tra il carismatico nemico ed il protagonista, tramite un violento scontro/confronto diretto. Sembra che tra Dani Rojas e Anton Castillo, invece, non succederà la stessa cosa.

A differenza dei suoi predecessori, Dani non sembra “un pesce fuor d’acqua”, una figura catapultata, inconsapevolmente e contro la sua volontà, nel cuore dell’Inferno. Dani conosce Castillo, anzi lavorava per lui. Ma poi abbandona l’esercito perché si rende conto di quello che Castillo sta facendo a Yara e non vuole farne parte.

Potrebbe esserci stato un momento in cui sentiva un senso di lealtà verso l’esercito e il suo comandante o credeva di approvare il cambiamento che Castillo diceva di volere per il paese.

Ma poi è accaduto qualcosa, forse un grosso tradimento, che ne ha determinato la volontà di lasciarsi completamente alle spalle l’esercito. E anzi, alla fine, qualunque sia il corso degli eventi è qualcosa che obbliga Dani ad assumere una posizione diametralmente opposta, unendosi al movimento Libertad e opponendosi a Castillo e all’esercito in cui un tempo militava.

Far Cry 6

Dani Rojas e i suoi predecessori

Essere messi in una situazione che scatena un desiderio di vendetta non è certo una situazione anomala per i protagonisti di Far Cry. Tuttavia la riluttanza del/della protagonista a farsi coinvolgere nel movimento rivoluzionario detta una differenza importante rispetto a Jason Brody o ad Ajay Ghale. E se questo aspetto narrativo verrà sfruttato come si deve, potrebbe fare di Dani Rojas la figura migliore e narrativamente più strutturata tra tutti i protagonisti di un Far Cry dall’inizio della serie.

Sotto questo aspetto, comunque, sarà anche da prendere in grande considerazione l’impatto che la figura di Castillo – e quella di suo figlio Diego – avranno sul giocatore. La figura del cattivo, nel suo imponente carisma e nella sua approfondita caratterizzazione è sempre stata un elemento portante nella storia di ogni Far Cry. E gli sviluppatori si sono sempre adoperati perché queste figure colpissero molto il giocatore, influenzando notevolmente il suo coinvolgimento emotivo nella vicenda e allineando la sua volontà di rivalsa con quella del protagonista.

Dato che però, negli ultimi episodi di Far Cry, l’attenzione sul protagonista era un po’ calata, la presenza di una figura principale così complessa e con una così intricata storia da raccontare potrebbe essere una svolta positiva per la serie. E aggiungere un altro, interessante livello alla narrativa di Far Cry 6.

Far Cry 6

Nei mesi che mancano all’uscita del gioco, Ubisoft potrebbe rilasciare ulteriori dettagli e informazioni sul passato di Rojas e sulle sue motivazioni. Non rimane che attenderli con trepidazione e prepararsi ad entrare, ad armi spianate, nell’inferno rovente di Yara.

Far Cry 6 uscirà il 7 ottobre 2021 per Xbox Series X/S, Xbox OnePlayStation 5PlayStation 4, Stadia, Amazon Luna e su PC (Epic Games Store e Ubisoft Store).

Alessandro "Arcangelo" Verso
Dopo aver attraversato l'Abisso come Raziel ed esserne uscito molto più forte (ma anche più brutto) di prima, ha ripreso la sua passione per i videogiochi a 360°: giocare, commentare, scrivere. PCista convinto, si addentra sempre con cautela in una "Next Gen" di console.

Rispondi

Ultimi articoli

Articoli che potrebbero interessarti