Una panchina con collegamento wi-fi e monitorabile sempre tramite wireless. L’Italia guarda al futuro

Ci sono settori nei quali il nostro Paese dimostra una certa arretratezza e, tra questi, figura sicuramente quello dell’arredo urbano. In questo campo rientrano infatti tutti i componenti dell’urbanistica: segnaletica stradale, cartellonistica, semafori… e perfino a semplici arredi funzionali come le panchine.

Le panchine per l’arredo urbano, in particolare, rientrano senz’altro tra gli elementi più sottovalutati. Le istituzioni cittadine sono le prime a non fare nulla per valorizzarle, limitandosi a considerarle degli arredi puramente estetici, con il solo scopo di far sedere le persone. Ciò nonostante, il potenziale di queste panchine è davvero elevato e, fortunatamente, anche l’Italia se ne sta piano piano accorgendo.

Ne è prova il fatto che anche all’interno del nostro Paese stanno sorgendo prodotti per l’arredo urbano sempre più tecnologici e innovativi, in grado di proiettarci direttamente nel futuro. La panchina di cui ti parleremo in quest’articolo ne è un chiaro esempio, in quanto progettata con un unico, grande obiettivo: migliorare la vivibilità dell’ambiente in cui verrà installata.

La panchina Elios Smart Bench, l’evoluzione dell’arredo urbano in Italia

Prova a immaginare di recarti nel tuo parco preferito alla ricerca di una panchina sulla quale rilassarti mentre ti godi il verde: fin qui nulla di strano, giusto? Adesso prova a immaginare che questa panchina non sia solo confortevole, ma anche “intelligente”! Immaginati mentre la usi per connettere il tuo tablet, collegandoti a Netflix e godendoti la tua serie preferita in un inedito contesto naturalistico, senza doverti preoccupare di quanti giga stai sprecando. Ti sembra fantascienza? E invece è una realtà concreta e tangibile, chiamata Elios Smart Bench.

Realizzata in acciaio zincato, questa panchina è progettata per garantire il massimo del comfort, grazie alla sua struttura ovale comprensiva di una seduta di 465 mm massiccia e resistente. Le sue dimensioni generali ammontano invece a 2150 x 471 x 465 mm, garantendo tutto lo spazio necessario per una perfetta esperienza di relax. Esteticamente, la panchina Elios Smart presenta inoltre un design semplice ed essenziale, disponibile in diverse tonalità di colore. Oltre a questo, può essere arricchita anche con scritte e loghi, a seconda dei gusti e delle preferenze dell’acquirente.

I suoi veri punti di forza, tuttavia, non sono solo quelli estetici. Ciò che rende la Elios Smart Bench unica nel suo genere è la presenza dei numerosi optional “intelligenti” offerti, a partire per l’appunto della sua capacità di connettersi a Internet, ed alla presenza di due pratici caricatori Pad. E se temi di consumare eccessivamente la batteria del tuo dispositivo, la panchina ti viene in aiuto anche in questo, mettendo a tua disposizione ben sei porte USB da sfruttare per un’eventuale ricarica di emergenza.

E il bello è che potrai usufruire di tutto questo a qualsiasi ora del giorno e della notte, in quanto la panchina è dotata anche di una strategica illuminazione notturna! Di giorno, invece, si serve di uno speciale pannello fotovoltaico in monocristallino da 130W, con celle monocristalline autonome, nel pieno rispetto del benessere ambientale.

Un altro punto di forza di questa panchina è il fatto di essere disponibile in due differenti varianti: standard e luxury, a sua volta disponibili in due sotto – varianti ibride in grado di connettersi anche alla rete elettrica. L’intera Elios Smart può inoltre essere tranquillamente gestita da remoto tramite wi-fi e, nella versione luxury, ciò può avvenire mediante la propria dashboard personale.

Inutile specificare che tutta questa connettività avviene nel pieno rispetto della privacy, grazie alla presenza di due importantissime specifiche volte a massimizzare la sicurezza di chi utilizza la panchina: la gestione degli accessi e una rigida policy di connessione. Non sono molti i prodotti di arredo urbano in grado di vantare qualità di questo tipo, il che è davvero un peccato, visti e considerati i numerosi vantaggi che una panchina come la Elios Smart è in grado di assicurare.

Quali sono i vantaggi di usare una panchina come la Elios?


Scegliere di arredare una città con panchine dal design innovativo come la Elios Smart Bench significa garantire ai suoi fortunati abitanti una serie d’interessanti vantaggi, a maggior ragione in un periodo in cui lo smart working ha subito un vero e proprio “boom”. Nonostante il calo dei contagi e l’inevitabile ripresa del lavoro in presenza, molte persone hanno infatti scelto di proseguire con quello da remoto, in quanto si sono ormai abituate al nuovo stile di vita e non intendono rinunciarci.

Uno dei problemi dello smart working, tuttavia, è dato dalla mancanza di un adeguato spazio domestico in cui svolgerlo: sia perché la presenza dei famigliari può deconcentrare, sia perché la connessione internet casalinga non è sempre all’altezza di una professionale. Una panchina come la Elios Smart potrebbe dunque contribuire a risolvere questo problema, garantendo allo smart worker un posto tranquillo in cui lavorare, dotato di un’eccellente connessione e posizionato all’aria aperta, magari nel contesto di un bellissimo parco.

Oltre a questo, la Elios Smart Bench si presenta vantaggiosa anche sotto l’aspetto del comfort, offrendo una seduta ampia e comoda che permetterà a chiunque di lavorare senza doversi preoccupare del mal di schiena e con la possibilità di potersi sgranchire di tanto in tanto le gambe per mezzo di una bella passeggiata nello spazio aperto circostante.

Ma non solo. Grazie alla loro capacità di rimanere illuminate anche di notte, queste panchine rappresentano una vera e propria sicurezza per chiunque ne usufruisca, che potrà contare non solo su una fonte luminosa nel buio, ma anche su una perenne connessione alla rete da sfruttare in caso di bisogno. Tutto questo inserito all’interno di una struttura dal design moderno e accattivante, che andrà dunque a impattare positivamente anche sull’estetica generale dell’ambiente.

A questi vantaggi che ti abbiamo elencato, se ne aggiungono anche altri di natura più pratica: ti ritrovi improvvisamente con lo smartphone scarico? Ti siedi sulla Elios Smart Bench e lo ricarichi. Hai esaurito i tuoi giga? Approfitti della connessione della Elios Smart Bench. Pensa a questi semplici vantaggi moltiplicati per una serie di panchine “smart” distribuite in tutta la città. Come canterebbe Brad Paisley: “Welcome to the future”, è proprio il caso di dirlo!

La panchina Elios Smart Bench ci fa sperare in vista del futuro?

Viviamo in un mondo sempre più dominato dalla tecnologia che, se da un lato ha semplificato molto la vita di tutti noi, dall’altro ci ha inevitabilmente portato ad allontanarci, inducendoci a prediligere i rapporti virtuali a quelli reali. Ormai sono sempre più numerosi i giovani, e perfino i bambini, che a una bella passeggiata all’aria aperta o a una partita di pallone con gli amici preferiscono un pomeriggio chiusi in camera a postare link e foto sui social.

Una panchina come la Elios Smart, tuttavia, potrebbe aiutare a risolvere anche questo problema. Grazie al suo strategico posizionamento nelle piazze o nei parchi pubblici, nonché alla presenza di connettori wi-fi, darebbe ai giovani la possibilità di usarla come vero e proprio punto di ritrovo: in questo modo potrebbero stare con gli amici all’aria aperta, dedicandosi al contempo alle loro attività internet preferite. E chissà che, tra un post e l’altro sui social, non venga loro la voglia di staccare qualche minuto per una rigenerante camminata nel parco…. A questo occorre poi aggiungere il fatto che la Elios Smart Benchfunziona a energia solare e, in quanto tale, è estremamente rispettosa dell’ambiente in quanto va a sfruttare una fonte di energia pulita e rinnovabile come quella del sole.

Accortezze di questo tipo sono il frutto della grande professionalità dei suoi produttori, che rientrano fra le più importanti aziende specializzate nel fornire complementi per l’arredo urbano: maestranze di cui l’Italia è ricca. Ed è qui che arriviamo al paradosso: un Paese noto per trascurare abitualmente il settore dell’urbanistica può allo stesso tempo vantare la presenza di alcuni tra i più grandi e rinomati produttori di arredo urbano.

Una situazione di questo tipo, per quanto assurda e paradossale, ci permette comunque di sperare in un futuro decisamente più roseo. Un futuro nel quale le panchine non verranno più considerate meri accessori funzionali con un minimo potenziale decorativo ma, al contrario, saranno parte integrante dell’arredo urbano che, a sua volta, sarà pensato per mettere le persone in connessione fra loro. In che modo? Molto semplicemente facendo riscoprire a ciascuno di noi, in una futuristica versione 2.0, un antico passatempo tramandatoci dai nostri nonni: ritrovarci con gli amici al parco a chiacchierare su una panchina.

Arturo D'Apuzzo
Nella vita reale, investigatore dell’incubo, pirata, esploratore di tombe, custode della triforza, sterminatore di locuste, futurologo. In Matrix, avvocato e autore di noiosissime pubblicazioni scientifiche. Divido la mia vita tra la passione per la tecnologia e le aride cartacce.

Rispondi

Latest articles

Related articles