Italia

Le Compagnie Assicurative prese con le mani nel sacco?

Approda anche in Parlamento l'eclatante questione dell'ipotesi di alterazione dei dati all'interno degli ispettorati sinistri dei principali gruppi assicurativi, che porterebbero conseguenti ricadute negative sulle tariffe RCA e quindi per i consumatori. Presentata dall'on Felice BELISARIO di Italia dei Valori un'importante interrogazione parlamentare a risposta scritta rubricata con n. 4/04166.


Comunicato Stampa

Prende spunto da un'inchiesta apparsa sul settimanale a diffusione nazionale «DIARIO» del 2 febbraio 2007 (scaricabile su Internet anche dal sito www.stefanomannacio.it), con la quale venivano segnalate una serie di possibili alterazioni dei dati relativi ai sinistri all'interno dei centri di liquidazione danni delle maggiori compagnie assicurative italiane, l'importante interrogazione parlamentare presentata dall'on Felice BELISARIO di ITALIA DEI VALORI, tesa a fare chiarezza su alcune poco trasparenti prassi all'interno degli ispettorati sinistri delle maggiori società consorziate che, ove applicate generalmente, potrebbero comportare un aumento delle tariffe RCA, a danno, quindi, dei consumatori-assicurati.

E la richiesta dell'on Felice BELISARIO, giunge proprio nel momento in cui il Presidente dell'Antitrust (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato), Catricalà, nella sua relazione annuale, sottolinea ciò che è tristemente noto anche ai non addetti ai lavori, ossia come nel Mercato Assicurativo di per sé poco propenso alla competitività e "protetto dall'obbligatorietà dei contratti", "i profitti delle compagnie crescono e non scendono i premi a carico degli assicurati. Nessun vantaggio si registra a favore di questi ultimi costretti ad attendere tempi ancora eccessivi per i risarcimenti e a subire clausole negoziali onerose.".

Era auspicabile, come più volte denunciato dal sottoscritto, un controllo effettivo e più incisivo sulla gestione interna e tecnica dei servizi di liquidazione danni dei principali gruppi assicurativi che come è evidente, hanno deciso di gestire in comune i servizi di liquidazione (fra questi Fondiaria - Sai - Milano, Generali - Assitalia - Fata, Ras - Allianz - Bernese, Unipol -Aurora - Navale, ecc., Reale Mutua - Italiana - La Piemontese, ecc.), ma hanno mantenuto sostanzialmente scorporate le singole imprese per la raccolta dei premi e la fornitura dei prodotti e servizi assicurativi.

Tale scelta di mercato, se apparentemente dimostrava la scelta di diminuire i costi di gestione, in realtà, avrebbe potuto mascherare peraltro lo scambio interno e continuo di dati, anche sensibili, all'interno dei principali gruppi assicurativi con conseguente possibilità d'incisone sulla modulazione delle tariffe e conseguentemente dei premi R.c.Auto. Inoltre, tale amministrazione in comune, comportando una gestione più complessa, avrebbe potuto consentire, almeno in astratto, la possibilità di prassi tese a "gonfiare" il numero reale dei sinistri.

Peraltro, la questione posta al Ministro dello Sviluppo Economico, perviene in un momento di profondi cambiamenti del settore assicurativo ed in particolare nel settore della liquidazione dei sinistri, con l'introduzione della procedura d'indennizzo diretto, già aspramente criticata da gran parte degli addetti del settore, la quale, secondo taluni esperti, costituirebbe il terreno fertile per la duplicazione del numero sinistri all'interno degli ispettorati sinistri.
Di seguito interrogazione parlamentare a risposta scritta n. 4/04166.
Lecce, 28 giugno 2007
... [Leggi di più]
6 Luglio 2007

Carlos Slim batte Gates nella classifica degli uomini più ricchi del mondo

Il magnate di American Movil è l'uomo più ricco del mondoCarlos Slim è l'uomo più ricco del mondo.Dopo anni di dominio incontrastato alla vetta della lista degli uomini più ricchi del mondo, Bill Gates abdica in favore di Carlos Slim, magnate ... [Leggi di più]
4 Luglio 2007

Mistero sul caso Benoit, Wikipedia sapeva 14 ore prima

S'infittisce il mistero sull'omicidio-suicidio del campione del wrestling americano Chris Benoit e della sua famigliaCaso BenoitLa notizia aveva lasciato senza parole gli appassionati di Wrestling di tutto il pianeta e non solo; la tragica fine del ... [Leggi di più]
30 Giugno 2007

Incubo Wrestling: la tragica fine della famiglia Benoit

Chris Benoit strangola sua moglie, soffoca suo figlio e poi si suicida nella stanza dei pesi. Il terribile fatto di cronaca ha sconvolto l'intero mondo legato allo spettacolo del wrestling lasciando senza parole tutti coloro che amavano questo ... [Leggi di più]
26 Giugno 2007

Aiutaci a costruire un ambulatorio in Africa

Volentieri diamo spazio alla pregevole iniziativa di un gruppo di ragazzi, che sacrificandosi in prima persona hanno deciso di aiutare un piccolo villaggio (Mboro - Senegal) attraverso la costruzione di un ambulatorio Aiutaci a costruire un ambula... [Leggi di più]
25 Giugno 2007

Maturità 2007, ecco le tracce della seconda prova!

Per il Latino al Classico svelato l'autore della versione appena iniziata la prova, poi a seguire tutte le altre materie Matematica allo Scientifico, Pedagogia, Topografia, Economia Aziendale...Seconda ProvaReduci da una Prima Prova che ha lasciato ... [Leggi di più]
21 Giugno 2007

Incredibile le fotocopie delle tracce originali della prima prova della Maturità 2007!

Siamo riusciti a scovare le fotocopie della prima prova dell'esame di maturità 2007, esattamente quella che hanno davanti agli occhi circa 500 mila studenti delle superioriPrima Prova AutenticaDi seguito le immagini delle fotocopie della prima ... [Leggi di più]
20 Giugno 2007

Maturità 2007, svelate le tracce i temi riguardano Dante, l’Industrializzazione e la Costituzione

Il totoesame svolto sino a notte inoltrata non aveva previsto il ritorno del sommo poeta nè le altre tracce che ormai sembrano certe...Maturità 2007Tutta la notte a fare pronostici puntualmente non azzeccati, fino ad averla a noia per poi andare a ... [Leggi di più]
20 Giugno 2007

Alenia-Finmeccanica fornirà lo Spartan C27J all’esercito USA

Maxi commessa da 7 miliardi di dollari per la compagnia italiana per il rinnovo della flotta cargo dell'esercito USAC27J SpartanUn portavoce del Pentagono ha annunciato che Alenica Finmeccanica ha vinto la gara di appalto per il rinnovo della flotta ... [Leggi di più]
19 Giugno 2007

Niente scontrino? Scatta la chiusura !

Scatta la chiusura temporanea per 10 attività commerciali in Campania per la mancata emissione di scontrini e ricevute fiscali.Lotta all'evasionePer dieci esercizi commerciali con sede legale in Campania è scattata la chiusura temporanea per la ... [Leggi di più]
18 Giugno 2007

Scoperte frodi Iva per 7 milioni di euro in Campania

Scoperte in Campania due frodi Iva da 7,5 milioni di euro: giro di fatture false nei settori dei computer e dei detersiviFatture falseLa scoperta di due frodi all'Iva intracomunitaria per un valore di oltre 7 milioni e mezzo di euro è uno dei ... [Leggi di più]
23 Maggio 2007

Inizia l’avventura del satellite tutto italiano Agile

Il satellite dell'Agenzia Spaziale Italiana Agile è in orbita: dovrà studiare i segreti di buchi neri e stelle di neutroniAGILEIl satellite della Agenzia Spaziale Italiana, Agile (Astro rivelatore gamma a immagini leggero), realizzato in India ... [Leggi di più]
24 Aprile 2007

Bill Gates si prepara a partire per lo spazio ?

Secondo un cosmonauta russo, il fondatore di Microsoft starebbe pensando ad un viaggio nello spazio .Viaggio nello spazioIl cosmonauta russo Fyodor Yurchikhin in una intervista ha affermato che il fondatore di Microsoft Bill Gates, starebbe seriam... [Leggi di più]
13 Aprile 2007

In Europa si, ma con un pizzico di Teranga in più

Italia: il difficile cammino giuridico e sociale dell'integrazione religiosa, proiettati verso l'Europa, ma con uno sguardo a chi ha già risolto la questione.


In Europa si...

Velo si - velo no? E se si, quale?E dove.crocifisso nelle aule scolastiche come offesa o come semplice testimonianza di una fede che può essere anche rispettosamente ignorata? Queste tematiche che ormai da tempo affollano le pagine dei nostri giornali, e danno adito ai conduttori più disparati di riempire i palinsesti con dibattiti inferociti che, in quanto a share, sono degni di competere con talk-show e reality anche di prima serata, ci ricordano, però, che il tema dell'integrazione è cosa delicata, da trattare con calma e diplomazia, si, ma anche con chiarezza ed onestà intellettuale. Ed è tema centrale anche per chi crede che il diritto possa e debba apportare il suo fondamentale contributo a tale questione.

"Tutti hanno il diritto di professare liberamente la propria fede religiosa, in qualsiasi forma, individuale o associata, di farne propaganda e di esercitarne in privato o in pubblico il culto, purchè non si tratti di riti contrari al buon costume" così recita l'art. 19 della nostra costituzione, che insieme agli art 7 e 8 rappresentano i cardini della disciplina normativa in materia di libertà e convivenza religiosa nel nostro paese, introdotta dal '48.

Da qui si parte per la definizione della parola forse più inflazionata quando si parla o si scrive di questi temi ossia laicità. C'è da dire che ognuno forgia un concetto tutto suo intorno a tale parola in base alla tesi che si ripropone di sostenere, ma personalmente ritengo che laico non sia sinonimo di ateo, inteso come colui che non crede, non vuole credere e non ha alcun riferimento filosofico o religioso che vada al di là della mera razionalità; laico è colui che valorizza i principi fondamentali che caratterizzano la dignità della persona umana e si ispira al principio della «responsabilità della vita», un principio di libertà e di autonomia intellettuale per il quale ciascuno può consapevolmente scegliere il proprio progetto di vita, in base al valore dell'autodeterminazione (1) .

In un momento come questo in cui l'incontro tra culture e religioni diverse spesso si tramuta in scontro, nel nostro come negli altri paesi europei, è fondamentale la laicità di chi siede in posizioni istituzionali, intesa come strumento concettuale posto a garanzia e protezione del rispetto di qualsiasi credo compatibile con una società civile di diritto; senza correre il rischio dell'appiattimento, decisamente incombente specie laddove una cultura forte e radicata(a volte fondamentalista) come quella islamica si confronta con una debole e non sempre consapevole della propria identità -spesso smarrita nel benessere- come quella occidentale.

Il motto dell'Unione europea è:"unità nella diversità", bellissimo e molto scenico! Ma di quale diversità si parla? Stando al testo originale della carta costituzionale, seppur non ancora ratificata da tutti gli stati membri e quindi non ancora in vigore, ma valida almeno come punto di riferimento dottrinale,"essa rispetta la ricchezza della sua diversità culturale e linguistica e vigila sulla salvaguardia e sullo sviluppo del patrimonio culturale europeo" e poco più avanti "vieta qualsiasi discriminazione in base alla nazionalità" . Non difficile rendersi conto dell'assenza, da molti per l'appunto criticata, di qualsiasi riferimento religioso. Differenze culturali, linguistiche quindi, ma riguardo divergenze e convergenze tre fedi diverse il dettato costituzionale non si esprime esplicitamente, assecondando una "laicità" politicamente corretta magari, ma forse un tantino lacunosa e suscettibile di interpretazioni po' troppo opinabili. Affinché ci sia unità è essenziale la consapevolezza delle singole diversità che la compongono.

Il titolo di un noto libro del filosofo Jacques Maritain è "distinguere per unire", e probabilmente è proprio questo ciò che occorre: marcare serenamente col dialogo i tratti caratteristici di ogni cultura e credo religioso, analizzando le differenze e aprendo strade per la convivenza pacifica e paritaria che nulla ha a che vedere con la tolleranza.
... [Leggi di più]
15 Marzo 2007

‘Sono un’onorevole, chiamate il primario’

Brutta storia di prevaricazione all'Ospedale Cardarelli di Napoli, una storia come tante altre, ma che ha tutti i requisiti per diventare un caso nazionale. Protagoniste: Maria Fortuna Incostante deputata in quota ai Ds e una dottoressa di turno nel ... [Leggi di più]
13 Marzo 2007

Napoli: Arrestati tre falsari per un giro di marche da bollo contraffatte

Napoli: attenzione alle marche da bollo contraffatte. Arrestati tre falsari, sorpresi nell'ufficio delle EntrateAttenzione alle marche da bollo contraffatteNei giorni scorsi, a Napoli, sono scattate le manette per tre persone che avevano avviato un ... [Leggi di più]
12 Marzo 2007

Forbes fa sognare il mondo con la classifica dei miliardari 2007

La rivista Forbes come di consueto ha pubblicato la classifica dei miliardari di tutto il mondo, per l'Italia il primo rappresentante è sempre Silvio Berlusconi che però scende qualche posizione in classifica generale rispetto ad un anno fa, ad incalzarlo il patron di Luxottica Del Vecchio.


I più ricchi della terra

Forbes ancora una volta fa sognare (e rosicare) il mondo intero pubblicando la classifica degli 946 "billionaires" (miliardari in dollari) 2007. Quest'anno la schiera dei paperoni del globo si infittisce e i facoltosi aumentano in modo vistoso anche se c'è una redistribuzione a livello globale con le nuove economie emergenti che reclamano un posto di rispetto anche in questa singolare classifica. Forte di un primato che detiene da ben 13 edizioni consecutive, anche stavolta il primo della lista è il 56enne fondatore di Microsoft, Bill Gates, che nella classifica stilata da Forbes viene indicato col nome di battesimo: William Gates III e al quale vengono attribuiti ben 56 miliardi di dollari di patrimonio. A seguire abbiamo un'altro statunitense, il magnate della Berkshire Hathaway Warren Buffet, 76 anni, che si deve accontentare di 51 miliardi di dollari di patrimonio, mentre al terzo posto troviamo il primo "straniero" ovvero Carlos Slim Helu, 67 anni, operante nel settore della telefonia in Messico con 49 miliardi di dollari. Il quarto posto è appannaggio di un europeo, Ingvar Kamprad, meglio conosciuto come mr. Ikea che passa da 29 a 33 miliardi in un solo anno.

Come sempre dominano gli Americani, ma in questa edizione si fanno sentire prepotentemente delle importanti new-entry quali gli Indiani e i Cinesi che conquistano posizioni di tutto rispetto. Nella classifica riservata alle nazioni, gli Stati Uniti detengono il primato con circa il 50 % dei miliardari, a seguire troviamo la Germania con 55 presenze e la Russia con 53, al terzo posto l'India che scavalca prepotentemente la Gran Bretagna e il Giappone con ben 36 miliardari, da segnalare infine la posizione dei cinesi che piazzano 20 miliardari al netto dei 21 detenuti da Hong Kong.

L'Italia, al quattordicesimo posto nella classifica riservata ai paesi con più miliardari, è degnamente rappresentata da Silvio Berlusconi e Famiglia con 11,8 miliardi di patrimonio (con un "magro" + 0,8 miliardi dal 2006, risultato che però lo posiziona più in alto del collega Rupert Murdoch al 73 esimo posto), ma perde diverse posizioni in classifica generale facendosi vedere al 51 esimo posto proprio con l'ex Premier (tonfo dal 37esimo del 2006 al 51esimo). Il 52 esimo posto (ex equo con Nasser Al-Kharafi, Kuwait), è occupato dal magnate degli occhiali, Leonardo Del Vecchio, proprietario di Luxottica, che insidia il "povero" Silvio con ben 11,5 miliardi di patrimonio (dai 10 dell'anno scorso). Per quanto riguarda gli altri italiani bisogna scorrere la classifica e leggersi le decine di miliardari sparsi in tutto il mondo per poi ritrovare al 62 esimo posto, con uno scivolone di ben 20 posizioni, Michele Ferrero e Famiglia (10 miliardi), al 177mo posto Giorgio Armani (4,5 miliardi), al 287mo posto (alla pari) Francesco Gaetano Caltagirone e Mario Moretti Polegato (3 miliardi), i Benetton sono 323mi con Carlo, Gilberto, Giuliana e Luciana che hanno 2,8 miliardi a testa. Ancora c'è Ennio Doris al 369mo posto (2,5 miliardi), Stefano Pessina 407mo (2,3 miliardi) e per finire Silvio Scaglia al 799mo posto (1,2 miliardi). In tutto gli italiani sono 13, uno in meno rispetto al 2006, per l'uscita dalla classifica di Miuccia Prada.


Dalla classifica i maggiori quotidiani economici hanno rilevato come l'economia del mondo goda di ottima salute (almeno tra le alte sfere) atteso che si è passati da 793 miliardari del 2006 a 946 del 2007, con 153 nuovi super ricchi in più, meglio distribuiti rispetto al passato a livello globale.

A seguire la Top 20 e le posizioni occupate dagli italiani.
... [Leggi di più]
9 Marzo 2007

Ritrovati i diari di Mussolini, Dell’Utri li ha visti

Il Senatore Dell'Utri, appassionato bibliografo, rivela tra l'incredulità generale, di avere visto cinque diari del DuceI diari del DuceIl Senatore di Forza Italia Marcello Dell'Utri ha dichiarato di essere a conoscenza dell'esistenza di cinque ... [Leggi di più]
11 Febbraio 2007

L’Antitrust indaga su un presunto cartello tra le compagnie petrolifere

Nove compagnie petrolifere nel mirino dell'Antitrust per un presunto cartello sulle tariffePresunto cartello tra le compagnie petrolifereNove compagnie petrolifere sarebbero sotto inchiesta da parte dell'Antitrust per presunti accordi sul prezzo dei ... [Leggi di più]
24 Gennaio 2007

Berlusconi, ‘Sondaggi dicono Cdl a 57,2% e Unione a 42,2%

Il capo dell'opposizione ha dichiarato a Genova che la Cdl è a ben 15 punti di vantaggio rispetto al Centro-Sinistra secondo gli ultimi sondaggi.Amministrative: Cdl 57,2%, Unione 42,2%Secondo l'ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, tra il ... [Leggi di più]
20 Gennaio 2007