Recensione cuffie Bluetooth KYMA di AQL

Articolo di · 3 Maggio 2021 ·

Dopo gli ottimi auricolari True Wireless ESCAPE, Cellularline ci ha dato la possibilità di testare anche le cuffie Bluetooth KYMA di AQL (il brand dedicato al mondo della musica). Si tratta di “cuffioni” ad arco ripiegabili e trasportabili con facilità nell’apposito sacchetto. Dotate di tecnologia Bluetooth 5.0 e Active Noise Cancelling promettono un audio di buon livello (grazie al driver da 40mm) e una durata della batteria eccezionale.

Già dalle premesse è chiaro che le cuffie KYMA vadano in tutt’altra direzione rispetto agli auricolari TWS ESCAPE. Infatti sono principalmente indirizzate a chi ricerca un device per l’ascolto della musica magari durante gli spostamenti sui mezzi pubblici o semplicemente per svagarsi un po’ dalla routine quotidiana.


Confezione di vendita

La confezione è costituita da un box a scorrimento laterale dal quale è possibile estrarre il blist in plastica trasparente.

Oltre alle cuffie, all’interno delle scatole troviamo:

  • Il cavo di ricarica Type-C
  • Cavo AUX
  • Un sacchettino in ecopelle per trasportare le cuffie ovunque si voglia
  • Istruzioni

Le cuffie si presentano davvero bene, il colore scelto dal produttore è il nero. Sull’auricolare sinistro è collocata la porta di tipo C per la ricarica (supportano la ricarica veloce) mentre su quello destro, i tasti del volume, l’ingresso AUX, l’accensione e un tasto denominato ANC che permette di attivare la cancellazione attiva del rumore.

I comandi non ci hanno fatto impazzire. Sono scomodi e spesso siamo andati a tentoni per trovare quello giusto. Meglio regolare quello che volete regolare direttamente dalla sorgente.


Caratteristiche tecniche

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche delle KYMA:

  • Tecnologia Active Noise Cancelling: la tecnologia Active Noise Cancelling riduce i rumori provenienti dall’esterno permettendo di ascoltare in maniera più nitida non soltanto la musica ma anche i video;
  • Ricarica veloce: con soli 15 minuti di ricarica è possibile ottenere 4 ore di riproduzione musicale;
  • Microfono integrato Clear Voice: rende il suono della voce più nitido e preciso durante le chiamate;
  • Bassi Potenti: bassi profondi e potenti grazie ai driver da 40 mm;
  • Design pieghevole: i padiglioni compatti e ruotabili rendono le cuffie KYMA facili e comode da indossare;
  • Risposta in frequenza 20Hz – 20.000Hz
  • Portata 10 mt
  • Play Time: 20h (13h con ANC attivo)
  • Talk Time: 19h
  • Tempo di ricarica: 1h

Collegamento

Il collegamento del dispositivo è semplice ed intuitivo. Basta tenere premuto per cinque secondi il tasto di accensione, fino a quando non inizierà a lampeggiare di rosso/blu. Dopodiché selezionando le cuffie KYMA dal menu, il pairing sarà confermato quando la luce lampeggiante diventerà di un blu fisso.

Nelle nostre prove non abbiamo riscontrato problematiche relative alla resa del collegamento. Le cuffie non si sono mai disconnesse fino a quando non abbiamo deciso noi di spegnerle.

Piccola nota. Il tasto ANC (qualora la funzione dovesse essere stata attivata), rimarrà acceso anche dopo lo spegnimento delle cuffie. Quindi ogni volta è necessario ricordarsi di disattivarlo, altrimenti le cuffie tenderanno a scaricarsi.

Inoltre, le KYMA possono essere collegate tramite il cavo AUX in dotazione a qualsiasi sorgente sonora dotata di jack: PC, smartphone, console, TV.


Confort

Abbiamo indossato le cuffie per parecchio tempo. Pur non avendo delle dimensioni contenutissime, le KYMA si sono rivelate essere piuttosto comode soprattutto grazie ai padiglioni morbidi e non scaldano neanche particolarmente l’orecchio. Purtroppo si avverte una certa plasticosità del prodotto anche se c’è da dire che ci sembrano essere piuttosto solide. Vi consigliamo comunque di richiuderle con cura e inserirle nel sacchetto perchè sono fin troppo incline a graffiarsi.


Prestazioni

La qualità audio riprodotta dalle KYMA è discretamente buona. In alcuni momenti, considerando anche il prezzo a cui vengono proposte (79,95 €) ha raggiunto delle vette sorprendenti. I bassi sono corposi (forse fin troppo se attivate la modalità ANC) ma un po’ tendenti a distorcersi se l’utente alza troppo il volume. Anche le KYMA mancano di una funzionalità che permetta di regolare prima il volume delle cuffie e poi quello dello smartphone. Per quanto riguarda invece le frequenze basse e quelle medie, anche grazie al driver da 40 mm, la resa sonoro è buona.

Il livello di isolamento acustico è notevole, anche se dopo un uso prolungato si avverte uno strano senso di alienazione. Detto questo, non avrete problemi ad isolarvi dal mondo circostanze, sia su un mezzo pubblico e sia per strada.


Prestazioni in chiamata       

L’audio in chiamata, grazie alla tecnologia Clear Voice, ci è sembrato essere pulito e convincente. L’unica pecca, sia in chiamata e sia durante la riproduzione musicale è il leggero fruscio costante che si avverte.


Batteria

AQL con le KYMA promette un’autonomia di 20 ore di riproduzione, che arrivano a 13 quando è attiva la riduzione automatica del rumore. Per una ricarica completa è richiesta una sola ora mentre con 15 minuti di ricarica è possibile avere a disposizione ben 4 ore di riproduzione.

Si tratta quindi di una durata generosa che permetterà all’utente di avere praticamente sempre pronte le cuffie per ascoltare un po’ di musica.


Commento finale

Le cuffie Bluetooth KYMA di AQL non sono certamente pensate per gli audiofili ma bensì per chi ascolta musica di tanto in tanto e non ha particolari pretese. I bassi sono buoni (anche se tendono ad una certa distorsione) così come i medi e gli alti. A non convincerci sono la plasticosità del prodotto e il posizionamento dei comandi (difficili da raggiungere) ma il tutto è compensato da una notevole durata della batteria (supporta la ricarica rapida) e da un’ottima vestibilità che le rende ideali per l’utilizzo di tutti i giorni. Potete acquistare il prodotto su Amazon.

Criterion 10

    Rispondi