Assassin’s Creed Valhalla – Consigli per iniziare

Assassin’s Creed Valhalla vi catapulterà in un mondo spietato, dai gelidi ambienti della Norvegia ai verdi prati britannici. Per questo motivo è necessario essere ben equipaggiati e consapevoli dell’avventura che state affrontando.

Nel caso vogliate conoscere ulteriori dettagli del titolo e se ci ha convinto o meno, cliccate qui per leggere la nostra recensione (senza spoiler).

Potrebbe interessarvi

Andate oltre il sentiero tracciato

Alcuni dei segreti e delle missioni secondarie più interessanti del gioco non sono tracciate sulla mappa, persino se sincronizzate l’area circostante. Questo aspetto incoraggia l’esplorazione e l’utilizzo del vostro fiuto. Lasciate quindi riposare la mappa per un po’ di tempo, prendete il cavallo e cominciate a scoprire il mondo attorno a voi come un vero vichingo. Sono diverse le sorprese che vi aspettano, da un possente boss segreto ad una potente arma (magari il Mjolnir di Thor).

Assassin's Creed Valhalla

Vieni qui micio, micio, micio…

In Inghilterra vaga un gatto randagio che odia la maggior parte delle persone, strano per un gatto, vero? Ebbene, è un felino decisamente anomalo, infatti, ama navigare. Potrete trovarlo durante la quest legata ad Oswald. Una volta “reclutato”, il tenero micio vi raggiungerà sul vostro Draki. Tutto questo non vi offrirà alcun vantaggio in-game, ma volete negarvi la gioia di portare con voi il primo felino vichingo.

I gatti però sono in qualche modo importanti per l’economia di gioco, difatti, sarà possibile reclutarli ed aiutarvi a scacciare pericolosi parassiti dai vostri insediamenti.

Casa dolce casa

Dopo avervi introdotto l’importanza dei mici all’interno degli accampamenti, vi rammentiamo che la gestione di questi ultimi è veramente essenziale per vivere al meglio l’esperienza di gioco. Infatti, costruire e migliorare queste area è estremamente utile. Tra l’altro, potrete arricchirli con negozi di vario genere, dal fabbro alla bottega del tatuatore.

Questi luoghi, fungono da vere e proprie zone franche e vi permetteranno di riposarvi dopo le fatiche derivate da scorribande, razzie e battaglie. Una volta all’interno degli accampamenti potrete cercare un comodo letto, fare delle gare di bevute con altri vichinghi o sfidare i vostri compagni in divertenti ed epiche gare d’insulti.

Infine, le missioni collegate a questi importanti luoghi, vi offriranno la possibilità di acquisire territori, potere e guerrieri attraverso la nobile arte della diplomazia.

Assassin's Creed Valhalla

Non sprecate i vostri Talenti!

Come accennato in fase di recensione, i Punti Abilità in Assassin’s Creed Valhalla si chiamano Talenti e attraverso il loro utilizzo potrete acquisire una serie di perk utili a far crescere la forza del protagonista. Se però pensate di aver utilizzato male i Punti acquisiti con tanto sforzo, non preoccupatevi, i ragazzi di Ubisoft hanno pensato di offrirvi la possibilità di azzerare le abilità acquisite e ricominciare da capo.

Assassin's Creed Valhalla Skill Tree

Un mantello dell’invisibilità?

No, non siete Harry Potter, quindi non si tratta di una feature che vi permetterà di scomparire fisicamente, anche se in certi casi potrà fornirvi gli stessi vantaggi. Infatti, mentre state vagando per i Quattro Regni d’Inghilterra, potrete imbattervi in zone che superano il vostro livello di forza. Quindi, se non volete finire infilzati da qualche lama zelota, mettetevi il mantello e cercate altri lidi.

Agire nell’ombra

È vero che i vichinghi sono guerrieri impavidi, ma voi siete diversi, una volta indossata la lama celata, i segreti ed i benefici del Credo vi apparterranno. Per questo motivo vi consigliamo di non effettuare Raid e razzie assieme al vostro equipaggio, meglio fare tutto il lavoro in silenzio e chiamarli quando ne avrete veramente bisogno.

Assassin's Creed Valhalla Lama Celata

Il fuoco è un grande amico

Che si tratti del nono secolo dopo Cristo o del futuro più remoto, il fuoco è sempre un elemento ricco di opportunità, specialmente se siete un vichingo in cerca di ricchezze. Spesso vi troverete a cercare tesori nascosti da paratie in legno o accompagnati da vasi un po’ troppo infiammabili. Immergete quindi le vostre frecce (attenti alla barba) nel fuoco e guadagnatevi l’ingresso.

Come evitare la bua

All’interno del gioco trova posto una divertente meccanica nascosta che vi permetterà di cadere da qualunque altezza senza subire danno.

Quando vi troverete a saltare da altezze inimmaginabili e nessun cumulo di paglia potrà salvarvi, premete continuamente il tasto demandato all’Attacco pesante (R2 su PlayStation e RT su Xbox) e vedrete il buon Eivor Morso di lupo eseguire un potente attacco a terra ed atterrare senza nemmeno un graffio. Tenetelo a mente.

Attacco e stamina

Il buon Mohammed Ali diceva “Pungi come un’ape e vola come una farfalla”, questa è la strategia che vi consigliamo, specialmente se fate ricorso al Dual Wielding e non avete uno scudo per proteggervi. Per questo motivo vi consigliamo di ricorrere spesso alla schivata (Quadrato per PlayStation e X per Xbox), specialmente quando gli avversari vi attaccheranno circondati da un alone rosso. Quest’ultimo identifica il tipo di attacco e nel caso in questione rappresenta un attacco pesante, in grado di costarvi la pelle se non sarete ben equipaggiati.

Assassin's Creed Valhalla Combat System

Un medaglione per una abilità

Dopo aver sconfitto i nemici appartenenti all’Ordine degli Antichi (Templari), riceverete in dono un medaglione. Questo oggetto però non è una delle tante cianfrusaglie che vi porterete dietro senza saperne l’utilità. Infatti, scambiandoli presso i nascondigli degli Occulti (Assassini) otterrete delle abilità uniche, utili a tutti gli aspiranti Assassini che vogliono seguire il Credo e servire un fine più alto.

Fateci sapere nei commenti se anche voi vi state divertendo in compagnia di Assassin’s Creed Valhalla e continuate a seguirci. Nei prossimi giorni vi porteremo altre guide e speciali.

Andrea Bevilacqua
Nato nei magnifici anni '90 ed entrato in tenera età nel magico mondo dei videogiochi. Una splendida avventura iniziata grazie ad un baffuto idraulico italiano ed un prode spadaccino in calzamaglia verde. Oggi, dopo aver passato la fatidica soglia degli "enta", cerco nei moderni capolavori videoludici il titolo in grado di emozionarmi e di regalarmi un gameplay stimolante... il comparto grafico non è sempre così importante. Oltre il mondo del gaming, sono appassionato di musica (ex-chitarrista), calcio (irriducibile cuore rossonero) e cinema.

Rispondi

Ultimi articoli

Articoli che potrebbero interessarti