Call of Duty: Warzone – guida al Gulag

Articolo di · 17 Marzo 2020 ·

La nuova modalità di Call of Duty: Modern Warfare, Warzone, è disponibile gratuitamente per tutti da pochi giorni. Il Battle Royale di Activision sta avendo un enorme successo, anche tra i giocatori meno esperti. Mentre per chi possedeva già il gioco originale l’approccio a Warzone è più semplice, tutti gli altri potrebbero trovarsi in difficoltà. In particolare il gulag rappresenta una novità assoluta per il genere e per i novizi è una sfida non  facile.

Come funziona il respawn?

Prima di tutto bisogna dire che nella nuova modalità Battle Royale si può rientrare in gioco in tre modi diversi.

Rianimati da un compagno

Se venite colpiti fino ad azzerare la vostra salute e almeno uno dei vostri compagni è ancora vivo finirete “a terra”. In questo stato potrete muovervi per un certo lasso di tempo strisciando ed eventualmente un compagno può curarvi. Ovviamente potreste anche venire uccisi definitivamente da un nemico vicino.

Vincere nel gulag

Se venite finiti mentre siete a terra o se tutta la squadra viene uccisa, andrete nel gulag. Qui entrerete in una piccola arena a combattere uno scontro uno contro uno,  con armi randomiche uguali per entrambi. Chi vince tornerà in gioco, lanciandosi di nuovo col paracadute.

Nel gulag si può andare una volta sola, quindi nel venire uccisi in modo definitivo nuovamente avreste perso o, se avete ancora compagni in vita, diventereste spettatori.

Riportati in vita da un compagno a una Buy Station

L’ultima possibilità rimasta per tornare in vita, nel caso in cui perdeste nel gulag o moriste di nuovo una volta rientrati, è che un compagno ancora in gioco paghi per farvi rientrare. Ciò si può fare presso i carrelli indicati sulla mappa. Spendendo 4500$ in una di queste stazioni potrà riportarvi in vita e di nuovo dovreste lanciarvi con il paracadute.

5e6a4a8fe4f9fe453549dee7?width=1100&format=jpeg&auto=webp - Call of Duty: Warzone - guida al Gulag

Se siete spettatori inoltre potete segnalare ai vostri compagni vivi il negozio più vicino utilizzando la freccia su (su console) o il tasto alt (su PC). Ovviamente questi dovranno aver raccolto denaro a sufficienza per richiamarvi.

In ogni caso, sia che torniate dal gulag sia che veniate riportati in vita tramite una Buy Station, tornerete in vita come ad inizio gioco, senza armi né altri equipaggiamenti.

Come sopravvivere al gulag

Come dicevamo prima, il gulag è un’opportunità unica per tornare in gioco, che vi mette però contro un altro giocatore nella vostra stessa situazione. Ma come funziona di preciso? Per i possessori di Modern Warfare, la struttura di questa modalità somiglia molto alle partite Scontro 2v2 e 3v3. In questo caso il duello si tiene sempre nella stessa mappa, che è una rivisitazione di Gulag Showers.

AGB WZ BR Gulag - Call of Duty: Warzone - guida al Gulag

Nello scontro per la vita entrambi i giocatori vengono equipaggiati con la stessa arma, solitamente una pistola o un fucile a canna liscia. Quasi sempre i giocatori dispongono anche di una granata letale e una tattica, utilizzabili solo dopo 5 secondi dall’inizio del match. La salute non si rigenera e se alla fine del tempo regolamentare entrambi i giocatori sono vivi e non hanno catturato la bandiera vince chi ha più salute.

Se uno dei due giocatori uccide l’altro o cattura la bandiera, questo vince lo scontro e solo lui torna in vita. Allo stesso modo se nessuno cattura la bandiera ma uno dei due ha più vita, solo lui tornerà in gioco. Nel raro caso di un pareggio, ossia in cui nessuno conquista la bandiera ed entrambi i giocatori hanno la stessa quantità di salute, entrambi torneranno a Verdansk per continuare a giocare.

Aiutare i compagni nel gulag

Un’altra cosa molto importante riguardo questa modalità è che mentre si è in attesa di giocarsi la propria chance si assiste agli altri scontri. Spesso capita, se si muore assieme ai propri compagni, di finire nella stessa istanza del gulag. In questi casi, se avete la fortuna di poter guardare dall’alto il duello di uno dei vostri compagni potrete aiutarlo.

i giocatori lanciano pietre per vincere il gulag 1v1 di call of duty warzone - Call of Duty: Warzone - guida al Gulag

Basterà chiamare tutti i movimenti dell’avversario in campo, in modo da renderli noti all’altro membro della squadra. Inoltre potreste anche provare a tirare le pietre che avete a disposizione contro l’altro giocatore, per distrarlo. In totale, per ogni scontro a cui assisterete, vi verranno date cinque pietre. Ovviamente le pietre non fanno danno, ma possono disturbare l’avversario e aiutare il compagno di squadra in campo.

Consigli e trucchi per vincere nel gulag

Ora che è chiaro il funzionamento di questa modalità, passiamo alle linee guida da seguire per avvantaggiarsi sugli avversari.

  • Attenzione agli spettatori! Se un vostro compagno vi sta guardando, fate in modo che vi chiami gli spostamenti del nemico in modo semplice e diretto. Se invece non c’è alcun compagno potreste guardare la direzione in cui i giocatori che osservano tirano le pietre, per capire la posizione del vostro avversario.
  • Usate le orecchie! In un mappa piccola come quella del gulag, tutto sta a sapere dove si trova il nemico. Molti giocatori tendono a correre direttamente contro gli avversari, adottando una strategia super offensiva. In questi casi, ascoltate i passi per capire la direzione da cui arrivano e puniteli per la loro irruenza. Ovviamente meglio se giocate con un paio di cuffie per avere una resa tridimensionale del sonoro.
  • Mirate alla testa! Quasi ogni arma in Modern Warfare ha un moltiplicatore del danno per i colpi alla testa, ma in Warzone pare che questo numero sia ancora più alto. Sia che abbiate una pistola o uno shotgun, cercate di colpire al capo il vostro nemico per ucciderlo istantaneamente.
  • Usate l’equipaggiamento! All’inizio di ogni duello prendete nota mentale dell’equipaggiamento letale e tattico di cui disponete. Soprattutto stordenti e flashbang sono davvero utili se vanno a segno, come pure i fumogeni che possono creare confusione. D’altro canto le granate letali possono essere ottime per non far catturare la bandiera a fine scontro… Utilizzate bene ciò che avete nel vostro arsenale.
  • Sfruttate la latenza! Magari non sempre è così, ma spesso con 150 giocatori per partita ci sono piccoli problemi di lag, anche nel gulag, almeno allo stato attuale delle cose. Come si suol dire, in guerra tutto è lecito, per cui se vi accorgente di un piccolo ritardo, sparate in prefire girando un angolo o quando sapete che l’avversario sta per uscire da dietro un muro.

Adesso siete maestri del gulag di Call of Duty: Warzone, ma per vincere nella nuova modalità Battle Royale potrebbe servirvi di più… Per tutto questo ci sono le altre nostre guide, che potete trovare nei link qui sotto!

Se invece cercate delle guide riguardo Call of Duty Mobile, potete guardare qui:

Infine, se cercate un posto in cui discutere o chiedere informazioni, potete farlo sulla nostra pagina facebook o iscrivendovi al nostro canale telegram!

Fonte: rockpapershotgun.com

Criterion 10

    Rispondi